Come adottare un bambino asiatico

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Tra le varie possibilità di adozione, quella internazionale ha avuto largo seguito in Italia fin dalla sua prima regolamentazione avvenuta con la legge n. 184 del 1983 e poi successivamente modificata ed integrata dalla legge n. 476 del 1998. Questo tipo di adozione riguarda esclusivamente i minori per cui il proprio paese di origine abbia dichiarato lo stato di abbandono e di adottabilità. In questa guida sarà spiegato come adottare un bambino asiatico.

24

La scelta

La scelta di una coppia di effettuare l’adozione di un bambino, per poter dar vita ad un progetto familiare più ampio, rappresenta senza dubbio un momento molto delicato. Si tratta infatti di un atto di grande amore verso i bambini senza una famiglia, che sicuramente hanno dovuto subire gravi privazioni e grandi dolori. Il processo di adozione di un bambino asiatico è previsto da uno specifico regolamento del 10 novembre del 1998. Questo documento specifica quali requisiti siano necessari da parte dei futuri genitori e dei bambini affinché la procedura internazionale possa avere un esito positivo.

34

Procedure “autonome”

Il passaggio da un ente autorizzato è imprescindibile ed obbligatorio per qualsiasi coppia. Questo è necessario per evitare procedure “autonome”, potendo così favorire i bambini che hanno più necessità di essere adottati. Questo ente è tenuto a trasmettere l’istanza di adozione al Centro Nazionale per l’Adozione della Repubblica Popolare Cinese che ha il compito di vagliare con molta attenzione ogni singola domanda pervenuta. In particolare, la coppia deve essere composta da persone di età superiore ai trent’anni, ed entrambi devono essere stati dichiarati “idonei” per l’adozione da parte del Tribunale per i minorenni. I bambini devono avere una età inferiore ai quattordici anni ed essere orfani sia della madre, sia del padre. Devono quindi trovarsi in uno stato di abbandono totale e senza nessun parente che possa occuparsi di loro.

Continua la lettura
44

Le autorità competenti

Generalmente, le autorità competenti in materia provvedono affinché il minore venga affidato ad un “tutore” che ha il compito di prestare il consenso all’adozione, presentando anche tutta la documentazione probante lo stato di abbandono e di adottabilità prima descritto. Se però il bambino ha una età compresa tra i dieci ed i quattordici anni, anche lui deve prestare il consenso ad essere adottato. Una volta ottenuto il decreto di “idoneità all’adozione” da parte del Giudice del Tribunale per i minorenni, la coppia che desidera adottare un minore deve rivolgersi ad un ente autorizzato. Per conoscere gli enti autorizzati ad avviare ed istruire la pratica di adozione, e per avere tutte le informazioni necessarie per iniziare la procedura, è sufficiente visitare il sito Internet.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come decidere di adottare un bambino

La maggioranza delle coppie sposate in un determinato momento della loro vita, si trovano davanti all'importante decisione di avere o meno un figlio, ammesso che la gravidanza non si palesi inaspettatamente. D'altro canto una coppia potrebbe anche decidere...
Famiglia

Affidamento familiare: cos'è e come funziona

In questa guida, vogliamo offrire un aiuto concreto a tutte quelle coppie, single e famiglie, che hanno intenzione di donare un po' del loro amore ad altri bambini, che non siano i loro figli. Sono veramente in tante le famiglie e non solo, che decidono...
Bambino

Come dare entrambi i cognomi al bimbo

Da qualche tempo a questa parte è diventata sempre più urgente la necessità di dare al proprio figlio il cognome della madre, oltre a quello del padre. Questo sia per l'esigenza legittima delle madri, che desiderano che anche il loro cognome accompagni...
Bambino

Come far superare al neonato la paura dell'abbandono

I neonati utilizzano il pianto, per poter comunicare in maniera verbale le loro esigenze a coloro che se ne prendono cura, non avendo ancora la capacità di parlare. Ad esempio, essi piangono quando hanno bisogno di mangiare o bere, o anche perché avvertono...
Bambino

Pannolini notturni: quando è momento di eliminarli

Il pannolini notturni sono degli elemento di fondamentale importanza quando si hanno bambini piccoli, in quanto permettono di raccogliere e contenere eventuali fuoriuscite di urine ed evitare che finiscano sulle lenzuola e sul materasso. Tuttavia, però,...
Bambino

I migliori libri per bambini sulle paure

La fase di crescita di un bambino è caratterizzata da tanti aspetti, tra i quali anche alcune piccole paure. Le principali sono la paura del buio, il distacco dai genitori, i quali sono presi dalla frenesia del lavoro e il trauma iniziale dei primi giorni...
Bambino

Come ricevere in affidamento un figlio neonato

Chi vuole chiedere in affidamento un minore ed in particolare un neonato, solitamente lo fa per puro spirito altruistico sapendo che si tratta di una situazione solo temporanea. Chiedere in affidamento un neonato non è infatti la strada da seguire se...
Bambino

Come aiutare i bambini aggressivi

Tanto spesso i bambini hanno atteggiamenti aggressivi, e questo la maggior parte delle volte è dovuto alla mancanza di attenzione che il bambino accusa. L'aggressività nei bambini su potrà manifestare in diversi modi, quali graffi, pianti, morsi, in...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.