5 cose da fare quando si aspetta un bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La dolce attesa è uno dei momenti più belli ed importanti nella vita di una donna, ma allo stesso tempo si tratta di un periodo particolarmente delicato. L'attesa dell'arrivo del bebè significa per molte donne seguire determinate accortezze per prevenire al meglio la salute sia di se stessa che del nascituro. Le donne incinte, infatti, devono rispettare dei piccoli divieti e allo stesso tempo devono organizzare al meglio i nove mesi della gravidanza integrando tutti gli accorgimenti necessari. Vi sono dei consigli che molto spesso vengono sottovalutati e questo può incidere sul benessere della futura mamma. A questo punto non resta che scoprire 5 cose da fare quando si aspetta un bambino.

26

Usare scarpe comode

Le calzature svolgono un ruolo importantissimo durante il periodo della gravidanza: ciò non significa rinunciare ai tacchi per tutti i nove mesi, soprattutto per le donne che non riescono a farne a meno, ma è importante prediligere sempre delle scarpe comode poiché l'aumento di peso e la crescita della pancia potrebbero rendere difficoltoso indossare calzature alte. Il peso infatti andrà ad incidere sulla zona lombare della schiena e i tacchi potrebbero aggravare queste condizioni.

36

Prediligere vestiti larghi e comodi

Esattamente come per le calzature, anche gli indumenti non vanno sottovalutati durante il periodo della gestazione. Naturalmente non significa dover indossare unicamente dei vestiti larghi e poco eleganti, ma bisogna tener presente che i vestiti troppo stretti o dei pantaloni aderenti potrebbero fare pressione sulla parte della vita o creare problemi circolatori, quindi è meglio evitarli il più possibile. A questo punto non resta che organizzarsi per bene e fare un po' di shopping per avere a disposizione nel proprio armadio gli abiti ideali per il periodo della dolce attesa.

Continua la lettura
46

Riposare correttamente

La gravidanza non deve essere considerata un periodo pieno di limiti e rinunce. Al contrario, è giusto continuare a vivere la propria routine quotidiana come sempre, semplicemente seguendo delle piccole accortezze e organizzando al meglio le proprie necessità. Quindi via libera a uscite con amici, viaggi, cene di lavoro purché si presti sempre attenzione ai segnali e ai sintomi che vengono lanciati dal corpo, soprattutto per quanto riguarda i primi mesi che sono quelli più delicati a causa dei cambiamenti ormonali. Pertanto va bene lo svago, non sottovalutando mai il giusto riposo.

56

Acquistare lo stretto necessario per il neonato

Tantissime mamme durante gli ultimi mesi della gestazione iniziano a procurarsi tutto ciò che sarà indispensabile per il bebè. Questa esigenza è del tutto normale, ma non vi è alcun bisogno di eccedere e fare scorte di indumenti ed accessori per neonati come biberon, tutine, calzine, passeggini, lenzuola e tanto altro. Onde evitare di acquistare tantissime cose meno importanti è consigliabile fare una vera e propria lista di tutto ciò che è davvero essenziale, in modo tale che sia mamma che papà avranno a disposizione tutto lo stretto necessario e saranno ben organizzati all'arrivo del nascituro.

66

Consultare sempre il proprio medico

Molte donne tendono a lasciarsi impressionare dai racconti delle amiche e delle conoscenti o ancor peggio tendono a consultare il web per qualsiasi dubbio. Durante il periodo della gestazione è molto importante lasciare da parte le paure e rivolgersi sempre al proprio medico, al ginecologo o all'ostetrica per qualsiasi domanda o informazione, poiché ogni gravidanza è differente. La tranquillità è fondamentale per vivere questo periodo delicato al meglio e godersi la propria maternità.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Gravidanza

5 consigli per guidare in gravidanza

La gravidanza è un momento davvero speciale per tutte le donne che desiderano avere finalmente un bebè. Si tratta di nove mesi in cui ogni donna deve comunque stare attenta a piccole cose che possono compromettere la gravidanza. Bisogna stare attente...
Gravidanza

Consigli per parlare ai bambini della gravidanza

La gravidanza, in alcune situazioni, può rappresentare un argomento delicato di cui parlare ai bambini. È importante instaurare un rapporto sincero e schietto con i bambini e trattarli come degli adulti. È sempre bene spiegare la meglio le cose, qualsiasi...
Gravidanza

Come contrastare la fame eccessiva in gravidanza

Contrastare la fame eccessiva è molto difficile durante una gravidanza, quando non ci si riconosce più né fisicamente né psicologicamente. Ma con un pizzico di forza di volontà ed alcuni trucchi, è tuttavia possibile vincere questo costante desiderio...
Gravidanza

Gravidanza: le posizioni del feto

Per riconoscere la posizione del feto in gravidanza, il ginecologo che segue la donna in stato interessante effettua visite regolari. Il nascituro può assumere tre posizioni principali: cefalica, podalica e trasversale (o obliqua). Vediamo insieme in...
Gravidanza

Come leggere un'ecografia ostetrica

L'ecografia ostetrica è uno dei tanti esami da dover fare in gravidanza. Grazie all'ecografia si ha la certezza della gravidanza, si stabilisce l'epoca della gestazione e del termine. Inoltre con le varie ecografie si ottengono numerose informazioni...
Gravidanza

Come annunciare la gravidanza

Aspettare un bambino è la cosa più bella che possa capitare ad una donna e a una coppia. L'attimo di gioia immensa del momento in cui la futura mamma scopre di essere incinta è una cosa indescrivibile, fatta di mille emozioni e sensazioni così forti...
Gravidanza

Le frasi più belle da dedicare a tua moglie incinta

È finalmente arrivato il momento in cui uno dei sogni più belli, attesi e sperati sta per realizzarsi: test positivo.... Presto diventerete genitori e ci sarà un bel pargoletto a riempire le vostre giornate. Gioia infinita per entrambi, ma il periodo...
Gravidanza

Guida alla musicoterapia in dolce attesa

Che la musica abbia un potere curativo è cosa assai risaputa. Una semplice melodia è in grado di cambiare il nostro umore e produce persino effetti fisiologici, scientificamente accertati. "Cambiare musica" alle proprie giornate si può, partendo proprio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.