Come affrontare il primo giorno da mamma

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
15

Introduzione

Diventare mamma è un'esperienza che cambia la vita. Ogni donna ha un modo diverso di diventare mamma ed è noto che il post parto sia uno dei momenti più difficili della vita di una donna. Emotività e fisicità si intrecciano vorticosamente dal momento del concepimento fino a quello della nascita, per poi esplodere in uno tzunami di emozioni quando il bambino viene alla luce. Diventare madri, anche se si hanno già avuti figli precedentemente, è sempre una grande emozione. In questa breve guida cercheremo di spiegare come affrontare il primo giorno da mamma, un momento ricco di entusiasmo e di premure.

25

Cosa mettere nella valigia per il parto

Dal settimo mese di gravidanza in poi, è opportuno tenere sempre a portata di mano una valigia pronta con tutto il necessario per il parto e per le prime ore di vita del bambino. Ma questa è una prassi ben nota che vi verrà suggerita dal pediatra, dal ginecologo, dall'ostetrica, senza contare amici e parenti. La regola d'oro è, quindi, non farsi cogliere impreparati. Sarà buona cosa riempire la valigia con almeno 3 pigiami o camicie da notte per la mamma che si possano facilmente aprire sul davanti, così da favorire l'allattamento. Dovrete portare con voi anche diversi cambi di biancheria, un paio di asciugamani almeno, tutto il necessario per le vostre cure quotidiane e una buona quantità di assorbenti. Per quanto riguarda il neonato, è opportuno mettere in valigia 2 o 3 tutine in cotone o in ciniglia a seconda della stagione, 2 o 3 body e delle calzine in cotone.

35

Consigli sull'epidurale

Se nel momento del travaglio vorrete richiedere l'epidurale, dovrete assicurarvi di aver effettuato prima la visita anestesiologica. In generale è sempre molto consigliato effettuare questa visita, a prescindere dal vostro punto di vista sull'epidurale, così che possiate avere un quadro completo della situazione e scegliere liberamente. Partorire non è cosa semplice né indolore, nonostante la possibilità di fare l’epidurale, ma quando finalmente si può stringere fra le braccia quel frugoletto che per tanto tempo ha scalciato a più non posso nella pancia, ci si dimentica di ogni fatica.

Continua la lettura
45

Il contatto con il neonato

Ultimamente gli ospedali tendono a far rimanere il più a lungo possibile il piccolo con la mamma, per stabilire fin da subito un contatto pelle a pelle che favorisca la montata del latte e crei un’intesa profonda tra mamma e figlio fin già dai primi giorni di vita; non appena il neonato viene appoggiato sul petto della mamma, i suoi vagiti cessano e inizia a cercare in automatico il seno. Dopo un po' si viene separati dal bimbo che verrà lavato, pesato, controllato e vestito, dopodiché tornerà fra le braccia accoglienti della madre.

55

Come gestire le visite di amici e parenti in ospedale

Un consiglio è quello di evitare quanto più possibile e sicuramente nelle prime ore che seguiranno il parto, di farvi invadere dalla una folla di amici e parenti impazienti di salutarvi e di vedere il pargolo appena nato. Questo non farà altro che aggiungere stress a quello che già avrete subito. Rilassatevi quanto più potete e recuperate le forze prima di ricevere gente. Se il parto è avvenuto nei mesi invernali state ben attente a non ricevere visite da persone affette da malanni stagionali quali tosse, raffreddore, bronchite specialmente se il piccolo si trova in stanza con voi; il neonato infatti, avendo le difese immunitarie molto basse, rischierebbe di ammalarsi.
Ultimamente è molto praticato il rooming in che consiste nel poter tenere il bambino nella propria stanza; qualora non ve la sentiste di esporre il bambino alla visita dei parenti potete portarlo al nido e coloro che lo vorranno vedere, potranno farlo dal vetro; in questo modo preserverete il vostro bimbo da germi e batteri portati dall'esterno.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

10 cose da fare prima di diventare mamma

Quando si decide di diventare mamma sono tante le cose a cui pensare, anche perché la propria vita cambierà radicalmente. Ecco perché con questa guida vogliamo indicarvi quali sono le prime dieci cose da fare, prima di diventarlo, per cercare di avere...
Bambino

Mamma single: luoghi comuni da sfatare

Essere mamma è sicuramente una grande emozione per ogni donna. Le mamme possono anche essere felicemente single e crescere il loro bambino da sole in modo perfetto, preciso e senza alcun problema. Molta gente però, ha dei pregiudizi sulle mamme single...
Bambino

Le 10 frasi da non dire alla mamma di figli maschi

Quando una madre ha solo figli maschi ci sono alcune frasi che possono suscitare dell'emozioni negative quindi onde evitare di andare a deturpare la sensibilità di queste donne, abbiamo deciso di stilare una classifica. In essa saranno contenute le 10...
Bambino

Come fare un bigliettino per la festa della mamma

La festa della mamma è alle porte ed è tempo di mettersi a lavoro per realizzare un piccolo dolce pensiero handmade che possa esprimere tutto il vostro affetto verso la donna che occupa un posto così importante nella vostra vita. Per l'occasione, non...
Bambino

5 segreti per essere una mamma multi-tasking

Al giorno d'oggi sono sempre di più le mamme che lavorano regolarmente. Far conciliare tutti gli impegni di una famiglia con quelli lavorativi non sempre è facile. Perciò queste super eroine si trovano a fare lo slalom tra i mille impegni ogni giorno....
Bambino

5 consigli per una mamma lavoratrice

Con i tempi che corrono oggi, è indispensabile che sia un uomo che una donna debbano trovare un lavoro in grado che sia in grado di mantenere i propri figli. Sicuramente non è facile gestire il lavoro e anche la famiglia, soprattutto per una donna molto...
Bambino

Idee per lavoretti per la Festa della Mamma

Uno dei giorni più importanti per un bambino è rappresentato dalla festa della mamma. In quel periodo molte scolaresche si organizzano con poesie e lavori manuali, semplici pensieri ma che emanano grande amore verso chi si vuole bene. A tal proposito...
Bambino

5 consigli per una mamma a tempo pieno

"Dio non poteva essere dappertutto, così ha creato le madri." Questo dice un proverbio ebraico e non potrebbe essere più vero.Fare la mamma è un lavoro davvero a tempo pieno. Lo è in particolare per le mamme (o i papà) che decidono di lasciare il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.