Come arredare la camera dei gemelli

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

L'arrivo di un bebè rappresenta sempre una felicità unica per entrambi i genitori che l'aspettano. A volte, tuttavia, la sorpresa si moltiplica con la nascita di due o più gemellini. In questo caso, occorre avere un'organizzazione più accurata e particolare possibile, in modo da potere accogliere i piccoli in casa. La loro cameretta deve essere il punto di riferimento in cui trascorreranno buona parte della loro giornata. Questo ambiente è, pertanto, molto importante e per questo motivo deve essere arredato con molta cura. In questa guida spiegheremo come è possibile arredare la camera dei gemelli in modo fantasioso ed efficace. Affronteremo, pertanto, una situazione apparentemente difficile da gestire. Tuttavia, con una buona organizzazione, l'arredamento dei gemelli può essere creato in modo fantasioso ed utilissimo, indipendentemente dal loro sesso.

27

Occorrente

  • Mobili d'arredo di colori diversi
  • Fasciatoi
  • Culle
  • Armadietti
  • Tappetini
  • Giocattoli
37

La prima considerazione che deve essere fatta è che, quando si dovranno selezionare i mobili, il sesso dei gemellini è fondamentale da sapere. Il colore dell'arredamento, infatti, varia se si tratta di maschietti, di femminucce o di entrambi i sessi. In ogni caso, è necessario pensare a quali sono gli oggetti fondamentali che non possono assolutamente mancare. Tra questi ci sono, ad esempio, il fasciatoio e le culle, che devono essere scelte di colori differenti per non confondersi. Il rosa è il colore classico per le bambine, mentre l'azzurro è indicato per i maschietti. Comunque, vanno anche bene dei colori neutri come il giallo ed il verde acqua.

47

Una volta che è stato scelto il colore dei mobili, è necessario pensare alle pareti della casa. Anche in questo caso, le tonalità variano a seconda del sesso del neonato. Se i gemellini sono un maschio ed una femmina, si può anche pensare di colorare la cameretta con due colori differenti. In alternativa, si può anche scegliere un colore pastello neutro. Un bella idea potrebbe essere anche quella di scrivere sulla parete il nome dei bambini, in modo tale che ognuno di loro abbia un proprio spazio. Per personalizzare le pareti, inoltre, si possono anche appendere delle foto di bambini o dei quadri a tema.

Continua la lettura
57

Un'idea molto pratica e comodissima è quella di dividere in due lo spazio della cameretta. Per farlo, si potrebbe mettere al centro un mobiletto o un piccolo armadio. Non devono naturalmente mancare i tappetini, da collocare nelle vicinanze delle culle e dei lampadari. La scelta di questi oggetti è estremamente vasta e molto dipende dai gusti dei genitori. Anche in questo caso, comunque, si può giocare molto sull'accostamento dei vari colori. È buona regola, inoltre, selezionare le tinte giuste da intonare al resto dell'arredamento.

67

In ogni cameretta, inoltre, non può mancare un angolo riservato ai giochi. È necessario, pertanto, organizzare al meglio lo spazio per dedicare una parte soltanto ai giocattoli dei piccoli. Se i bambini sono già grandi, è preferibile realizzare due spazi giochi distinti per evitare litigi tra di loro. Per recuperare lo spazio, si possono anche utilizzare delle cassapanche. Questi oggetti sono molto utili, dal momenti che al loro interno è possibile collocare i giochi ed avere la cameretta sempre in ordine ed in buono stato. Questo, tra l'altro, consentirà di poterla pulirle al meglio.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Scegliere i colori della biancheria, come ad esempio le lenzuola per la culla, in modo che si intonino all'arredamento.
  • Decorare le pareti a tema, scegliendo magari i personaggi delle favole.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come accudire gli anziani in famiglia

Oggi si vive una vita frenetica dove non abbiamo mai un minuto per dedicarci alla cura di noi stessi e degli altri, ma se solo ci fermassimo per un attimo capiremo quanto amore e quante cose hanno da insegnarci gli anziani. È molto importante sottolineare...
Famiglia

5 idee regalo low cost per un matrimonio

Ricevere l'invito ad un matrimonio è un lieto evento che elettrizza i più. Parenti e amici si stringono attorno alla coppia nel loro giorno più bello. E ogni invitato deve fare i conti sia col guardaroba sia con i regali. Per i nuovi coniugi possiamo...
Famiglia

Cosa regalare a Natale alla mamma

Con l'approssimarsi delle vacanze natalizie, i bambini cominciano a pensare ai regali.. Da ricevere, ma anche a quelli da fare alla persona più importante della loro vita: la mamma! Cosa regalare a Natale alla mamma? Una domanda che ci poniamo tutti,...
Famiglia

Affidamento familiare: cos'è e come funziona

In questa guida, vogliamo offrire un aiuto concreto a tutte quelle coppie, single e famiglie, che hanno intenzione di donare un po' del loro amore ad altri bambini, che non siano i loro figli. Sono veramente in tante le famiglie e non solo, che decidono...
Famiglia

5 segnali che vostro figlio usa stupefacenti

L'uso di sostanze stupefacenti è sempre più diffuso tra i giovani e giovanissimi ed anche tra gli adulti. L'età purtroppo si abbassa sempre di più. Abbiamo addirittura ragazzini che già alle scuole medie, spesso trascinati da compagni più grandi,...
Famiglia

Come rendere la messa a nanna un momento piacevole

Mettere a nanna un bambino non prevede una regola fissa, in quanto ogni piccolo individuo ha il suo carattere e le sue abitudini. I rituali, poi, possono cambiare anche a seconda dell'età: se il bimbo è molto piccolo può bastare una ninna nanna, mentre...
Famiglia

10 consigli per comunicare con gli adolescenti

Essere genitori non è alquanto facile. Lo è ancora meno se abbiamo dei figli adolescenti. I ragazzi a questa età affrontano una fase davvero difficile della loro vita. Gli sconvolgimenti ormonali si mescolano alle prime crisi esistenziali. Gli adolescenti...
Famiglia

Le 10 cose che non diresti mai a tua madre

Il rapporto tra genitori e figli è sempre molto complesso, ma in particolar modo il rapporto con una madre è molto delicato. Una madre infatti ha un legame molto speciale con la creatura che ha generato, che non cambia solo perché passano gli anni,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.