Bimbi: 10 regole d’oro per un felice rientro a scuola

tramite: O2O
Difficoltà: facile
111

Introduzione

La fine delle vacanze estive e l'inizio di un nuovo anno scolastico tra i banchetti di legno è sempre un momento un abbastanza particolare per ogni bambino. Salutare la spiaggia e gli amichetti dell'estate per tornare sui libri e quaderni di scuola può rivelarsi una situazione non particolarmente felice e potrebbe rendere i nostri bambini un po' tristi e rassegnati. Vediamo insieme in che modo possiamo rendere questo momento più allegro, e come possiamo motivare i nostri figli alla studio e alla vita scolastica. Vi mostrerò nel dettaglio quali sono le 10 regole d'oro per garantire un felice rientro a scuola ai nostri bimbi!

211

Prima regola: un felice rientro a scuola sarà più vivace e allegro se i bambini hanno la possibilità di avere dei nuovi accessori colorati e divertenti che accompagnino le mattinate di studio! Un nuovo diario per segnare i compiti, magari con i personaggi dei cartoni animati preferiti, delle penne colorate, quaderni dalle copertine allegre, uno zainetto simpatico, tutti oggetti che, seppure possano sembrare un incentivo consumistico, rappresentano, per il bambino, un mezzo per imparare giocando.

311

Seconda regola: mai andare a scuola senza portare con sè una buona merenda! Nei minuti di intervallo ogni bambino ha bisogno di riprendere le forze e ricaricarsi di energie dopo le faticose ore di lezione, dettati ed esercizi di matematica! Una buona merenda, che sia sana ma allo stesso tempo gustosa e nutriente, aiuterà i nostri bimbi a riprendere le lezioni con un po' di allegria ed energia.

Continua la lettura
411

Terza regola: i compiti del pomeriggio possono essere davvero stancanti, soprattutto dopo aver trascorso una mattinata piena di lezioni, interrogazioni e impegno tra i banchi e la lavagna. Potremmo provare a rendere più giocoso il momento di fare i compiti per casa, magari invitando dei compagni di classe a studiare, accompagnando il pomeriggio di studio con una merenda preparata in casa, come una fetta di torta e una spremuta di frutta fresca. L'atmosfera, sicuramente, sarà meno tesa e noiosa, e studiare in compagnia sarà un buon incentivo per far sì che i bimbi affrontino i compiti con piacere, rendendoli un momento positivo e gradevole, e non un pesante fardello!

511

Quarta regola: dopo pranzo, prima di iniziare a fare i compiti, anche i nostri bambini hanno diritto ad una piccola pausa per rilassarsi e digerire con calma! Mezz'oretta di gioco, svago o tv non toglierà sicuramente del tempo allo studio, anzi, aiuterà il nostro bambino ad iniziare i compiti un po' più riposato e rilassato e, soprattutto con una maggiore concentrazione.

611

Quinta regola: il fine settimana rappresenta, anche per il nostro bimbo, un momento di relax. Dopo una intera settimana di scuola, infatti, non sarebbe giusto trascorrere il sabato e la domenica chiusi in casa solo ed esclusivamente a studiare, senza nulla di divertente da fare. Approfittate soprattutto degli ultimi giorni di bel tempo, prima dell'arrivo dell'autunno, per fare delle passeggiate all'aria aperta la domenica mattina, e la sera, perché no, guardare un bel film, o fare un gioco di società per tenere unita tutta la famiglia e trascorrere del tempo piacevole insieme.

711

Sesta regola: quando il nostro bambino ottiene, con lo studio e con l'impegno, un bel voto ad un tema o alle interrogazioni, è giusto che venga gratificato nella maniera corretta. Non è importante comprare di continuo giocattoli costosi ed ingombranti, il regalo migliore che possiamo fargli è regalargli un'occasione speciale e tanto desiderata, come un pomeriggio al parco giochi, una festicciola con gli amici, o la possibilità di giocare un po' di più.

811

Settima regola: se il bambino, invece, non va così bene a scuola, non è necessario mortificarlo, punirlo, rimproverarlo aspramente o umiliarlo davanti alle maestre ed i compagni. Privatamente, in un ambiente familiare e tranquillo, basterà un piccolo discorso, con delicatezza, per spiegargli i motivi per i quali sarebbe meglio impegnarsi di più, e le conseguenze positive di un buon rendimento scolastico. Ricordate, inoltre, che ogni bambino ha dei tempi di apprendimento differenti, non tutti sviluppano le stesse capacità di concentrazione e memorizzazione nello stesso momento. Bisogna capire i limiti dei nostri bimbi e aiutarli ad affrontarli e superarli con serenità, senza forzature o rimproveri che, al contrario, potrebbero causare una reazione di chiusura. In ogni caso, sarà sempre bene informarsi regolarmente sulla sua condotta contattando i suoi insegnanti.

