Allattamento al seno: 10 cose da sapere

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Diventare madre è il dono più bello che la vita possa regalare ad una donna. È la più alta espressione della femminilità che non eguaglia nulla al mondo. Una madre instaura un rapporto di amore col proprio figlio che va oltre qualsiasi immaginazione. Amore vero e profondo che si manifesta già dal primo mese di gestazione. Una delle espressioni di amore e dolcezza più grandi è allattare il proprio figlio al seno. Si crea un legame speciale, una magia tra madre e figlio. Molte madri hanno paura, soprattutto al primo parto, di non essere all'altezza o semplicemente di non sapere abbastanza. Niente paura, riguardo l'allattamento al seno ecco 10 cose da sapere.

211

Tenere la testa alta

Quando si allatta il processo non ha regole o meccaniche particolari. Viene proprio spontaneo, il bambino inizierà a cercare la mammella andando a tastoni sul petto. L'unica accortezza è quella di tenere il bambino ben saldo in braccio con la testa più alta rispetto al corpo. Basta tenere il bambino in braccio.

311

Non forzare il bambino

Proprio perché il processo di allattamento è puramente spontaneo non forzate vostro figlio a prendere il latte. A volte il bambino si poggia al petto semplicemente per sentire il calore materno non per fame. Accoglietelo al petto e coccolatelo.

Continua la lettura
411

Rispettare gli orari

Anche gli orari vanno rispettati. In particolare segnate degli orari per i pasti ogni tre ore circa e allattate periodicamente vostro figlio. Non attaccatelo alla mammella al minimo lamento altrimenti confonderá le coccole con il pasto durante la giornata.

511

Spalmare dell'olio per le ragadi

Spesso voi mamme in allattamento soffrite di ragadi al seno. Questi tagli sono veramente molto dolorosi ed ogni poppata può diventare un incubo. Andate in farmacia e comprate un olio adatto, ne esite un tipo apposito per l'allattamento che non fa male al bambino.

611

Fare impacchi di camomilla

Quando vostro figlio dorme è bene che facciate degli impacchi di camomilla sulle mammelle, questo permetterà di alleviare i dolori e i bruciori e farà percepire una sensazione di sollievo molto utile in casi stressanti come quelli post partum.

711

Tenere il bambino coperto

Mentre allattate create un'atmosfera tutta vostra, calore, senso di protezione ma si sa, spesso il bebè vuole mangiare mentre non si ha molta privacy per questo motivo è opportuno coprire e avvolgere il bimbo al seno. Tenetelo vicino e avvolgente una copertina attorno a voi.

811

Scoprire bene il petto

Ricordatevi che il bambino quando ha fame è molto nervoso, spesso piange senza sosta e vuole solo attaccarsi alla tettarella e ciucciare. Se trova qualcosa che non va potrebbe innervosirsi ancora di più. Scoprite bene il petto e non limitate la pappa al vostro bebè.

911

Evitare l'uso di profumi

Un'altra importante regola è quella di non usare profumi se siete in allattamento. È facile che questi disturbino il bambino anche provocando conati di vomito. I bambini sono molto sensibili per cui optatw per deodoranti inodori e anallergici.

1011

Mangiare sano

Mangiate sano e mangiate bene, non solo in gravidanza ma anche in allattamento. Sappiate che molti cibi alterano il gusto del latte e anche condizionano la digestione del vostro bambino. Questo è il motivo per cui conviene mangiare leggero evitando i sapori forti e decisi.

1111

Non fumare

Ultimo consiglio ma non ultimo per importanza è il fumo. Sappiate che vostro figlio è la cosa più bella che abbiate al mondo, non rovinategli la vita, amatelo, quindi non fumate anche perché il fumo cambia il sapore del latte e della vostra pelle e portano il bambino a contatto con dosi minime di nicotina.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

5 accessori essenziali per l'allattamento

L'allattamento è la fase della maternità in cui il neonato si attacca al seno materno per la propria alimentazione. Il latte materno è molto importante per la nutrizione e la crescita del bambino, soprattutto nei primi sei mesi di vita. Per questo...
Bambino

Consigli per evitare la mastite durante l'allattamento

Il periodo dell'allattamento al seno è uno dei momenti più belli nella vita di ogni donna. Tale momento, però non è sempre privo di disturbi fisici, infatti nel circa il 10% delle neomamme, può subentrare un infezione del tessuto mammario che provoca...
Bambino

Come mantenere le poppate al seno

Arriva un momento in cui la straordinaria esperienza dell'allattamento al seno finisce. In questi casi si deve educare il piccolo a bere dal biberon e a mangiare le prime pappe. È un passaggio fondamentale della vita e della relazione fra mamma e bambino....
Bambino

Tutte le posizioni per l'allattamento

Se sei una neo-mamma, l'allattamento al seno, uno degli atti più naturali del mondo, all'inizio potrebbe sembrarti complicato. Tutto quello che ti serve è un po' di pratica per imparare a sostenere il tuo bambino in una posizione comoda, nella quale...
Bambino

Capezzoli dolenti durante l'allattamento: come attenuare il dolore

La maggiorparte delle donne possono soffrire in generale di dolore ai capezzoli in diversi periodi della loro vita; in particolare esiste un dolore che le contraddistingue che è rappresentato dall'allattamento: molte di loro solitamente quando allattano...
Bambino

Allattamento misto

Capita spesso che durante la fase di allattamento, la donna non abbia latte a sufficienza da dare al neonato. Ciò può dipendere da diversi fattori ma in ogni caso è importante che non si senta in colpa anche perché, esistono dei rimedi. In questi...
Bambino

Allattamento: 10 errori da evitare

L'arrivo di un bambino per una famiglia è molto importante, perché si ha la possibilità di crescere il proprio figlio e di godersi ogni istante di questa piccola creatura. Tra i vari aspetti più importanti nella crescita di un bambino, bisogna sicuramente...
Bambino

Attaccare il neonato al seno: 5 regole da seguire

Il desiderio di quasi ogni mamma è quello di riuscire ad allattare al seno il proprio bambino e di far sì che questo momento sia piacevole e positivo per entrambi, ma per far in modo che questo accada bisogna attaccare correttamente il neonato al seno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.