5 segnali per capire che il bebè ha fame

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Fin da sempre per una coppia l'arrivo di un figlio è un qualcosa di straordinario. Le vere protagoniste di tutta la gestazione sono, però, le donne; ed è proprio in questa fase che vengono assalite da mille dubbi e preoccupazioni nei confronti del futuro nascituro. Superato il momento del parto, ecco che molte donne cercano spiegazioni dagli specialisti su come distinguere i diversi tipi di pianto del proprio bambino, in relazione al fatto che i neonato comunicano con gli adulti attraverso il pianto. In questa guida vi elencheremo quali sono i 5 segnali chiave per capire che il vostro bebè ha fame.

26

Schiocca la lingua sul palato

Il consiglio principale per le neo-mamme è quello di non far passare molto tempo tra una poppata e l'altra, non più di tre ore, questo perché il pianto è l'ultima tappa. Il bambino piange quando non c'è la giusta attenzione della mamma di provvedere al suo nutrimento; c'è il rischio quindi che il bambino si addormenti senza aver mangiato la quantità necessaria. Così come accade negli adulti, anche nei bambini l'appetito può variare: quando è moderato, potete riconoscere se il vostro bebè ha fame osservando che il bambino inizierà a schioccare la lingua sul palato o inizierà a succhiarsi le labbra.

36

Cerca il seno

Un altro gesto che i bambini fanno per segnalarci che hanno fame è quello di cercare il seno: aprono la bocca e iniziano a girare la testa a destra e a sinistra tenendo fuori la lingua. Questo segno non deve essere interpretato solo come un segnale di fame da parte del bambino, ma è anche un modo che chiamare la propria mamma, cercare affetto da lei che lo ha cresciuto e dalla quale dipende una volta venuto al mondo.

Continua la lettura
46

Si succhia il dito

Quando i bambini hanno molta fame, nella maggior parte dei casi, portano la mano alla bocca e iniziano a succhiarsi un dito, solitamente il pollice, pensando che fosse un ciuccio. Questo è forse il gesto che ci fa capire meglio quando un bambino ha fame, ma il suo appetito è notevole e potrebbe essersi anche un po' innervosito.

56

Respira velocemente

Man mano che la fame aumenta, il bambino si agita sempre di più e sarà anche più difficile allattarlo oppure dargli il latte artificiale. Un altro segnale che i bambini ci lanciano quando hanno fame è quello di respirare velocemente, iniziano ad agitarsi tra le braccia materne e a dare dei lievi e piccoli colpi su di esse o sul petto, tirano anche qualche piccolo calcio.

66

Piange

Il pianto è l'ultima fase, quando il bambino non resiste più alla fame ed è altamente nervoso. Prima di allattarlo è consigliato tranquillizzarlo altrimenti sarà difficile farlo mangiare. Accompagnerà spesso il pianto con dei borbottii o dei gemiti e, solo quando si sarà tranquillizzato, potete dargli da mangiare. Riconoscere questi segnali vi aiuterà non solo a capire meglio il vostro bambino e quello di cui ha bisogno, ma giocherà a favore di un rapporto madre-figlio unico e piacevole.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come capire se il bimbo ha fame

La giornata di un bambino molto piccolo è scandita da tre momenti fondamentali per la sua crescita. La nanna, la pappa e i bisogni fisiologici, importanti indicatori della salute del piccolo. Si capisce facilmente se il bambino ha sonno o se deve essere...
Bambino

Come capire se il tuo bebè ha mal di testa

Il mal di testa, è un disturbo comune anche nei bambini. Un dolore costante che crea nervosismo, dolore e insofferenza sono solo alcuni dei sintomi di una fastidiosa cefalea. Nei bambini molto piccoli, non è sempre facile intuire quando un bebè soffre...
Bambino

Come prepararsi alla nascita di un bebè

La nascita di un bebè è sempre un momento bellissimo per una coppia di genitori, ma si porta dietro tantissimi cambiamenti. L'arrivo di un figlio cambia notevolmente la vita di coppia, le abitudini personali dei genitori, lo stile di vita e anche la...
Bambino

5 idee regalo fai da te per i bebè in arrivo

La lieta notizia di un bebè in arrivo è sicuramente la più dolce che possa esserci. Ma cosa regalare alla neo-mamma e al suo bebè in arrivo? Sicuramente in commercio si possono trovare le soluzioni più alla moda. Ma se decidessimo di confezionare...
Bambino

Come aiutare il bebè a fare il ruttino

Essere delle neomamme non è affatto facile, bisogna imparare in breve tempo tante cose per essere in grado di prendersi cura di un bambino così piccolo che dipende totalmente da noi. Uno dei momenti più belli in cui si consolida il rapporto tra madre...
Bambino

Consigli per gestire il pianto del bebè durante la notte

Le prime settimane di vita di un neonato sono un periodo piuttosto difficile da affrontare, in particolare quando si tratta del primo figlio ed i genitori non sono del tutto preparati a questo grande cambiamento. Un neonato non ha orari, può dormire...
Bambino

Come capire se il bambino è pronto a togliere il pannolino

Capire se è il caso di togliere il pannolino al proprio bambino non è mai una cosa molto semplice. Ci sono genitori che si basano sull'età, ma, in realtà, la cosa migliore da fare sarebbe quella di basarsi su determinati segnali che vi dà vostro...
Bambino

Come organizzare la casa per l'arrivo del bebè

La nascita di un bebè rappresenta in una famiglia un momento di grande felicità, ma allo stesso tempo pone il problema di come organizzare la casa per l'arrivo del nuovo nato. Bisogna fare in modo che la casa sia sicura e funzionale così che mamma...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.