911

Ottava regola: un bambino felice è un bambino che si sente accompagnato e sostenuto durante tutto il suo percorso di crescita e sviluppo. Non bisogna mai trascurare un bambino durante i primi anni di scuola. Non sarà, naturalmente, necessario svolgere i suoi compiti scolastici, anzi, è giusto che sia lui a trovare le soluzioni ottimali, però non dimentichiamoci che un po' di attenzioni e supporto durante le ore di studio pomeridiano lo aiuteranno a sentirsi più sicuro.

1011

Nona regola: quando i compiti del pomeriggio sono finalmente terminati, è il momento di dire stop allo studio! Tutti abbiamo bisogno di svagarci, dopo una lunga giornata di lavoro, e anche per i nostri bambini è così. Dopo aver svolto il proprio dovere, si può passare al gioco o allo sport: entrambe le cose sono fondamentali per la crescita psicofisica del bambino e, inoltre, come la scuola, rappresentano anch'esse dei momenti di apprendimento.

1111

Decima ed ultima regola: siamo tutti più allegri e spensierati se a casa viviamo in un ambiente sereno, in cui regna la felicità e l'amore familiare! Un bambino che vive in un ambiente tranquillo, sicuro, allegro e pacifico, infatti, sarà senz'altro un bambino felice, curioso e capace di affrontare le situazioni che la scuola, anno dopo anno, gli mette davanti.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Motivi per cui mandare i bimbi alla scuola materna

Un attaccamento sano alla mamma è estremamente importante per il bambino che ha bisogno di costruire le proprie sicurezze proprio sul rapporto con la mamma. La frenesia e le esigenze dei nostri tempi hanno molto cambiato le abitudini famigliari e molto...
Bambino

5 regole d'oro per far dormire i bambini

Molte mamme sono colte da disperazione nel momento in cui devono far addormentare i loro bambini. Infatti l'operazione può risultare molto complicata e duratura, addirittura ore intere. Poi quando meno ve lo aspettate li sentite urlare e piangere nel...
Bambino

Regole d'oro per i denti dei bambini

Quando si parla dell'igiene orale dei bambini, si cade spesso nell'errore di trascurare la pulizia dei dentini da latte, nella convinzione che essendo essi destinati ad essere rimpiazzati da quelli definitivi, la loro cura non sia poi così importante....
Bambino

10 suggerimenti per crescere bimbi felici

Allevare i bambini in un ambiente sano e felice è essenziale per far si che crescano bene. All'interno di questa guida elencheremo per la precisione i dieci suggerimenti per far crescere dei bimbi felici. Se siete dei genitori apprensivi, siete al posto...
Bambino

Come gestire i capricci dei bimbi quando sei fuori casa

Spesso i bimbi fanno delle sceneggiate, per attirare l'attenzione dei genitori. Altre volte sono dei veri e propri bisogni che dobbiamo soddisfare. Un neonato ha la necessità del latte materno. Non riesce a esprimersi. Perciò piange e urla per farsi...
Bambino

10 cose che rendono felice un bambino

Se desideri vedere il tuo bambino felice, ecco una simpatica e semplice guida che fa al caso tuo. Questa guida divertente, infatti, ti propone alcuni spunti per rendere un bambino davvero felice. È vero che ogni bambino sa accontentarsi delle cose più...
Bambino

Come affrontare il rientro dalle vacanze con i bambini

Affrontare il rientro dalle vacanze, è sempre un po traumatico, non è molto piacevole, difatti, ritornare ad affrontare la quotidianità, rientrare e fare i conti con le incombenze lavorative e familiari. Non sono solo i grandi a soffrire del distacco...
Bambino

Come gestire tre bimbi piccoli

Avere una famiglia numerosa è una sfida meravigliosa. Durante la crescita, la casa si riempie di grida e di risate. Certamente, non ci sono solo gioie. I genitori si trovano ad affrontare i vari problemi, moltiplicati per due o per tre. Il compito educativo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.