Come aiutare un bambino a farsi degli amici

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Una sana vita sociale fin da piccoli aiuta a formare adulti felici e consapevoli. Ecco perché è importante che i genitori aiutino il proprio bambino a superare eventuali resistenze nel confrontarsi con gli altri compagni di gioco e di scuola. È bene infatti che il bimbo riesca a gestire le piccole sconfitte e a condividere i propri spazi con gli altri, ma deve anche riconoscere le emozioni positive da quelle negative, oltre a sviluppare l'autostima ed accrescere l'empatia. In effetti, la riprova sociale è un passo fondamentale nel processo di apprendimento e crescita. Quindi la capacità di relazionarsi correttamente con gli altri piccoli amici è un'abilità che si può imparare ed anche migliorare fin dalla tenera età. Ecco allora come aiutare un bambino a farsi degli amici.

26

Occorrente

  • Pazienza e affetto
36

La timidezza va aiutata e trasformata in amicizia

Per aiutare il proprio figlio a farsi degli amici occorre solo un po' di pazienza e affetto, infatti ci sono dei bambini che sono più difficili di altri perché magari molto sensibili o con un carattere chiuso e piuttosto timido. Sono quelli sempre silenziosi, che si mettono in disparte senza partecipare alle attività ludiche. Per loro rimane difficile farsi degli amici e quindi il primo passo per aiutare il bimbo ad integrarsi con gli altri bambini e a socializzare è proprio quello di presentargli uno o più bambini. Lui starà senz'altro ancora in disparte, ma la simpatia e la positività dell'infanzia è contagiosa e alla fine la voglia di giocare e divertirsi vince sempre. Ecco allora che l'aiuto del genitore ha fatto scaturire quella compatibilità positiva e spensierata che può essere sia di gioco che di studio.

46

L'antipatia va diminuita e capita

Dal momento che notiamo questo piccolo spiraglio di amicizia è bene orientare tutti gli sforzi su quel determinato approccio e cercare nel quotidiano di far giocare insieme quei due o più bambini che ora formano un gruppetto e si sono ritrovati. Ma non si deve pretendere che il bimbo vada d'accordo con tutti, infatti alcuni di loro non si sopportano proprio. In questo caso l'aiuto va indirizzato verso la comprensione e l'accettazione anche se è molto difficile da far capire ad un bimbo piccolo. Comunque sia è sempre un primo passo verso l'integrazione ed il rispetto. E quando il proprio figlio chiede con insistenza dov'è l'amichetto a lui più simpatico il bambino ha già costruito, a volte anche da solo, la giusta amicizia.

Continua la lettura
56

Anche una piccola festa può aiutare a fare amicizia

Organizzare una festa in occasione del compleanno, per esempio con focacce, pizzette e dolci colorati potrebbe essere una bellissima idea per aiutare il bimbo a farsi degli amici nuovi come il figlio del vicino di casa o il cuginetto di un amico di scuola. Alla fine però, anche se l'amicizia è molto importante bisogna fare sempre attenzione a non peggiorare mai la fragile autostima del bambino.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si consiglia di aiutare il proprio bambino a fare amicizia con semplicità e naturalezza
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come aiutare il bambino da 0 a 3 mesi a dormire

Il sonno è fondamentale per la serenità del bambino. L'alternanza tra le ore di veglia e quelle dedicate al riposo assicura al piccolo una corretta scansione della giornata. I neo genitori devono quindi aiutare il bambino a trovare il ritmo adeguato...
Bambino

Come aiutare un bambino timido a fare amicizia

L'amicizia è un elemento fondamentale nella vita di ciascuno di noi. Anche un bambino timido avrà sicuramente degli amici, bisogna solo aspettare i suoi tempi e aiutarlo ad affrontare la paura di separarsi dalle persone che conosce come un momento di...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare la paura dei cani

Chiunque può avere paura dei cani ma capita più frequentemente nei bambini che, pur non essendo mai stati morsi dall'animale, ne hanno timore. Questo succede perché il loro comportamento vivace mette i cani in condizione di euforia o rabbia, che li...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare la perdita di un cane

La perdita del proprio cane è un evento luttuoso. Si prova un dolore identico alla scomparsa di una persona cara. Si dà per scontato che un cane viva meno di un essere umano. Eppure, quando questo splendido animale muore, in casa resta un enorme vuoto....
Bambino

Come aiutare un bambino con difficoltà di linguaggio

Lo sviluppo del linguaggio avviene in tempi diversi. Il bambino apprende le parole più elementari dai genitori, dai fratellini o dalle sorelline. I fattori biologici ed ambientali contribuiscono ad accrescere il suo vocabolario. Tuttavia, si possono...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare la perdita di un gatto

Pur tenendo conto che ciascuno di noi è diverso e vive la perdita del proprio animaletto, coniglietto, gatto o un altro animale che sia, tale articolo vi vuole spiegare come aiutare un bambino a superare questo trauma. Sempre più spesso gli animali...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare la balbuzie

La balbuzie è un'alterazione del linguaggio. È caratterizzata dall'uso di suoni ripetitivi o prolungati. Sono frequenti delle pause tra una parola e l'altra. A volte ci sono dei veri e propri blocchi nella fonazione. Il balbuziente formula un pensiero,...
Bambino

Come aiutare il bambino nella fase della dentizione

Il periodo della dentizione nei bambini è abbastanza delicato, ed è causa di non pochi malesseri che molto frequentemente possono mettere a dura prova la pazienza e la resistenza dei loro genitori. Il bambino, infatti, potrebbe essere particolarmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.