Come alleviare il dolore alle gengive del bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Come tutti sappiamo, i bambini necessitano attenzioni di cure continue. Per esempio, una volta che è terminata la fase delle terribili coliche gassose e, finalmente, possiamo sentirci liberi dalla preoccupazione sui dolori che il nostro bambino ha provato e per i quali non abbiamo dormito la notte, ecco che non abbiamo neanche il tempo di esultare che già sopraggiunge un altro problema: la crescita dei dentini (chiamati decidui). Questo è un evento fisiologico che, secondo i pediatri, non necessita di cure mediche. Tuttavia, di fronte ai continui lamenti del bambino, nessun genitore riesce a stare con le mani in mano. Con questa guida voglio darvi qualche consiglio utile per alleviare il dolore alle gengive del vostro bambino. Ovviamente, per qualsiasi problema ricordatevi di non limitarvi alle informazioni che trovate in rete, piuttosto chiedete aiuto e consigli al pediatra.

28

Occorrente

  • Tazza,cucchiaio , acqua (qb)bollitire ,malva ,camomilla .
  • Massaggiatore gioccattoli a forma di animali.
38

E’ risaputo che la crescita non avviene sempre con le stesse tempistiche, infatti queste cambiano da bambino a bambino, per cui non c’è da preoccuparsi se, per esempio, a 7 mesi il bimbo non ha neanche un dentino. I primi dentini che spunteranno, per la gioia di noi genitori, saranno gli incisivi centrali inferiori, evento che si verifica, approssimativamente, verso il 6°e 8° mese. Seguirà, dal 7° al 9° mese, la crescita degli incisivi centrali superiori; tra 8° e il 10°mese si faranno spazio gli incisivi laterali superiori, mentre gli incisivi laterali inferiori spunteranno verso il 10° e il 12° mese. Faranno seguito i primi molari, i canini e i secondi molari tra i 12° e 30° mesi. Per i denti permanenti aspetteremo che il nostro fagottino compirà almeno 6 o 7 anni ma, anche in questo caso, se la crescita dovesse tardare, non allarmiamoci.

48

Durante questa prima fase, noteremo che il bambino tenderà ad afferrare tutti gli oggetti, come ad esempio i giocattoli, che troverà per portarli alla bocca. Vi consiglio di munirvi di un massaggiatore gengivale: si tratta di giocattoli molto particolari, reperibili in farmacia, che consentono al bambino che sente l'esigenza di mettere gli oggetti in bocca, di farlo senza problemi, senza che si verifichino lesioni. Basterà lasciarli nel frigorifero (assolutamente non nel freezer) per un paio d'ore per poi darlo al nostro bambino. Questi giocattoli sono realizzati in silicone e si trovano di varie forme e dimensioni (potete scegliere tra pupazzetti, anelli ecc.) e svolgono perfettamente questa funzione.

Continua la lettura
58

Passiamo ora ai rimedi per alleviare il dolore alla bocca del nostro cucciolo. Le gengive saranno, infatti, molto infiammate e causeranno un’eccessiva salivazione. Passando delicatamente sopra il dito noteremo un certo gonfiore. Per portare sollievo al nostro bimbo potremo massaggiare le gengive con un batuffolo di cotone imbevuto di camomilla o con un impacco di malva; in quest’ultimo caso il procedimento sarà il seguente: immergere tre cucchiai di foglie e fiori di malva essiccati in una tazza di acqua bollente e lasciare in infusione per 10 minuti, una volta filtrato l'infuso è subito pronto. Naturalmente lasciate che l'infuso si raffreddi, fino ad arrivare alla temperatura ambiente o, al massimo, leggermente tiepido.

68

Un altro rimedio è basato sull'utilizzo del miele rosato (da evitare però per le carie) o delle creme balsamiche: quest’ultime sono ottime per ammorbidire le gengive e sono reperibili tranquillamente in farmacia o erboristeria. Un consiglio: se il bambino durante il giorno è inappetente non forziamolo a mangiare ed evitiamo di dargli cibi troppo freddi o troppo caldi. Per fortuna questi disturbi non durano a lungo: appena spunterà il primo dentino scompariranno e sia voi che lui ritornerete a dormire beatamente.

78

Per quanto riguarda i rimedi della nonna, tempo fa si usava portare al collo una collana con un ciondolo in ambra o in radice di viola il quale, mordicchiandolo, si pensava avesse la proprietà di assorbire il dolore alle gengive del bambino. Naturalmente non vi è nessun fondamento scientifico, forse è una delle tante leggende metropolitane, anche se, forse, qualcuna delle nostre nonne o bisnonne l'avrà testato! Ad ogni modo, adottando le dovute precauzioni, nulla ci vieta di provare!

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cibi tiepidi,massaggi ai gengivi molto frequentemente.
  • Tante coccole,tanta pazienza.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Quando nascono e come crescono i denti da latte

I denti sono composti, dall'esterno verso l'interno da Smalto, Dentina, Polpa, Gengiva, Cemento, Osso, Vaso Sanguigno e Nervi e si distinguono in denti da Latte che iniziano a crescere nel bambino dopo il sesto mese di vita e denti permanenti che iniziano...
Bambino

Come affrontare i primi dentini del bimbo

Il primo periodo in cui spuntano i dentini ai neonati è sicuramente un momento molto delicato e critico. Ogni bambino, comunque, ha la dentizione in diverso modo e tempo. Già alcuni possono iniziare ad averla nel terzo mese di vita per esempio, mentre...
Bambino

Come gestire i primi dentini

La dentizione post-natale inizia di solito intorno ai sei mesi, ma può essere posticipata o anticipata da individuo a individuo. I segnali di un’imminente eruzione di denti sono la salivazione abbondante, le gengive gonfie ed infiammate, la voglia...
Bambino

Come calmare il pianto di un neonato

Capita spesso, quando ci si prende cura di un neonato, che il piccolo pianga, ma senza che noi sappiamo il perché. Essendo il pianto l'unico modo che hanno i neonati per esprimersi, diventa importante, soprattutto per i neogenitori, riuscire a interpretare...
Bambino

Come far abituare il bambino all'apparecchio ortodontico

Oggi, gli apparecchi ortodontici sono molto migliorati rispetto a quelli di alcuni anni fa, di conseguenza è più semplice abituarsi a portarlo. La cosa fondamentale è seguire alla lettera le indicazioni del dentista, non saltare gli appuntamenti perché...
Bambino

10 consigli per far dormire il tuo bambino

Può capitare a volte che i bambini, soprattutto durante i loro primi mesi di vita, facciano fatica ad addormentarsi o peggio non dormano per tutta la notte o quasi e questo si riflette inevitabilmente anche sui genitori che, al mattino seguente, si sentono...
Bambino

Come pulire il viso ad un neonato

Pulire il viso ad un neonato è un' operazione che richiede delicatezza e che va svolta con competenza. La pelle dei neonati è infatti molto delicata, tende a irritarsi facilmente e va trattata con dei detergenti appositi. Pulire il viso del neonato...
Bambino

Motivi per cui un neonato piange

Poiché tutti i bambini non hanno ancora l'uso della parola, l'unico metodo di comunicazione che ha un neonato per farsi capire dai genitori o da chi gli sta intorno è il pianto. Ogni qual volta che sente il bisogno di comunicare qualcosa infatti l'unico...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.