7 buone abitudini che ogni bimbo deve imparare

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

L'educazione di un bambino, specie ai giorni nostri, è divenuta un'attività complessa da numerosi punti di vista. Le condizioni lavorative dei genitori impongono un approccio totalmente differente ai fatti della vita, e quindi anche all'educazione dei propri figli. Certamente avere un figlio educato è un aspetto estremamente rilevante per numerosissimi aspetti e pone una buona base per lo sviluppo futuro di un ragazzo provetto. Per avere un figlio ben educato, è opportuno iniziare ad insegnarli le buone abitudini sin dalla più tenera età, a patto chiaramente che abbia cognizione delle sue azioni. Nella seguente guida vediamo 7 buone abitudini che ogni bimbo deve imparare.

29

Chiedere per favore e ringraziare

Può sembrare una banalità, ma nella crescita della coscienza di ogni bambino è importante che impari a chiedere quello di cui ha bisogno utilizzando la formula "per favore" e ringraziare quando la ottiene. Per insegnare ciò ad un bambino, la tecnica del buon esempio è la principale. Infatti in tenera età, assimilano molto dall'ambiente circostante e dall'atteggiamento dei genitori. In ragione di ciò, quando gli chiedete qualcosa utilizzate la stessa formula (per piacere e grazie), col passare del tempo il bambino non farà altro che imitarvi.

39

Stare seduto e buono quando richiesto

La vivacità è uno degli aspetti principali del carattere dei bambini, più spesso dei maschietti. Chiaramente tale aspetto non può essere sempre fuori controllo, ne tantomeno esser sempre represso. Con la tecnica del premio è possibile chiedere ed ottenere dal bambino che stia buono e seduto. Sicuramente questo aspetto lo comprenderà meglio con l'età, tuttavia cercando di spiegargli perché è importante che stia buono e non faccia rumore si possono ottenere buoni risultati. Quando lo farà, lodatelo sempre.

Continua la lettura
49

Ordinare i giocattoli dopo l'utilizzo

Imporre il concetto dell'ordine è altrettanto importante. Alcuni studi affermano che le capacità cerebrali per comprendere tale concetto sono disponibili già a partire da diciotto mesi di età. Chiaramente la maggior parte del lavoro spetterà sempre al genitore ma mostrandogli che è divertente anche riordinare la camera ed i giocattoli dopo il gioco, aiuterà a far sviluppare in lui il concetto e l'amore per l'ordine. Premiatelo dopo il riordino dei giocattoli.

59

Lavarsi le mani

L'igiene personale è un aspetto importantissimo nella definizione delle abitudini ed anche della personalità del bambino. Sin da subito deve imparare che prima di mangiare, o di andare a letto ad esempio, deve lavare le sue mani. Così come per il passo precedente, è opportuno mostrargli che tale attività è divertente, facendolo giocare magari con il sapone.

69

Trattare il cibo come un alimento

Quando il pargolo inizia lo svezzamento, deve imparare che il cibo è un alimento e con esso non si gioca. In questo caso, vedere come si comportano tutti gli altri componenti della famiglia è molto importante, pertanto cenate e pranzate tutti insieme. Se inizia a giocare con il cibo, lo si riprende delicatamente ma con la giusta fermezza. L'ora dei pasti viene vista come un'attività noiosa pertanto tenderà anche ad alzarsi. Se vuole alzarsi, lasciatelo fare ma deve ritornare dopo pochi minuti al suo posto e riprendere a mangiare.

79

Lavarsi i denti

Come si diceva a proposito del lavarsi le mani, anche per i denti valgono le stesse ed identiche considerazioni. Aiutatelo i primi tempi per fargli capire come lavarsi i denti, come agire con lo spazzolino. Dopo di ciò, lasciate che sia sempre lui a lavarseli, seppur in vostra presenza. Fate in modo che lo specchio sia raggiungibile dal suo sguardo per renderlo più partecipe dell'attività che sta svolgendo.

89

Evitare un linguaggio inappropriato

I bambini sono come delle spugne: assorbono terribilmente dall'ambiente circostante. In ragione di ciò, tenete sempre sotto controllo cosa vede e cosa sente. Non fate mai in modo che ascolti qualche vostra esternazione non appropriata al contesto, ne lasciate che le ascolti dalla televisione o alla radio. Molto spesso nei mass media sono dette e seguite da delle risate. Pensando di imparare qualcosa di simpatico, ricorderà bene ed utilizzerà un linguaggio inappropriato.

99

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Frasi da non dire mai a un bimbo sovrappeso

Nella società odierna, la percentuale dei bimbi sovrappeso sembra essere in costante aumento. Moltissimi bambini presentano una condizione fisica in cui il peso corporeo supera, talvolta anche in modo evidente, il peso medio consigliato da medici, pediatri...
Bambino

Come gestire un bimbo al mare

L'arrivo di un figlio stravolge le abitudini di tutta la famiglia. Molto spesso al momento di programmare le vacanze sorgono incertezze.Sarà possibile gestire la situazione in tutta tranquillità? Il mare, senza le dovute precauzioni, può rivelarsi...
Bambino

Come togliere il pannolino di notte al tuo bimbo

Riuscire a individuare il momento giusto durante il quale possiamo togliere il pannolino della notte al nostro bimbo è qualcosa di molto delicato. Si tratta, infatti, dell'atto conclusivo di una serie di abitudini che ha già fatto sue da tempo. Quando...
Bambino

Come insegnare al bimbo a mangiare da solo

Insegnare ad un bambino a mangiare da solo, anche con cucchiaio e forchetta, non è facile. Occorre armarsi di pazienza e determinazione e a poco a poco i risultati si vedranno. Partiamo dal presupposto che ogni bimbo ha i suoi ritmi di apprendimento...
Bambino

Come capire se il bimbo ha fame

La giornata di un bambino molto piccolo è scandita da tre momenti fondamentali per la sua crescita. La nanna, la pappa e i bisogni fisiologici, importanti indicatori della salute del piccolo. Si capisce facilmente se il bambino ha sonno o se deve essere...
Bambino

Consigli per il primo viaggio in aereo del bimbo

State organizzando un viaggio in aereo e per il vostro bimbo si tratta del primo volo? Non fatevi prendere dal panico, non c'è nessun problema, basta solo un po' di organizzazione e si può programmare un momento felice, un'esperienza da ricordare dove...
Bambino

I migliori libri per un bimbo dislessico

Un bimbo dislessico si ritrova ad affrontare una problematica particolarmente delicata che rende molto difficoltosa la lettura dei testi, creando spesso un forte disagio psicologico, soprattutto a causa del confronto con gli altri bambini, privi di questa...
Bambino

5 cosa da fare se il tuo bimbo fa i capricci

In questa guida, passo dopo passo, spiegherò 5 cosa da fare se il tuo bimbo fa i capricci. Si sa che i capricci dei bambini per te che sei adulto rappresentano senza dubbio comportamenti prevedibili ma comunque non facili da gestire ed anche difficili...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.