Come calcolare il peso ideale di un bambino

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Nel primo anno di vita è importante controllare, in maniera abbastanza costante, il peso del proprio bambino. Per calcolare il peso ideale di un bambino, è necessario partire dal dato che si rileva immediatamente dopo la nascita, tenendo in considerazione che il peso medio di un neonato è di circa 3 kg. In questa semplice ed esauriente guida, vi andremo a spiegare come è possibile andare a calcolare il peso di un bambino seguendo alcune regole ben precise. In ogni caso, tutto quello che conta, al di là delle tabelle e delle statistiche, è che l'accrescimento deve essere regolare e non deve subire alcuna battuta d'arresto oppure una prolungata stazionarietà. È sempre buna regola far pesare i propri bambini dal pediatra, in modo tale da presentare un quadro generale esatto e completo della giusta crescita durante tutto l'arco dei primi anni di vita.

26

Occorrente

  • Oltre alla bilancia, munirsi di un telo morbido (da tarare ovviamente) su cui adagiare il neonato
36

Le tabelle "percentili"

Per calcolare il peso ideale si può fare riferimento ad un valore medio calcolato statisticamente a seconda di un'età e di un peso definiti. È buona regola, pertanto, avere un'idea approssimativa del peso medio ideale di un lattante nei primi mesi di vita e di quello che dovrebbe essere l'aumento di peso nei vari trimestri. Vengono utilizzate le cosiddette tabelle "percentili", che tengono in considerazione della variabilità del campione desiderato.

46

Nei primi giorni di vita

Nei primi giorni di vita, generalmente, si verifica un certo calo ponderale, definito fisiologico. Generalmente il bambino tende a recuperare il propri peso corporeo dopo circa 10-14 giorni dalla nascita, dal momento che la neo mamma viene dimessa dall'ospedale e si può dedicare alla fase di allattamento in tutta tranquillità. A partire da questo momento i pediatri raccomandano, ai genitori, di accertarsi che il bambino aumenti almeno 2 etti alla settimana per i primi 3 mesi di vita, con un margine di scarto di circa 50 grammi, e con delle visite regolari dal proprio pediatra.

Continua la lettura
56

Il secondo trimestre

È importante controllare la crescita del bambino, anche un giorno alla settimana, pesando il piccolo nudo, ovviamente prima del pasto, sempre nello stesso giorno ed alla medesima ora per essere il più precisi possibili. Nel secondo trimestre lo sviluppo ponderale dovrebbe aumentare con un ritmo minore rispetto al primo periodo, continuando a diminuire anche dopo il 6° mese per poi stabilizzarsi nell'ultimo trimestre. In linea generale, il bambino dovrebbe raddoppiare il suo peso iniziale in 5 mesi, per poi triplicarlo al termine del primo anno.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non fatevi prendere dall'ansia per pochi grammi in più o in meno rispetto alle tabelle, controllare la regolarità dell'accrescimento
  • Rivolgetevi a un pediatra per avere dati certi
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come Sapere Se Il Bambino Mangia La Giusta Quantità Di Latte In Polvere

L'alimentazione dei neonati è il primo problema con cui la mamma deve confrontarsi sin dai primi momenti di vita del proprio bambino. Può capitare, infatti, che per le più svariate ragioni il latte materno non sia sufficiente al bambino o non possa...
Bambino

Come scegliere gli sci da bambino

Praticare uno sport è di fondamentale importanza al fine di mantenersi in forma ed iniziare in età infantile, garantisce una crescita del fisico più adeguata in quanto fin da piccoli, vi è la necessità di aiutare il corpo allo sviluppo muscolare...
Bambino

Come insegnare al bambino a gattonare

L’atto del gattonare è un momento di svolta nel bambino, in quanto rappresenta il suo primo traguardo che lo porterà al completo movimento autonomo, cioè al camminare. Quando un bambino inizia la fase carponi, è di fondamentale importanza che venga...
Bambino

Come insegnare al bambino ad usare il vasino

Una delle cose più importanti da fare, quando il proprio bambino sta crescendo, e si vuole segnare un passo importante nel suo percorso formativo, è proprio quello di insegnargli ad utilizzare il vasino al posto del pannolino per fare i suoi bisogni....
Bambino

Come aiutare un bambino a concentrarsi

Oggi, la concentrazione per un bambino, è qualcosa davvero di difficile da trovare e mantenere, Questo perché, con le tante distrazioni e le fasce d'età delicate che si ritrovano ad affrontare, restare focalizzati su qualcosa diventa quasi una sfida....
Bambino

Come stimolare un bambino a camminare

Quando un bambino inizia a camminare? Senza dubbio quando glielo consentono le strutture ossee e muscolari ma anche quando tutte le funzioni neurologiche che permettono la marcia sono appropriatamente mature. Un altro aiuto fondamentale, quando il bambino...
Bambino

Cosa fare se il bambino non fa la pipì

Tutti i giorni è normale eliminare l'urina nella vescica attraverso la minzione, e la quantità può variare in base al peso, l'età e la quantità di liquidi assunti. Alcune volte può capitare, però, che il bambino smetta di urinare per diverse ore...
Bambino

Come fare se il bambino ha difficoltà ad esprimersi

Educare un bambino e prendersene cura non è mai semplice, le difficoltà a cui un genitore va incontro sono moltissime e difficilissime, e non si è mai preparati a sufficienza. In questa guida vedremo come fare se il bambino ha difficoltà ad esprimersi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.