BIcicletta senza rotelle: come imparare

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Andare in bicicletta è sicuramente una delle esperienze che ci dona una sensazione di libertà in modo semplice, non dispendioso e sempre nel rispetto della natura. Chi non ricorda la sua prima biciclettina con le altrettanto utilissime, ma odiatissime, rotelle sui fianchi? Un dolce ricordo che si tramanda di generazione in generazione. Ognuno di noi ha imparato seguendo insegnamenti e metodologie diverse le une dalle altre, sotto l'ausilio di nonni, genitori e così via. Ma quali metodi utilizzare con i nostri figli o nipoti? E come metterli in pratica?

27

Occorrente

  • Casco protettivo, ginocchiere, gomitiere
37

Oggi i criteri d'insegnamento sono fondamentalmente cambiati rispetto a qualche decennio fa, ma per quanto possano variare, le basi rimangono le medesime. Prendiamo, ad esempio, come insegnare a un bambino ad andare in bicicletta togliendo le rotelline sui fianchi. Nell'era moderna magari si tende innanzitutto a mettere in protezione il pargolo attraverso l'uso di caschi, ginocchiere e gomitiere: oggetti che, rispetto a qualche tempo fa, tendono ad essere maggiormente utilizzati, perché c'è una maggiore consapevolezza del pericolo. Quando poi ci si trova a mettere in pratica l'insegnamento, però, tutto rimane come allora.

47

La funzione delle ruote laterali è quella di dare stabilità e infondere coraggio ai bambini. Verso i 5 o 6 anni questi accessori possono essere tolti in maniera graduale. Un ottimo sistema potrebbe essere quello di levarne una alla volta. In questo modo il senso di equilibrio e sicurezza comincerà ad instaurarsi nel bambino in maniera graduale. Potrete lasciare per un certo periodo che il pargolo prenda confidenza con questa nuova modalità e nel frattempo lodare, con parole confortanti, la sua prodezza. Infatti, i bambini tendono sempre a ricercare una sorta di "elogio" da parte de genitori per ogni tipo di azione che questi compiono, infondendogli così una maggiore sicurezza. Sarà il tempo e il nostro supporto morale a far sì che scatti la molla per passare allo stadio successivo, quello di togliere anche l'altra.

Continua la lettura
57

Un ulteriore metodo che generalmente si adotta, è quello di togliere i pedali dalla bicicletta così da far rimanere le rotelline come supporto, e permettere al bambino di reggersi in equilibrio tramite l'utilizzo delle gambe quasi come se stesse camminando. Dopo un certo periodo di tempo quando il piccino avrà preso confidenza con questo tipo di metodo, è consigliabile, dopo aver eliminato le rotelline, di non rimontare immediatamente i pedali dato che il bimbo potrebbe sentirsi un attimo spaesato. Col passare del tempo sarà lui a dover decidere quando sarà necessario utilizzarli.

67

Il metodo invece più diretto è sicuramente quello di eliminare entrambe le ruote di supporto in un solo colpo. Se si opta per questa linea, un adulto dovrà sempre essere presente, sostenendo e correggendo l'andatura del bambino, con una mano o sulla spalla oppure attaccata al sellino. Ovviamente, bisogna tener conto che prendendo in considerazione questo criterio, non è esclusa l'ipotesi che il bimbo possa cadere. In tal caso, se la ferita non è grave, non disperate. Ogni errore verrà considerato come una piccola vittoria per applicare ancora più impegno al prossimo tentativo. Il nostro appoggio fisico sostituirà quello delle ruote, infatti se il bambino avrà anche solo la sensazione che la vostra presenza sia costante, avrà più fiducia e imparerà più in fretta. Una regola d'oro per tutti gli adulti che si apprestano a questo tipo d'insegnamento, è quella di non forzare mai la mano, eventuali errori e sviste da parte del bambino devono essere corrette con la massima calma. Urlando e alzando la voce otterrete solamente l'effetto contrario.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mai forzare la mano, lasciate che tutto si svolga in maniera molto naturale.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come dare sicurezza ai bambini in bicicletta

Tutti noi abbiamo avuto, da bambini e anche più tardi una bicicletta. Andare in bici, per chi lo sa fare, può essere fonte di divertimento e anche, in alcuni casi, un ottimo mezzo per andare al lavoro. Adesso, dato che lo sappiamo fare, ci sembra una...
Bambino

Come scegliere la bicicletta per i bambini

Imparare ad andare in bicicletta è sicuramente uno degli obiettivi più comune dei bambini: grazie all'aiuto di genitori, nonni e amici, non è difficile apprendere come padroneggiare le due ruote, sebbene cadute, pianti e sbucciature siano una parte...
Bambino

Come avvicinare i bambini all'uso della bicicletta

Andare in bicicletta rappresenta per ogni bambino una tappa fondamentale di autonomia e di controllo. Solitamente intorno ai 4-5 o anche 6 anni, i bimbini chiedono spontaneamente di insegnargli ad andare in bicicletta senza rotelle. Se invece, questa...
Bambino

Come insegnare a un bambino ad andare sui pattini

L'infanzia è sicuramente una delle fasi più belle e spensierate della vita. L'esistenza di un bambino è ricca di affetto, giochi e nuove scoperte. Alcuni giochi per bambini, sono sicuramente molto stimolanti e divertenti, soprattutto i giochi che possono...
Bambino

Come scegliere un regalo per una bambina di 10 anni

L'infanzia, rappresenta un momento fondamentale della nostra vita. Questo perché si inizia a comprendere la propria passione. Come ad esempio la passione per il disegno, per il canto, per il ballo, per la cucina, o per lo sport. In base a questo scegliere...
Bambino

Come scegliere giocattoli educativi

I giocattoli rappresentano sicuramente un elemento fondamentale nella crescita del bambino. Esistono però sul mercato differenti tipi di giochi che possono aiutare nell'educazione dei più piccoli. Nella seguente guida pertanto verrà spiegato, in pochi...
Bambino

I migliori sport per bambini insicuri

Se il vostro bambino è un po' insicuro, uno degli ambienti migliori per combattere timidezze e paure è quello sportivo. Lo sport aiuta il piccolo a relazionarsi con gli altri, ad affrontare ciò che teme e a guadagnare fiducia in se stesso; per questo...
Bambino

Come scegliere il seggiolino da bicicletta per bambini

Numerosi sono le mamme e i papà che nel fine settimana, sistemano i loro piccoletti sulla bicicletta e simultaneamente si mettono in cammino per delle lunghe passeggiate tranquille. È importante essere in regola in vigore con i regolamenti dei codici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.