Come aiutare i bambini ad affrontare i problemi

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

A seconda dell'età non sempre è semplice aiutare i bambini ad affrontare i problemi.
A volte non sanno esprimere il loro disagio o la loro sofferenza indirizzandoli nella giusta direzione.
Altre volte invece non sanno spiegare il problema che li afflige a parole dando così la possibiltà ai genitori o alle persone che gli sono vicino di aiutarli.
Come risolvere?
in questa guida individueremo 5 piccoli passi per risolvere la situazione nel migliore dei modi.

26

Capire il Problema

La prima cosa da considerare è il problema in sè, dobbiamo riuscire a farci spiegare dal bambino con parole semplici cosa non riesce ad affrontare mettendo per un attimo da parte i sentimenti che derivano dalla sua frustrazione e analizzando solo i fatti.
Cosa ti blocca? Cosa non riesci a fare? Cosa ti è d'ostacolo in questo momento?
Sono le domande corrette da porgli usando un tono tra quillo e rassicurante che possa metterlo a suo agio a rilassarlo, in modo da poter parlare con calma.

36

Proporre soluzioni

Una volta capito il problema e separato dalla parte emotiva che ne deriva, va affrontata la parte pratica, come si può risolvere?
Bisogna suggerire al bambino con concetti semplici e di poche parole, una via che gli permetta di arrivare alla soluzione del problema con le sue forze dove possibile.
Non dobbiamo essere noi a risolvere il problema ma far sì che sia lui a proporre possibili soluzioni, dalle più assurde alle più illogiche fino ad ottenere quelle possibili.
Questo aiuterà la sua capacità di affrontare in futuro da solo i problemi che hgli si presenteranno.

Continua la lettura
46

Decidere insieme come procedere

Una volta che il bambino avrà proposto alcune possibili soluzioni del problema aiutiamolo a capire qual è la migliore e più diretta.
Con critiche utili e costruttive e mai dispregiative, mettiamolo di fronte a eventuali ostacoli o difficoltà in alcune sue proposte e ai punti forti e semplicità di altre.
Facciamolo ragionare con la sua testa in modo che possa capire da solo cosa è possibile e cosa no, diamogli la possibilità di riflettere senza mettergli fretta con i suoi tempi.
Fino a ridurre la scelta ad un'unica soluzione del problema iniziale.

56

Mettere in pratica la soluzione

A volte la soluzione a cui si giunge può non essere alla portata del bambino se presenta atti o azioni non congeniali con la sua età, dobbiamo quindi aiutarlo ad attuarla senza sostituirci a lui ma essendogli solo di supporto.
Possiamo svolgere per lui azioni difficili ma lasciamo a lui il comando facendogli elencare i passi da fare, seguire il procedimento, mettere in pratica, dove possibile da solo, quello che va fatto.
Tutto ciò aumenterà la sua autostima e la sua capacità di gestione dei problemi.

66

Controllare che il problema sia risolto

Parliamo con il bambino del problema iniziale e controlliamo con lui che sia stato risolto.
Facciamogli i complimenti per le sue capacità di analisi per aver individuato il problema, di intelligenza per aver individuato la soluzione, di reazione per averlo risolto e infine di gestione del momento in sè.
Facciamogli presente quanto sia utile nella vita saper mettere in pratica quanto appreso e diamogli la nostra disponibilità e appoggio se si presentassero altre situazioni simili che non riesce a superare da solo.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come aiutare i bambini ad esprimere le emozioni

In questa guida affronteremo un tema molto importante ossia come aiutare i bambini ad esprimere al meglio le proprie emozioni. Insegnare ai più piccoli il modo di esprimere i propri sentimenti, è essenziale per farli diventare degli adulti equilibrati...
Bambino

5 idee per aiutare i bambini a scrivere una storia

Non è mai troppo presto per appassionarsi alla lettura e imparare a scrivere una storia. Lasciare sviluppare nei bambini in modo naturale l'amore per i libri, le storie e i racconti è un'operazione che tutti i genitori dovrebbero effettuare. Per saper...
Bambino

Come affrontare la crisi di gelosia nei bambini

I bambini non hanno filtri. E se pensano una cosa spesso la dicono in maniera esplosiva. La gelosia è un modo in cui si esprimono. Ma a volte può sfociare in una crisi eccessiva. Da mamma di 2 bambini ho assistito a diverse crisi ed ho notato che i...
Bambino

Come aiutare i bambini a socializzare all'asilo

Le prime persone con le quali interagiscono i bambini sono i genitori, i nonni e le persone più vicine alla famiglia. In una società con basso tasso demografico, spesso si parla di figlio unico. Questo comporta un'interazione esclusiva con gli adulti....
Bambino

Come affrontare le bugie dei bambini

Se la bugia è un inganno, difficile credere che i bambini possano ingannare. In effetti, quelle che i bambini inventano, quando fanno un po' i furbetti, più che bugie si potrebbero definire piccoli "sotterfugi", mezzi ingegnosi per raggiungere determinati...
Bambino

Come aiutare i bambini aggressivi

Tanto spesso i bambini hanno atteggiamenti aggressivi, e questo la maggior parte delle volte è dovuto alla mancanza di attenzione che il bambino accusa. L'aggressività nei bambini su potrà manifestare in diversi modi, quali graffi, pianti, morsi, in...
Bambino

Come affrontare la gelosia tra bambini

La gelosia tra bambini è un evento piuttosto frequente, che si tratti di gelosia tra fratelli o tra compagni di scuola. Quando un nuovo bambino arriva in famiglia, l'equilibrio a tre si spezza inevitabilmente, ed è naturale che il nuovo arrivato porti...
Bambino

Come aiutare un bambino a superare la balbuzie

La balbuzie è un'alterazione del linguaggio. È caratterizzata dall'uso di suoni ripetitivi o prolungati. Sono frequenti delle pause tra una parola e l'altra. A volte ci sono dei veri e propri blocchi nella fonazione. Il balbuziente formula un pensiero,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.