Come aiutare un bambino a superare la perdita di un cane

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La perdita del proprio cane è un evento luttuoso. Si prova un dolore identico alla scomparsa di una persona cara. Si dà per scontato che un cane viva meno di un essere umano. Eppure, quando questo splendido animale muore, in casa resta un enorme vuoto. Tutti i familiari devono superare la perdita, ma per i bambini presenti nella famiglia è ancora più difficile, con un impatto emotivo molto forte e difficile. La relazione tra un bambino e il suo cane è unica. Attraverso di essa, il bambino impara a prendersi cura qualcun altro, apprende il concetto di rispetto, di protezione e di amore incondizionato. Con alcune razze canine, come il Golden Retriever, un bambino in difficoltà può sperimentare la pet therapy e fare notevoli progressi.
La morte del cane spezza questo legame interspecie straordinario. Occorre quindi aiutare il piccolo a superare la grave perdita.

26

Perdita del proprio cane per vecchiaia

Il rapporto con il proprio animale domestico è un rapporto mai conflittuale, ma anzi molto intenso proprio perché il cane dipende ogni giorno da noi.
Purtroppo proprio perché la loro aspettativa di vita è più corta della nostra, ci ritroviamo inevitabilmente a dovere affrontare la loro vecchiaia, una malattia e la loro morte.
Per aiutare un bambino a superare la perdita di un cane, bisogna procedere gradualmente. Ciò si può fare se la morte non è repentina. Il cane che decede per cause naturali, arriva tranquillamente alla vecchiaia. Diventa abbastanza facile preparare psicologicamente un bambino. Gli si farà notare che il cane, vecchio e stanco, presto andrà a stare in un altro posto. Lì lo attenderà fedelmente.

36

Perdita improvvissa o per malattia

Nel caso di un male incurabile è preferibile prepararlo progressivamente, ma mostrandosi sempre ottimisti. È controproducente e poco educativo mentire sullo stato di salute del cane. Importante invece rendere partecipe e consapevole il bambino perché sia preparato e possa stare vicino al proprio animale domestico durante i suoi ultimi momenti.
Si consiglia di mantenere un simile comportamento anche di fronte alla perdita improvvisa. Bisogna informare il bambino con delicatezza di quanto successo. Nel comunicare la notizia del decesso, infondere note positive. Dire che il cane è spirato sereno e felice, senza sofferenza.

Continua la lettura
46

Elaborazione del lutto

Nel periodo successivo alla perdita del cane, aiutare il bambino parlando spesso dell'animale. L'esternazione dei sentimenti tipici del lutto, come rabbia, rifiuto, sensi di colpa, può davvero aiutare a rielaborare. Molto importante è quindi non reprimere nessuno di questi sentimenti nella naturale strada verso l'elaborazione della perdita.
Alcune idee utili nell'aiutare il bambino potrebbero essere raccogliere tutte le foto del cane in un album fotografico, ordinandole per data, sfogliare l'album insieme al bambino, per rivivere i ricordi più belli trascorsi con lui, invitare il piccolo a conservare in uno scatolone tutti gli effetti personali del cane.
Mantenere vivo il ricordo del cane attraverso oggetti reali o ricordi vissuti allevierà il vuoto e la mancanza della perdita.

56

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come aiutare il bambino a superare un lutto

Perdere una persona cara succede prima o poi a tutti. Se la persona è un familiare molto stretto, come un genitore, un fratello o un nonno, la vita non sarà mai più come prima. Quando la perdita accade ad un bambino, gli adulti non sanno proprio come...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare la paura dei cani

Chiunque può avere paura dei cani ma capita più frequentemente nei bambini che, pur non essendo mai stati morsi dall'animale, ne hanno timore. Questo succede perché il loro comportamento vivace mette i cani in condizione di euforia o rabbia, che li...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare la balbuzie

La balbuzie è un'alterazione del linguaggio. È caratterizzata dall'uso di suoni ripetitivi o prolungati. Sono frequenti delle pause tra una parola e l'altra. A volte ci sono dei veri e propri blocchi nella fonazione. Il balbuziente formula un pensiero,...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare l'ansia da separazione

Solitamente, attorno agli otto o ai nove mesi i neonati iniziano a rendersi conto di non essere un tutt'uno con la loro mamma e che possono essere separati da lei. In questi momenti possono essere colti da una serie di sensazioni del tutto negative, derivanti...
Bambino

Come aiutare un bambino con difficoltà di linguaggio

Lo sviluppo del linguaggio avviene in tempi diversi. Il bambino apprende le parole più elementari dai genitori, dai fratellini o dalle sorelline. I fattori biologici ed ambientali contribuiscono ad accrescere il suo vocabolario. Tuttavia, si possono...
Bambino

Come aiutare un bambino a farsi degli amici

Una sana vita sociale fin da piccoli aiuta a formare adulti felici e consapevoli. Ecco perché è importante che i genitori aiutino il proprio bambino a superare eventuali resistenze nel confrontarsi con gli altri compagni di gioco e di scuola. È bene...
Bambino

Come aiutare il bambino da 0 a 3 mesi a dormire

Il sonno è fondamentale per la serenità del bambino. L'alternanza tra le ore di veglia e quelle dedicate al riposo assicura al piccolo una corretta scansione della giornata. I neo genitori devono quindi aiutare il bambino a trovare il ritmo adeguato...
Bambino

Come aiutare un bambino a non essere geloso degli altri

Iniziamo subito col dire che crescere un bambino ed educarlo al meglio è una delle imprese più difficoltose e allo stesso tempo impegnative per un genitore o per un educatore. Uno dei momenti più difficili da superare infatti, è quando nasce un fratellino,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.