Come capire se il latte materno è sufficiente

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Essere mamma rappresenta indubbiamente uno dei fenomeni più belli ed entusiasmanti che ci possano mai attraversare la vita di una donna. Si tratta infatti di un'esperienza unica, fatta di gioie ma anche di tantissime preoccupazioni verso il proprio bambino. Una delle domande più frequenti che una donna si pone durante i primi mesi di vita del proprio piccolo riguarda indubbiamente l'allattamento. Molte mamme infatti non riescono a capire se il latte materno è sufficiente a sfamare il bambino oppure no. In molti casi è piuttosto facile capirlo, basta solamente seguire alcuni pratici e fondamentali accorgimenti. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi e semplici passaggi, come capire se il latte materno è sufficiente.

24

CapIre quanto latte si ha

La prima cosa da fare è capire quanto latte si ha. Sebbene dimensione e durezza del seno possano variare a seconda del periodo, il bambino succhiando riesce a "rifornirsi". Una volta raggiunto l'equilibrio necessario la mammella acquisterà in morbidezza. Sebbene quindi molti vedano la morbidezza come mancanza di latte, non è così che deve essere interpretato questo segnale. Se invece, il bambino vi sembra oggettivamente ancora affamato a fine poppata, potrete aumentare la frequenza delle poppate, così da stimolare la produzione stessa. Alla luce di questo principio almeno nel periodo iniziale dell'allattamento è preferibile non allungare il proprio latte con quello artificiale, proprio per evitare che il bimbo arrivi già sazio all'appuntamento con la poppata.

34

Valutare il comportamento del bambino

Dopo questa doverosa premessa bisogna ricordare che ci sono comunque delle situazioni in cui il latte non è sufficiente. Accorgersene non è sempre semplice ma per farlo è bene valutare il comportamento del bambino. In particolare se il bambino si "stacca" da solo è possibile che sia sazio, se invece continua a succhiare "a vuoto" è possibile abbia ancora fame. Allo stesso modo potete provare, una volta staccato dal seno, a dargli il biberon e vedere la sua reazione. Se dovesse succhiare ancora è possibile che abbia ancora fame.

Continua la lettura
44

Considerare il peso del bimbo

Un altro importante indicatore è il peso del piccolo. In questo caso però è opportuno affidarsi al pediatra che grazie alle sue conoscenze valuterà nel dettaglio peso, curva di crescita e caratteristiche fisiche del bambino, consigliandovi come proseguire ed in che modo organizzare in maniera opportuna la sua alimentazione, tenendo conto anche del vostro corpo e della vostra situazione fisica.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come capire se il latte materno è buono

L’alimento materno è perfetto per rispondere a tutte quelle che sono le esigenze nutritive del neonato. La natura lo ha perfezionato nel corso di milioni di anni, pertanto non solo è sempre adeguato e perfetto per la crescita e la salute del bebè,...
Bambino

Tecniche e metodi per la conservazione del latte materno

Quando si torna a casa dall'ospedale, dopo il parto, è opportuno per le neo-mamme conservare il proprio latte. Il neonato inizia con poppate minime, succhia circa 20 g di latte materno, ma nei giorni a venire la produzione dello stesso aumenta notevolmente....
Bambino

Come si forma il latte materno

Per il nutrimento di un neonato è sempre preferibile utilizzare il latte materno piuttosto che quello artificiale. È generalmente risaputo, infatti, che il latte della mamma contiene diverse sostanze nutritive utili alla crescita psico-fisica del bambino....
Bambino

Come congelare e scongelare latte materno

Il latte materno, ricco di proprietà nutritive, è un elemento fondamentale per la crescita e la salute del neonato. Esso, infatti, permette al bambino di costruirsi una flora batterica intestinale e un sistema immunitario forti, in grado di difendersi...
Bambino

Come mantenere la produzione di latte materno

È ormai risaputo che non c'è al mondo alimento migliore del latte materno per far crescere i propri figli sani e forti. Per il neonato il latte della madre è perfetto, perché contiene tutto quello di cui egli ha bisogno e perché non provoca le dolorose...
Bambino

Latte artificiale: quando preferirlo a quello materno

L'allattamento ricopre per mamma e bambino una grande importanza, il contatto fisico e la trasmissione di anticorpi che avviene sin dai primi giorni di vita, attraverso le prime gocce di colostro, proteggono il bimbo da infezioni e malattie. In alcuni...
Bambino

Come stimolare gli ormoni per la produzione di latte materno

Una delle cose più naturali che la vita può riservare ad una donna è l'allattamento al seno. Questo oltre a nutrire il bambino, consente di creare con lui un rapporto speciale fatto di contatto, amore e nutrimento. Significa alimentarlo in ogni senso,...
Bambino

Come capire se il neonato non digerisce il latte

Tutte le neomamme cercano di capire se il loro piccolo digerisce o meno il latte, molte si preoccupano se il neonato dopo la poppata non fa il ruttino, oppure se rigurgita o addirittura si allarmano se notano che è un po' agitato o ha il singhiozzo....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.