Come affrontare la bocciatura di un figlio

Tramite: O2O 03/11/2018
Difficoltà: media
17

Introduzione

La fine dell'anno scolastico rappresenta sempre un momento molto particolare per uno studente. Soprattutto quando il suo rendimento scolastico non raggiunge la sufficienza. In tutti questi casi, diventa dunque fondamentale affrontare il momento della bocciatura nel modo migliore, affinché un evento così negativo possa trasformarsi invece in una buona occasione per ripartire. In questa guida vogliamo dunque illustrarvi come affrontare nel migliore dei modi la bocciatura di un figlio.

27

Occorrente

  • Dialogo
  • Motivazione
  • Spirito di riflessione
  • Autocritica
37

Evitare la colpevolizzazione

La prima regola, da mettere immediatamente in pratica, è quella di non colpevolizzare troppo il ragazzo. Quando si apprende della sua bocciatura, occorre innanzitutto capire con lui quali sono state le motivazioni che hanno prodotto e causato un rendimento scolastico così negativo. La cosa più sbagliata è quella di rimproverare aspramente il ragazzo, senza cercare con lui un dialogo, un punto d'incontro, che possa far compredere a voi e a lui i veri motivi dell'insuccesso scolastico. In questi casi, è sempre molto utile capire se la bocciatura è stata determinata da motivazioni esclusivamente scolastiche (scarsa attitudine allo studio, scarsa applicazione) o se la mancata promozione è causata da problematiche inerenti la sfera personale e psicologica di vostro figlio. Problemi che gli potrebbero avergli impedito di studiare in modo sereno e costante.

47

Parlare dell'insuccesso

In secondo luogo occorrerà far capire al ragazzo che gli insuccessi, nella vita, possono capitare e che non vi è nulla di male se ciò accade. Ma occorre anche fargli comprendere che lo studio è una disciplina importante, perché prepara alla vita e contribuisce alla formazione mentale delle persone. Insomma, è opportuno che il ragazzo capisca che l'insuccesso che ha conseguito è un qualcosa di significativo e che occorrerà da subito porre rimedio alla bocciatura con un comportamento adeguato.

Continua la lettura
57

Aumentare l'autostima

Infine, per affrontare in modo corretto la bocciatura del figlio, sarà necessario aumentare la sua autostima e le sue motivazioni. Sarà opportuno dunque fare leva sul suo orgoglio e chiedergli espressamente di reagire all'insuccesso scolastico. Motivarlo, significherà dunque farlo credere nei suoi mezzi, ripetendogli in modo frequente che le sue doti, le sue qualità, saranno gli aspetti che contribuiranno senza dubbio ad una sua pronta "rinascita" scolastica. Agendo in questo modo, sarete certi che vostro figlio non si sentirà frustrato, ma tirerà fuori tutte le sue qualità e il suo impegno per tornare ad essere brillante tra i banchi di scuola.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

10 motivi per fare un figlio a 30 anni

Non esiste un' età precisa per avere un figlio. Ci sono donne che hanno un desiderio materno sin da giovanissime, chi invece più in là con gli anni. A volte un bambino arriva anche nei momenti meno attesi e la gioia comunque prevale al di sopra...
Famiglia

5 modi per dire al partner che si desidera un figlio

Per il sesso femminile pensare ad una gravidanza e quindi ad un figlio è una cosa che viene naturale, anche in età giovanile. Le donne quindi, chi prima chi poi, crescono con la consapevolezza e con il desiderio che un giorno della loro vita saranno...
Famiglia

5 segnali che vostro figlio usa stupefacenti

L'uso di sostanze stupefacenti è sempre più diffuso tra i giovani e giovanissimi ed anche tra gli adulti. L'età purtroppo si abbassa sempre di più. Abbiamo addirittura ragazzini che già alle scuole medie, spesso trascinati da compagni più grandi,...
Famiglia

Come migliorare il rapporto tra padre e figlio

Il rapporto madre-figlio è speciale. È un legame eterno e profondo. Lei è la persona che prima ancora di nascere ci offre la nostra prima esperienza di vita e di amore. Subito dopo la nascita è di lei che abbiamo bisogno per vivere e nutrirci ed i...
Famiglia

Come abituare tuo figlio al nuovo compagno

Il nuovo compagno può essere considerato il terzo genitore e per abituare tuo figlio, non devi mai metterti al livello del bambino, ma utilizzare astuzia e diplomazia. Oggi sempre più genitori si separano e dopo il divorzio formano una nuova famiglia...
Famiglia

Come gestire la gelosia del figlio adolescente verso il fratello

La gelosia tra fratelli è naturale, c'è sempre stata, e ci sarà sempre perché fa parte del processo di crescita. Ogni bambino o adolescente che sia avverte spesso questo sentimento nei confronti del proprio fratello. In modo particolare, l'adolescenza...
Famiglia

Come spiegare ad un figlio che la mamma ha un nuovo compagno

Il matrimonio è una bellissima cosa, un'unione tra due persone che dichiarano il loro amore reciproco, e che spesso sfocia nel concepimento di un bambino. Purtroppo però non sempre quest'unione ha un lieto fine, e molte sono le storie di separazione...
Famiglia

Come limitare l'uso del cellulare al proprio figlio

La telefonia mobile si è andata notevolmente diffondendo negli ultimi quindici/vent'anni, attualmente quasi ogni persona è in possesso di un cellulare o uno smartphone. Tra i possessori di questo comodo device, troviamo anche i bambini i quali, tramite...