Come adottare un bambino asiatico

Tramite: O2O 28/04/2017
Difficoltà: media
15

Introduzione

Tra le varie possibilità di adozione, quella internazionale ha avuto largo seguito in Italia fin dalla sua prima regolamentazione avvenuta con la legge n. 184 del 1983 e poi successivamente modificata ed integrata dalla legge n. 476 del 1998. Questo tipo di adozione riguarda esclusivamente i minori per cui il proprio paese di origine abbia dichiarato lo stato di abbandono e di adottabilità. In questa guida sarà spiegato come adottare un bambino asiatico.

25

La scelta

La scelta di una coppia di effettuare l?adozione di un bambino, per poter dar vita ad un progetto familiare più ampio, rappresenta senza dubbio un momento molto delicato. Si tratta infatti di un atto di grande amore verso i bambini senza una famiglia, che sicuramente hanno dovuto subire gravi privazioni e grandi dolori. Il processo di adozione di un bambino asiatico è previsto da uno specifico regolamento del 10 novembre del 1998. Questo documento specifica quali requisiti siano necessari da parte dei futuri genitori e dei bambini affinché la procedura internazionale possa avere un esito positivo.

35

Procedure “autonome”

Il passaggio da un ente autorizzato è imprescindibile ed obbligatorio per qualsiasi coppia. Questo è necessario per evitare procedure ?autonome?, potendo così favorire i bambini che hanno più necessità di essere adottati. Questo ente è tenuto a trasmettere l?istanza di adozione al Centro Nazionale per l?Adozione della Repubblica Popolare Cinese che ha il compito di vagliare con molta attenzione ogni singola domanda pervenuta. In particolare, la coppia deve essere composta da persone di età superiore ai trent?anni, ed entrambi devono essere stati dichiarati ?idonei? per l?adozione da parte del Tribunale per i minorenni. I bambini devono avere una età inferiore ai quattordici anni ed essere orfani sia della madre, sia del padre. Devono quindi trovarsi in uno stato di abbandono totale e senza nessun parente che possa occuparsi di loro.

Continua la lettura
45

Le autorità competenti

Generalmente, le autorità competenti in materia provvedono affinché il minore venga affidato ad un ?tutore? che ha il compito di prestare il consenso all?adozione, presentando anche tutta la documentazione probante lo stato di abbandono e di adottabilità prima descritto. Se però il bambino ha una età compresa tra i dieci ed i quattordici anni, anche lui deve prestare il consenso ad essere adottato. Una volta ottenuto il decreto di ?idoneità all?adozione? da parte del Giudice del Tribunale per i minorenni, la coppia che desidera adottare un minore deve rivolgersi ad un ente autorizzato. Per conoscere gli enti autorizzati ad avviare ed istruire la pratica di adozione, e per avere tutte le informazioni necessarie per iniziare la procedura, è sufficiente visitare il sito Internet.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come aiutare un bambino balbuziente

La balbuzie è un fenomeno relativo ad un comportamento verbale che, spesso, si manifesta in alcune fasi della crescita di un bambino per poi, in molti casi, risolversi autonomamente. Lieve o grave il difetto verbale della balbuzie è sicuramente un fastidio...
Famiglia

Come educare un bambino all'età dei primi capricci

Diventare genitori è sempre un'esperienza unica ed eccitante, ma anche piena di responsabilità e preoccupazioni. Infatti, uno dei compiti più difficili che tocca da vicino i neo-genitori riguarda proprio l'educazione dei figli. Ma come si fa ad educarli...
Famiglia

Come capire se il bambino racconta bugie

A volte sono incapaci di mentire, altre volte fanno delle bugie il loro stile di vita. I bambini sono un universo complesso e spesso sconosciuto per noi adulti. Ognuno di loro ha delle storie diverse alle spalle. Ma tutti, una volta o l'altra, raccontano...
Famiglia

Come farsi prendere sul serio dai propri figli

Per un genitore non è sempre facile riuscire a farsi prendere sul serio dai propri figli. Qui spero di fornirvi qualche consiglio utile su come agire. Il ruolo del genitore necessita di una grande sensibilità per instaurare un rapporto di fiducia e...
Famiglia

Come giocare a ruba bandiera con i bambini

Chi non ha mai giocato da bambino a ruba bandiera? Si tratta di uno dei giochi più antichi e storici, ma sempre attuale e molto divertente. Se dovete animare una festa di bambini o semplicemente intrattenerli durante le vacanze estive, proponete loro...
Famiglia

10 motivi per fare un figlio a 30 anni

Non esiste un' età precisa per avere un figlio. Ci sono donne che hanno un desiderio materno sin da giovanissime, chi invece più in là con gli anni. A volte un bambino arriva anche nei momenti meno attesi e la gioia comunque prevale al di sopra...
Famiglia

Come accordarsi sulla scelta del nome

Quando nasce un bambino una tra le preoccupazioni più ricorrenti dei neo genitori è quella del nome. Una decisione di non poco conto,considerando che la scelta accompagnerà il proprio figlio per tutta la sua vita. C'è poi da tenere in considerazione...
Famiglia

Le 10 caratteristiche della baby sitter perfetta

Scegliere la baby sitter per il nostro bambino. Che ansia! Stai facendo decine di colloqui e ancora non hai deciso? Prima di tutto, lascia perdere referenze e curriculum. Le parole lasciano il tempo che trovano. Il modo più efficace per scegliere la...