Come capire se il bambino mangia bene al seno

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se non ci sono particolari problemi, l'allattamento materno è quello più idoneo per il lattante. Il latte, infatti, composto di acqua, proteine, grassi, zuccheri, sali, vitamine, è completo dal punto di vista nutritivo, facilmente digeribile dal neonato e specifico per lui. Inoltre contiene, degli "anticorpi" che sono importanti per la difesa contro le malattie, specialmente le infezioni intestinali. Se il latte materno è scarso oppure la mamma non vuole allattare al seno, si potrà ricorrere al latte formulato. La mamma che allatta ha con il suo bambino un rapporto "speciale", profondo, giorno per giorno più intenso. Capita spesso però, che la neo-mamma, specialmente nelle prime settimane, si domandi se il suo bambino prenda abbastanza latte. Con l'alimentazione al seno, infatti, non c'è immediato riscontro in questo senso e la mamma dovrà, in una certa misura, affidarsi al suo istinto e alla propria esperienza. Come capire, dunque, se il bambino mangia bene al seno? In questa guida saremo in grado di chiarire tutti i dubbi alla neo-mamma.

25

La posizione

La prima operazione da compiere è quella di trovare una posizione il più possibile comoda e appartata. Esistono almeno tre posizioni per allattare: quella classica in cui la sta mamma seduta con il bimbo in braccio, pancia contro pancia e testolina all'altezza del seno; quella distesa in cui la mamma sta su un fianco con il bimbo disteso accanto, e a "rugby" con la mamma seduta e il bimbo disteso accanto, con la testolina all'altezza del seno. Provale tutte, il seno si svuoterà in modo ottimale e offrirai sollievo ai capezzoli in caso di ragadi. Tieni presente che spesso, in caso di crescita lenta, il problema non sta nella scarsa produzione di latte, ma nella mancata ricezione da parte del piccolo. Fai attenzione, quindi, che il tuo bambino si attacchi in modo corretto. Se hai dei dubbi, non esitare a rivolgerti al consultorio pubblico più vicino a te, al nido dell'ospedale in cui hai partorito, al pediatra o alle associazioni locali di supporto alle mamme della tua zona che allattano.

35

I tempi della poppata

Ora osserva il tuo bimbo succhiare. Le sue guance si gonfiano? La bocca è ben aperta? Deglutisce? Se ti sembra che il piccolo faccia tutte queste cose, probabilmente sta succhiando correttamente. Controlla anche la durata della poppata: un neonato, specialmente nei primi giorni, può stare attaccato al seno anche più di mezz'ora. Inoltre il latte non è uguale durante il corso della poppata e risponde al duplice bisogno del bambino di dissetarsi o di sfamarsi. Il primo latte, infatti, è liquido e ricco di zuccheri, in seguito si addensa e si arricchisce di grassi. È importante, quindi, dare modo al bimbo di prolungare o interrompere la poppata a seconda delle sue esigenze. Ricorda, a questo proposito, che il bambino manifesta sempre i suoi bisogni: osservalo con attenzione e riuscirai a capirlo.

Continua la lettura
45

Consulenza ed aiuto

Allattare è un'esperienza di crescita per la mamma e per il suo bambino. Sentire la mamma pronta e disponibile non solo a sfamarlo ma anche ad offrirgli un contatto fisico, dà al bambino un profondo senso di sicurezza. Moltissime sono le strutture e le associazioni, anche a livello locale, che sostengono e offrono aiuto e consulenza alle mamme che allattano.

55

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come e quando usare il tiralatte

La maternità è di certo uno degli aspetti più belli ed appaganti della vita di una donna. Ma talvolta essere una madre è anche sinonimo di grande impegno, lavoro e fatica. L'aspetto più impegnativo della maternità durante i primissimi tempi di vita...
Bambino

Attaccare il neonato al seno: 5 regole da seguire

Il desiderio di quasi ogni mamma è quello di riuscire ad allattare al seno il proprio bambino e di far sì che questo momento sia piacevole e positivo per entrambi, ma per far in modo che questo accada bisogna attaccare correttamente il neonato al seno...
Bambino

Come capire se si ha abbastanza latte materno

Prima della nascita del bebè e durante gli ultimi tre mesi di gravidanza, il seno della futura mamma si prepara alla produzione del latte materno che costituirà il principale nutrimento per il nuovo nato. L'allattamento al seno è particolarmente importante,...
Bambino

Tutte le posizioni per l'allattamento

Se sei una neo-mamma, l'allattamento al seno, uno degli atti più naturali del mondo, all'inizio potrebbe sembrarti complicato. Tutto quello che ti serve è un po' di pratica per imparare a sostenere il tuo bambino in una posizione comoda, nella quale...
Bambino

Come allungare i tempi tra una poppata e l'altra

Sempre più donne stanno diventando consapevoli dei vantaggi dell'allattamento al seno per i loro bambini e per se stesse. L'allattamento al seno sviluppa una speciale vicinanza tra madre e figlio vantaggiosa per entrambi. Le problematiche dell'allattamento...
Bambino

Allattamento al seno: 10 cose da sapere

Diventare madre è il dono più bello che la vita possa regalare ad una donna. È la più alta espressione della femminilità che non eguaglia nulla al mondo. Una madre instaura un rapporto di amore col proprio figlio che va oltre qualsiasi immaginazione....
Bambino

Latte artificiale: quando preferirlo a quello materno

L'allattamento ricopre per mamma e bambino una grande importanza, il contatto fisico e la trasmissione di anticorpi che avviene sin dai primi giorni di vita, attraverso le prime gocce di colostro, proteggono il bimbo da infezioni e malattie. In alcuni...
Bambino

Come regolare le poppate di un neonato

Avere un neonato nella propria abitazione rappresenta la gioia più immensa per un genitore, ma al tempo stesso, ci sono svariati dubbi che assalgono questi ultimi. Uno di questi riguarda, sicuramente, l'allattamento. Avviare per bene la fase di allattamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.