5 consigli per gestire la frustrazione dei bambini

Tramite: O2O 17/05/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa lista vedremo 5 consigli utili per gestire la frustrazione nei bambini. Il pianto è un meccanismo di comunicazione fondamentale nei bambini. Con la crescita si trasforma In un modo per comunicare la sua insoddisfazione verso qualcosa o una sua paura. Tuttavia, quando è dovuto ad una frustrazione, può essere di difficile gestione, e non sono poche le mamma che sentono un senso di colpa nella questione. Per questo è utile trovare un modo per chiarire al meglio la questione della frustrazione.

26

Comunicazione

Tra i 5 consigli utili per gestire la frustrazione dei bambini c'è la comunicazione. La comunicazione ha diversi livelli a seconda dell'età del bambino. Quando è in uno stato di frustrazione bisogna trovare il miglior modo di comunicare con lui. La comunicazione non è solo verbale, ma si costituisce di esempi, sguardi, atteggiamenti, reazioni. In queste cose è opportuno essere sempre chiari e non lasciare mai niente in sospeso, promesse fatte e non fatte, ecc.

36

Ragionamento

Giunti tra un età compresa tra i 6 anni in poi è possibile iniziare a ragionare per bene sui motivi della frustrazione. Prendetevi del tempo da passare con il bambino e cercate di spiegargli la vostra visione delle situazioni in cui si trovano. Poi ascoltate le cose che ha da dirvi e iniziate a trovare i motivi della frustrazione, quindi, cercate di trovare tramite il ragionamento una soluzione.

Continua la lettura
46

Esempio

La frustrazione può essere dovuta anche a sensazioni tacite che il bambino non esprime facilmente. È sempre opportuno dare un esempio positivo, di tranquillità e accettazione. Il vostro esempio è fondamentale per la reazione del bambino. Spesso la reazione a certe situazioni è dettata dal comportamento dei genitori che si arrabbiano o si impongono.

56

Comprensione

Cercate di mettervi nei loro panni. A volte non capiamo bene i motivi della loro frustrazione. Hanno bisogno di essere compresi a fondo, seguiti, aiutati. La velocità della vita ci porta spesso ad imporci, o ad imporre una nostra decisione. Quindi una regola fondamentale per capire i bambini è capire noi stessi prima.

66

Condivisione

Cercate di aprirvi il più possibile. Nei bambini spesso al soddisfazione dei bisogni è motivo di felicità e allegria, ma a lungo andare diventa una pretesa, una cosa che dà per scontato. L'abitudine a soddisfare le proprie reazioni interne porta il bambino ad accumulare dei comportamenti di difficoltà. Essi si ripresenteranno nelle fasi della vita. Cercate di condividere la vostra esperienza. La frustrazione diventa una reazione abitudinaria perché spesso riescono ad ottenere quello che vogliono dai genitori facendosi vedere tristi o piagnucolosi. Questa lista di 5 consigli utili contro al frustrazione è una base dalla quale potete partire per comprendere il vostro bambino, che sicuramente è unico. Quindi, ascoltate, ascoltate, ascoltate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come gestire l'egocentrismo nei bambini

Intorno ai 18-24 mesi i bambini iniziano a sviluppare forme più o meno accentuate di egocentrismo che li porta a pensare di essere al centro di tutto e che tutto gli appartenga. È una fase molto delicata che i genitori devono cercare di gestire al meglio...
Bambino

Arti marziali per bambini: consigli per iniziare

Le arti marziali sono un antico metodo di addestramento del corpo, della mente e dello spirito, originario della Cina. Coloro che praticano le arti marziali cercano tuttavia di vivere sempre in armonia con sé stessi e con gli altri, ma al contempo anche...
Bambino

5 consigli per bambini che non vogliono vestirsi

Il momento della vestizione mattutina può essere motivo di stress per genitori e bambini. Infatti, arriva un momento in cui vostro figlio non ne vuole sapere di indossare quello che avete scelto per lui: questi vestiti, per il piccolo, non vanno mai...
Bambino

5 consigli per la corretta idratazione dei bambini

Sia che si tratti del periodo estivo, in cui fa molto caldo, si suda e si tende quindi a perdere liquidi e con essi i sali minerali indispensabili per la salute del nostro corpo, sia che si tratti di periodi particolari cui si può incorrere, come l'essere...
Bambino

Karate per bambini: consigli per iniziare

L'attività sportiva per i bambini è fondamentale per uno sviluppo ottimale. Lo sport insegna ai piccoli a socializzare e a rispettare le regole. Una crescita armoniosa non può fare a meno della pratica sportiva. Ma quale sport è meglio far intraprendere...
Bambino

5 consigli per non perdere i bambini in spiaggia

Arriva l'estate, finalmente si torna al mare, un po' di relax e passeggiate e nuotate in tutta serenità. Niente di più falso se si hanno al seguito dei bambini, soprattutto se hanno dai due anni in su, camminano, corrono e, magari, non parlano in modo...
Bambino

5 consigli per non perdere i bambini in montagna

La perdita di un figlio è uno degli incubi ricorrenti di ogni genitore. In posti affollati o pieni di vie di fuga la nostra attenzione deve sempre essere al massimo e questo, spesso, non ci permette di godere appieno del tempo libero che si passa in...
Bambino

Consigli per le scarpe per i bambini con piedi piatti

La sindrome dei piedi piatti è detta anche del piede pronato vago e compare quando il bambino ha già sviluppato a pieno l'apparato muscolo-scheletrico. Se quindi nei primissimi anni di età notate che vostro figlio non ha l'arcata plantare ben definita,...