Come capire se il bambino ha problemi di socializzazione

Tramite: O2O 01/10/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Preoccupazione di molti genitori è capire se il loro bambino sarà un tipino socievole, simpatico, pieno di amici o piuttosto sarà più introverso e solitario. I bambini fanno tanti cambiamenti durante la loro crescita e fare questa valutazione è un po' difficile e spesso prematuro. Ci sono alcuni segnali da osservare tenendo comunque conto del carattere del piccolo e dell'ambiente in cui cresce.
Ecco come capire se il bambino ha problemi di socializzazione.

26

Il gioco fino ai tre anni

L'osservazione di nostro figlio mentre gioca può darci un'idea dello suo spirito di socializzazione. Intanto non dimentichiamo mai che il gioco è soprattutto un mezzo per conoscere se stesso e il mondo che lo circonda, per questo ad ogni fascia di età il modo di giocare è differenze e prevede passaggi e modalità particolari e diversi. Più i bambini sono piccoli, al di sotto dei tre anni, più ovviamente giocano in solitaria, per prendere confidenza con il proprio corpo, per imparare a muoversi, camminare, prendere contatto con gli oggetti o l'ambiente. A quest'età non c'è molto tempo per socializzare, presi come sono da scoprire se stessi.

36

il gioco fra 3 a 5 anni

I bambini di età compresa fra i tre e i cinque anni, ad esempio, avranno un modo di giocare e di socializzare diverso da più piccoli e da quelli più grandicelli. Siamo nella fase del cosiddetto "gioco parallelo". Completato il tempo della scoperta di se stesso e del mondo circostante ora il bambino comincia a osservare gli altri, i suoi coetanei. Non giocano ancora insieme ma la socializzazione si compie nel fare lo stesso gioco "in parallelo", in spazi diversi, uno vicino all'altro, ma non insieme.
È un processo normale nella crescita dei nostri figli. Se non giocano ancora insieme non è per forza un segno di problemi di socializzazione.

Continua la lettura
46

Il gioco dai 6 agli 8 anni

Dopo i sei anni l'approccio al gioco e ai rapporti con i coetanei cambia sostanzialmente. La frequenza della scuola mette il bambino davanti all'esigenza di doversi confrontare con gli altri, di dover condividere spazio e tempo e finalmente c'è l'occasione di entrare in confidenza. Inizialmente la socializzazione avviene avvicinandosi a un solo amichetto per volta, l'idea del giocare in gruppo è ancora un po' lontana. C'è la curiosità di conoscere l'altro e qualche volta c'è anche la voglia di provocare nel tentativo di prevaricare, di mettere alla prova, di "misurare" chi ci sta davanti.

56

Il gioco dagli 8 anni

Capire se un bambino ha problemi di socializzazione è possibile, quindi, solo dopo i sette, otti anni di età. Fino ad allora il gioco in solitaria è prevalemente un processo di crescita. Durante questa valutazione è comunque importante tenere conto di tutte gli aspetti caratteriali del bambino. Molti bambini sono estroversi, vivaci, amano la compagnia degli altri e giocare in gruppo. D'altro canto molti altri bambini sono più introversi, timidi, insicuri: hanno bisogno di più tempo per integrarsi in un gruppo di coetanei. Questo non significa che abbia problemi di socializzazione.

66

Il gioco di gruppo

Per aiutare i nostri bambini alla socializzazione con i coetanei, è necessario innanzitutto capire l'indole caratteriale del bambino. Evitiamo di forzarlo a inserirsi in un gruppo dove non si sente a suo agio e soprattutto a colpevolizzarlo se predilige il gioco in solitaria. Accrescere la sua autostima, facendolo sentire sicuro di se stesso lo aiuterà certamente a integrarsi nel gruppo senza sentirsi inferiore o sureriore, ma uno di loro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come scoprire se il bambino ha problemi alla vista

I problemi alla vista sono molto frequenti specie nei primi anni di vita ma con una accurata diagnosi e una altrettanta tempestiva cura si possono rilevare guarigioni totali. In questa guida vedremo come scoprire se il bambino ha problemi di vista. È...
Bambino

Come capire se il bambino è pronto a togliere il pannolino

Capire se è il caso di togliere il pannolino al proprio bambino non è mai una cosa molto semplice. Ci sono genitori che si basano sull'età, ma, in realtà, la cosa migliore da fare sarebbe quella di basarsi su determinati segnali che vi dà vostro...
Bambino

Come capire se il bambino mangia bene al seno

Se non ci sono particolari problemi di salute o di carenza di latte accertata, l'allattamento materno è quello più idoneo per il lattante. Il latte, infatti, composto di acqua, proteine, grassi, zuccheri, sali, vitamine, è un alimento completo dal...
Bambino

Come capire se il bambino dorme tranquillo

Generalmente i bambini, soprattutto se neonati, possono riscontrare qualche problema di sonno. Le motivazioni per cui il bambino non dorme possono essere varie, ma nel caso dei neonati il fatto di svegliarsi ogni 3 o 4 ore si ricollega alla fame. Le ore...
Bambino

Come capire il tuo bambino dal linguaggio del corpo

Sin dalla più tenera età, i bambini cercano di comunicare ed interagire con il mondo esterno. Per farlo impiegano tutti i modi che sono a loro disposizione. Non hanno ovviamente la possibilità di parlare, ma attraverso versi, gesti ed atteggiamenti...
Bambino

Come stimolare lo sviluppo sociale del bambino

I bambini nascono con un carattere personale e un indole più o meno favorevole alla socializzazione: ad esempio, ci saranno dei piccoli maggiormente estroversi, socievoli e gioiosi.Questo non toglie che, le esperienze maturate durante i primi anni di...
Bambino

Come aiutare i bambini ad affrontare i problemi

A seconda dell'età non sempre è semplice aiutare i bambini ad affrontare i problemi.A volte non sanno esprimere il loro disagio o la loro sofferenza indirizzandoli nella giusta direzione.Altre volte invece non sanno spiegare il problema che li afflige...
Bambino

Come capire quando è il momento giusto per togliere il pannolino

Ogni mamma sa che il momento di togliere il pannolino al piccolo non è semplice. Prepariamoci psicologicamente ai primi problemi, cerchiamo di non obbligarlo con rimproveri o punizioni, questa fase per il bambino non è facile. Per instradare il bambino...