Come abituare tuo figlio al nuovo compagno

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Il nuovo compagno può essere considerato il terzo genitore e per abituare tuo figlio, non devi mai metterti al livello del bambino, ma utilizzare astuzia e diplomazia. Oggi sempre più genitori si separano e dopo il divorzio formano una nuova famiglia tant'è che spesso sentiamo parlare di "famiglia allargata". Il problema però è come relazionarsi con i figli acquisiti. Vediamo insieme quali sono i consigli più efficaci per andare tutti quanti d'accordo.

24

Avere empatia per costruire un bel rapporto

Fare il "terzo genitore" non è certamente facile. Ci vuole molto coraggio ad iniziare una relazione quando uno dei due ha già uno o più figli. Ma non bisogna essere prevenuti e nemmeno intimoriti. Quello che bisogna fare è provare a mettersi nei panni dei figli. Non dare mai giudizi ma provare a trovare soluzioni. Soprattutto occorre avere una grande apertura ai possibili cambiamenti. Occorre essere diplomatici, sorridenti, anche verso le provocazioni e mai reagire con troppa durezza. Quello che serve per abituare il figlio al nuovo cambiamento è tanta positività e fiducia per creare un rapporto basato sull'empatia.

34

Essere sempre sè stessi

Decidere di cambiare o di vestire i panni di qualcun'altro, solo per compiacere il figlio del compagno o della compagna è sbagliatissimo. È importante essere sempre se stessi, limiti e difetti inclusi. Dobbiamo farci conoscere per quello che siamo, senza promettere nulla che non possiamo mantenere e senza creare false aspettative. Non è solo il figlio che si deve abituare al nuovo compagno, è anche l'altra persona che deve accettare serenamente il cambiamento. Per fare ciò occorre procedere poco per volta. Non occorre avere fretta, bisogna darsi tutti quanti tempo. Deve nascere un rapporto di amicizia e di fiducia, non bisogna accettarsi subito in maniera anche "violenta" e per forza. Il rispetto soprattutto, non deve mai mancare.

Continua la lettura
44

Creare un ambiente sereno senza gelosie

È probabile che possano nascere anche delle gelosie da entrambe le parti. Per questo motivo è bene, fin dall'inizio, far capire che figlio e compagno sono importanti nella nostra vita con ruoli diversi. Il bene che si vuole al proprio figlio non sarà mai messo in discussione dall'amore per il compagno. Importante è non oscurare il ruolo dell'altro genitore anche se non possiamo e non dobbiamo pretendere che il figlio chiami "papà" oppure "mamma", quello che sarà considerato il "terzo genitore". Il compagno potrà certamente avere un ruolo educativo ma solo nel caso che l'altro genitore non partecipi all'educazione del figlio. Solo rispettando ognuno i propri ruoli, sarà possibile creare l'accettazione da parte di tutti.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

10 motivi per fare un figlio a 30 anni

Non esiste un' età precisa per avere un figlio. Ci sono donne che hanno un desiderio materno sin da giovanissime, chi invece più in là con gli anni. A volte un bambino arriva anche nei momenti meno attesi e la gioia comunque prevale al di sopra...
Famiglia

5 modi per dire al partner che si desidera un figlio

Per il sesso femminile pensare ad una gravidanza e quindi ad un figlio è una cosa che viene naturale, anche in età giovanile. Le donne quindi, chi prima chi poi, crescono con la consapevolezza e con il desiderio che un giorno della loro vita saranno...
Famiglia

5 consigli per evitare i conflitti padre-figlio

All'interno di una famiglia il rapporto tra padre e figlio è sempre stato importante, molti padri darebbero perfino la vita per i propri figli, molti figli definirebbero eroi i loro padri, tuttavia, potrebbero nascere dei contrasti che mirerebbero a...
Famiglia

5 segnali che vostro figlio usa stupefacenti

L'uso di sostanze stupefacenti è sempre più diffuso tra i giovani e giovanissimi ed anche tra gli adulti. L'età purtroppo si abbassa sempre di più. Abbiamo addirittura ragazzini che già alle scuole medie, spesso trascinati da compagni più grandi,...
Famiglia

Come migliorare il rapporto tra padre e figlio

Il rapporto madre-figlio è speciale. È un legame eterno e profondo. Lei è la persona che prima ancora di nascere ci offre la nostra prima esperienza di vita e di amore. Subito dopo la nascita è di lei che abbiamo bisogno per vivere e nutrirci ed i...
Famiglia

Come convincere il proprio figlio a leggere

Molti bambini risultano poco motivati e coinvolti nella lettura. Sia che si tratti dei compiti o semplicemente di leggere un libro, non riescono a portare attenzione nella lettura. Questo può dipendere dal fatto che magari la materia non risulta tra...
Famiglia

5 cose che un padre non dovrebbe dire a suo figlio

Il compito dei genitori è quello di crescere i figli nel miglior modo possibile. Tale compito non è un impresa semplice, in quanto riuscire ad inculcare i giusti valori alle nuove generazioni in modo che da gradi possano essere degli uomini migliori,...
Famiglia

Come scoprire se tuo figlio è fidanzato

Dialogare con i propri figli può diventare più complicato col tempo. I bambini infatti crescono e, spinti dalla loro giustificatissima voglia di voler scoprire cosa può offrire il mondo, si possono allontanare dai genitori.. Entrano nella loro vita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.