5 consigli per togliere il ciuccio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il ciuccio rappresenta l'oggetto sicuramente più amato dai bambini fin dai primi giorni della loro vita. Nel momento in cui si decide di dare per la prima volta un ciuccio al proprio figlio, si diventa consapevoli che per diversi anni il bambino non ne potrà più fare a meno. Fortunatamente, però, ci sono tantissimi metodi per eliminare definitivamente il ciuccio al proprio figlio, senza che l'evento risulti eccessivamente traumatico. Vediamo allora, attraverso i passi della seguente guida, 5 consigli per togliere il ciuccio.

26

L'inizio della scuola

All'inizio della scuola infantile, che corrisponde all'età di circa 3 anni, si può cogliere una prima occasione per togliere il ciuccio al bambino. Ad ogni modo, bisognerà spiegargli che una volta che andrà a scuola diventerà ormai un bambino grande ed il ciuccio non gli servirà più. Con la collaborazione delle insegnanti, è possibile spiegare al bambino che a scuola il ciuccio rappresenterebbe un grosso impedimento per farsi apprezzare dai compagni di classe.

36

Le feste natalizie

Un'altra strategia molto utile e funzionale potrebbe essere quella di approfittare delle feste natalizie e spiegare al bambino che il ciuccio durante questi giorni dovrebbe essere appeso all'albero di natale, in quanto Babbo Natale lo prenderà in cambio di un bellissimo regalo.

Continua la lettura
46

Il giorno del compleanno

Il giorno del compleanno del bambino, inoltre, un'idea potrebbe essere quella di provare a togliere il ciuccio nel momento in cui avviene lo spegnimento della candelina della torta. Quindi, si potrebbe far volare il ciuccio, legandolo ad un palloncino, e spiegando al piccolo che il suo caro oggetto partirà per un viaggio e tornerà a trovarlo una volta che avrà compiuto il giro del mondo.

56

Rimozione graduale

Nel caso in cui tutti i tentativi di rimuovere il ciuccio dovessero risultare negativi, allora si potrebbe tentare una modalità più graduale. Quindi, la soluzione ideale può essere quella di consegnarli il ciuccio esclusivamente durante la notte. In questa maniera, il bambino può rinunciare al suo adorato ciuccio verso i tre anni di età, senza subire alcun trauma.

66

Fargli capire che è diventato grande

Il ciuccio, se viene utilizzato per un periodo di tempo abbastanza prolungato, può provocare dei danni ai denti e al palato, favorendo un allineamento non adeguato della dentatura. Anche per questa ragione è necessario spiegare al bambino che il ciuccio, una volta che si diventa grandi, non deve essere più utilizzato, bensì sarebbe preferibile regalarlo ad un amico o ad un altro bambino più piccolo.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come abituare il neonato al ciuccio

Per far dormire i propri neonati maggiormente tranquilli, evitando che piangano in maniera incessante, ogni mamma dovrebbe abituare il proprio figlio all'utilizzo del ciuccio. Non sempre i bambini accettano però l'utilizzo di questo "corpo estraneo"...
Bambino

5 modi divertenti per togliere il ciuccio

Dopo una certa età, diventa importante che il bambino si privi del ciuccio. Quando questo oggetto di certo molto utile ha fatto però il suo tempo, occorre che il bimbo se ne privi gradualmente. In molti casi, tuttavia, i genitori si trovano in imbarazzo...
Bambino

Come sterilizzare il ciuccio

Il ciuccio è un accessorio per i bebè che da sempre, è motivo di scontri tra pediatri e mamme. Si tratta di una sorta di valida alternativa al seno materno, ed è spesso usato per conciliare il sonno e calmare il pianto del neonato. Il ciuccio può...
Bambino

Sterilizzare il ciuccio fuori casa: come fare

Per una mamma accudire il proprio neonato è un lavoro impegnativo e continuo. Seguire un bambino in tutto e stare attenti a non fare nulla di dannoso, negativo e pericoloso, è fondamentale per non causare problemi al piccolo. Gli accessori di cui ha...
Bambino

Come sopperire alla mancanza del ciuccio

L'arrivo di un figlio nella vita di una coppia rappresenta sempre un evento molto importante, ma molto spesso ci chiediamo se saremo sempre all'altezza di proteggere e far crescere sempre nel migliore dei modi il nostro bambino. Purtroppo non esiste una...
Bambino

Errori da evitare nella scelta del primo ciuccio

Molti e contrastanti sono i pareri sull'uso o meno del ciuccio, c'è chi sostiene che nei primi mesi di vita è importante per diminuire il rischio delle morti in culla, chi invece è dell'idea che sia un vizietto, in seguito difficile da togliere. La...
Bambino

Guida ai tipi di ciuccio

Il ciuccio (anche noto come ciucciotto o succhietto) è una tettarella in gomma, plastica, silicone o caucciù. Il ciuccio viene dato ai bambini per conciliare il sonno, per attenuare il senso di solitudine, per consolare o per rilassare attraverso la...
Bambino

Vantaggi e svantaggi del ciuccio per il neonato

Dopo una lunga attesa in cui abbiamo imparato a conoscerci attraverso il pancione, ora possiamo finalmente stringere il nostro piccolo tra le braccia. Aspettative, emozioni e paure si mescolano in noi genitori, che vorremmo prendere sempre le decisioni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.