Altitudine e neonati: 5 cose da sapere

Tramite: O2O 12/07/2019
Difficoltà: media
16
Introduzione

L'altitudine è causata da una diminuzione della quantità di ossigeno nell'aria.
Alcune persone sono più predisposte a soffrire di mal di montagna rispetto ad altre, ma, a parte le caratteristiche personali, la probabilità di subire i sintomi del mal di montagna aumenta proporzionalmente all'altezza e alla velocità con cui viene raggiunta.
Un bambino sano, a qualsiasi età, può salire a qualsiasi altezza, ma a livelli molto alti, cioè sopra i 2.500 metri, ha bisogno di un periodo di acclimatazione: il suo corpo deve gradualmente abituarsi al nuovo ambiente. In questa lista saranno illustrate 5 cose da sapere sull'altitudine e i neonati.

26

Complicanze

L'altitudine si manifesta dopo 6-8 ore dal raggiungimento di livelli elevati: il bambino ha mal di testa, nausea, vertigini, difficoltà respiratorie e tachicardia. La respirazione diventa ansiosa e accelerata. Di notte, ha difficoltà ad addormentarsi o il suo sonno è molto disturbato (cefalea nei bambini).
Normalmente, i sintomi scompaiono dopo 2-3 giorni, ma in un numero molto limitato di casi, se il bambino è sottoposto ad uno sforzo eccessivo, possono verificarsi complicanze molto gravi:edema polmonare (accumulo di liquido nei polmoni) edema cerebrale (accumulo di liquido tra le cellule cerebrali): il bambino ha le labbra blu, un mal di testa molto forte, vomita ripetutamente, ha difficoltà a parlare oa camminare e sembra confuso.

36

Sintomi

Non appena compaiono i primi sintomi del mal di montagna, il bambino dovrebbe essere immediatamente portato ad un livello inferiore di almeno 600-700 metri e sempre sotto i 3000 metri. Se hai paura perché il piccolo non riesce a respirare, dovresti provare a rassicurarlo, facendolo respirare lentamente e profondamente. Puoi mettergli una mano sull'addome e insegnare come inalare l'aria attraverso il naso e come estrarla dalla bocca.

Continua la lettura
46

Cure

Ogni volta che il bambino si sente male, l' ossigeno deve essere somministrato il prima possibile. Se non riesce a camminare, deve essere trasportato in posizione seduta. Nei casi più lievi, per 2-3 giorni, il bambino dovrebbe stare a riposo, dandogli cibi facilmente digeribili e cercando di fargli bere molto. Quando si sente meglio, può gradualmente rifare la sua normale attività fisica.
Prima di portare il bambino in montagna, è necessario portarlo dal pediatra, in modo da sottoporlo a visita medica.

56

Alimentazione

Essere ad un'altitudine più elevata può rendere il tuo bambino stanco e disidratato. Potrebbe anche avere mal di testa e vertigini, anche se non sarà in grado di dirti come si sente.
Offri al tuo bambino degli alimenti e dell'acqua. Questo dovrebbe aiutare a prevenire la disidratazione, soprattutto se vomita.

66

Assistenza sanitaria

Un'altra cosa da considerare per quanto riguarda il viaggio sarà l'accesso all'assistenza sanitaria, dal momento che anche un semplice mal d'orecchi può trasformarsi in un grave problema se l'aiuto non è disponibile. Chiunque abbia mal di montagna acuto può anche aver bisogno di cure mediche.

Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

I giochi da fare con i neonati

I neonati danno moltissima gioia in casa, ma hanno sempre bisogno di stimoli per crescere bene e per apprendere continuamente nuove cose. Un neonato ha dunque bisogno di continue attenzioni e proprio per questo, i giochi, sono la soluzione migliore per...
Bambino

L'importanza del sonno per i neonati

Il sonno per i neonati è qualcosa di estremamente importante. I bambini, nel corso dei loro primi mesi di vita, dovrebbero, infatti, passare la maggior parte del tempo dormendo, questo perché durante il sonno, non solo recuperano le energie spese nell'arco...
Bambino

Neonati: come favorire il sonno notturno

Molto spesso, un bambino può non avere alcuna intenzione di prendere sonno. Le motivazioni possono essere le più disparate, dalla televisione ad alto volume al clima troppo caldo. Nella maggior parte delle circostanze, il letto non possiede la comodità...
Bambino

Cosa leggere ai neonati

Il classico stereotipo della favola della buonanotte che spopola nei film, ormai ci insegna che, perlomeno ai bambini dai tre anni in poi, si possono leggere delle favole per farli dormire tranquilli, ma nessuno si pone mai la domanda su cosa leggere...
Bambino

Come fare ginnastica ai neonati

Quando si ha intenzione di far fare ginnastica al proprio bebè, è sempre opportuno iniziare sin dai primi mesi di vita. La manipolazione sul neonato può essere eseguita senza timori e serve per favorire la muscolatura, in modo tale da prepararlo ai...
Bambino

Come fare l'aerosol ai neonati

Capita spesso che il pediatra prescriva l'aerosol ai propri piccoli pazienti. Quando ciò accade, non bisogna disperare, oppure ritenere impossibile poter riuscire nell'impresa. Attraverso un'adeguata preparazione, infatti, è possibile che il neonato...
Bambino

Come lavare gli indumenti dei neonati

Avere capi profumati, privi di macchie o aloni e perfettamente igienizzati è una necessità ancora più pregnante nel caso dell'abbigliamento dei neonati. Capiteranno frequentemente momenti in cui gli abitini del vostro bambino si sporcheranno di latte,...
Bambino

Come pulire il nasino ai neonati

Per prevenire sinusiti o infezioni del cavo orale, una delle cose da fare sempre è quella di tenere pulito il nasino dei neonati. In tenera età i bambini non hanno ancora la capacità di soffiarsi il naso da soli, per cui occorre aiutarli in questa...