5 modi per incoraggiare tuo figlio il primo giorno di scuola

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Da che mondo è mondo, i bambini, soprattutto in tenera età, trovano tutte le scuse possibili per non andare a scuola. Ecco che quindi spuntano i classici mal di pancia, mal di testa, mal di denti, sensi di vomito, spesso e volentieri immaginari, ma attenzione, non sempre! Infatti alcuni bambini possono davvero risentire del distacco da mamma e papà con manifestazione di malessere fisico. Ecco perché spesso non bisogna dare per scontato nulla. In questa guida daremo dei piccoli ma efficaci consigli su come spronare il bambino ad andare volentieri a scuola e, nello specifico illustreremo 5 modi per incoraggiare il proprio figlio il primo giorno di scuola.

26

Superare gli ostacoli

L'ostacolo maggiore, soprattutto se si tratta del primo giorno in assoluto di scuola per il proprio figlio, è per coloro che hanno un bambino particolarmente introverso. In tal caso, invece di rischiare di dare un trauma al bambino lasciandolo solo in balia di compagni nuovi, mai conosciuti, è sempre consigliabile anticipare di un bel po' di tempo una sorta di "terapia d'urto". Dovrete fare in modo che il bambino venga a contatto (anche per breve tempo) con altri bambini, per esempio al parco, ai giardini, alle giostre, così da sbloccarsi un po'.

36

Prospettare un bell'ambiente

L'ansia maggiore, per il vostro bambino, è quella del distacco dai propri cari e la presenza di bambini nuovi e di una nuova maestra. Naturalmente stiamo parlando del primo giorno nelle scuole elementari. È chiaro che adesso non avrà più a che fare con i giochi e i divertimenti della scuola materna, adesso dovrà stare tra i banchi ordinato e diligente. Prospettategli un ambiente migliore, fate del vostro meglio per far capire al bambino che adesso sta crescendo e imparerà tantissime cose bellissime insieme ai suoi compagni che, tra l'altro, avranno le sue stesse ansie, quindi dovranno aiutarsi a vicenda grazie anche all'aiuto della nuova maestra.

Continua la lettura
46

Chiedere un aiuto alla maestra

Una buona idea, per affrontare al meglio il primo giorno di scuola, è quello di conoscere anticipatamente la maestra. Se i genitori hanno più informazioni sulla scuola e sui metodi dei maestri, sarà più semplice dare al bambino una maggiore serenità. Inoltre, è buona norma che la maestra, il bambino e la mamma (o il papà), stiano anche solo cinque minuti a parlare così da far rilassare il bambino.

56

Il primo giorno non si scorda mai!

A volte (anche se più raramente), capita che il bambino abbia proprio una gran voglia di cominciare la scuola, anche con i nuovi compagni e, in realtà, l'apprensione e le ansie sono solo dei genitori. Questo è il caso più semplice. Capita raramente, ma quei pochi bambini che entrano a scuola con questo spirito ricordano sempre con grande piacere il proprio primo giorno di scuola!

66

A scuola con gli amici di sempre

Spesso e volentieri invece si presenta l'occasione di frequentare una scuola elementare in cui, tutti, o quasi, i compagni di scuola sono bambini già conosciuti alle scuole materne. Di conseguenza sarà molto più semplice cercare di convincere e incoraggiare il bambino ad andare a scuola senza rischiare di cadere in balia di mal di pancia, mal di testa e vomito.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

come proteggere un figlio dal complesso del figlio unico

Nel panorama sociale ed economico odierno si assiste ad un notevole calo delle nascite. Il sostentamento di un figlio richiede molte risorse che non sempre sono a disposizione delle giovani coppie, inoltre il modo di vivere la maternità è decisamente...
Bambino

Come incoraggiare un bambino con un ritardo del linguaggio

L'enorme importanza del linguaggio nei rapporti umani, può portarci a credere che il suo sviluppo sia totalmente a carico di fattori biologici. In realtà, la capacità di esprimersi e la sua naturale evoluzione, è spesso soggetta a notevoli variazioni...
Bambino

Come comportarsi se il bambino non vuole andare a scuola

Educare un bambino non è mai semplice, soprattutto per un novello genitore. Per questo alle volte dei buoni consigli potrebbe aiutare a fare le scelte giuste che vi permetteranno di compiere delle scelte ponderate. Solo così potrete riuscire a crescere...
Bambino

5 consigli per crescere al meglio un figlio

Sicuramente la nascita di un figlio rappresenta una gioia e un completamento della propria vita. Ma avere un figlio comporta anche responsabilità. Ogni genitore ha infatti la grande "missione" di saperlo crescere nel migliore dei modi. Quelli che seguono...
Bambino

Come capire se tuo figlio finge di studiare

Vuoi capire se tuo figlio finge di studiare? Quante volte hai sentito dire che si può fare qualunque corso per imparare qualsiasi cosa tranne come fare i genitori? Probabilmente, tante volte così come tante volte provi a ripeterlo davanti allo specchio...
Bambino

10 buoni motivi per avere un secondo figlio

La nascita di un figlio è il momento più felice nella vita di ognuno di noi, quell'attimo meraviglioso del primo pianto e la gioia condivisa con il partner. Se si parla di figli le emozioni sono inevitabilmente forti, e tra le cose che si possono fare...
Bambino

Come facilitare l'ingresso a scuola dei bambini

L'inserimento nella scuola materna o elementare è sempre un momento delicato per la vita di ogni bambino. È un cambiamento importante, un momento in cui anche i più piccoli devono iniziare a fare i conti con la realtà, rapportandosi con altri bambini...
Bambino

Come educare un figlio unico: 10 errori da evitare

Crescere i figli è sicuramente la più ardua sfida (nonché la più bella soddisfazione) che un genitore possa affrontare nella sua intera vita: è vero che tutti i figli possiedono un proprio carattere, vivono e vivranno le loro esperienze e non è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.