5 consigli per gestire la frustrazione dei bambini

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questa lista vedremo 5 consigli utili per gestire la frustrazione nei bambini. Il pianto è un meccanismo di comunicazione fondamentale nei bambini. Con la crescita si trasforma In un modo per comunicare la sua insoddisfazione verso qualcosa o una sua paura. Tuttavia, quando è dovuto ad una frustrazione, può essere di difficile gestione, e non sono poche le mamma che sentono un senso di colpa nella questione. Per questo è utile trovare un modo per chiarire al meglio la questione della frustrazione.

26

Comunicazione

Tra i 5 consigli utili per gestire la frustrazione dei bambini c'è la comunicazione. La comunicazione ha diversi livelli a seconda dell'età del bambino. Quando è in uno stato di frustrazione bisogna trovare il miglior modo di comunicare con lui. La comunicazione non è solo verbale, ma si costituisce di esempi, sguardi, atteggiamenti, reazioni. In queste cose è opportuno essere sempre chiari e non lasciare mai niente in sospeso, promesse fatte e non fatte, ecc.

36

Ragionamento

Giunti tra un età compresa tra i 6 anni in poi è possibile iniziare a ragionare per bene sui motivi della frustrazione. Prendetevi del tempo da passare con il bambino e cercate di spiegargli la vostra visione delle situazioni in cui si trovano. Poi ascoltate le cose che ha da dirvi e iniziate a trovare i motivi della frustrazione, quindi, cercate di trovare tramite il ragionamento una soluzione.

Continua la lettura
46

Esempio

La frustrazione può essere dovuta anche a sensazioni tacite che il bambino non esprime facilmente. È sempre opportuno dare un esempio positivo, di tranquillità e accettazione. Il vostro esempio è fondamentale per la reazione del bambino. Spesso la reazione a certe situazioni è dettata dal comportamento dei genitori che si arrabbiano o si impongono.

56

Comprensione

Cercate di mettervi nei loro panni. A volte non capiamo bene i motivi della loro frustrazione. Hanno bisogno di essere compresi a fondo, seguiti, aiutati. La velocità della vita ci porta spesso ad imporci, o ad imporre una nostra decisione. Quindi una regola fondamentale per capire i bambini è capire noi stessi prima.

66

Condivisione

Cercate di aprirvi il più possibile. Nei bambini spesso al soddisfazione dei bisogni è motivo di felicità e allegria, ma a lungo andare diventa una pretesa, una cosa che dà per scontato. L'abitudine a soddisfare le proprie reazioni interne porta il bambino ad accumulare dei comportamenti di difficoltà. Essi si ripresenteranno nelle fasi della vita. Cercate di condividere la vostra esperienza. La frustrazione diventa una reazione abitudinaria perché spesso riescono ad ottenere quello che vogliono dai genitori facendosi vedere tristi o piagnucolosi. Questa lista di 5 consigli utili contro al frustrazione è una base dalla quale potete partire per comprendere il vostro bambino, che sicuramente è unico. Quindi, ascoltate, ascoltate, ascoltate.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come aiutare un bambino a superare la perdita di un gatto

Pur tenendo conto che ciascuno di noi è diverso e vive la perdita del proprio animaletto, coniglietto, gatto o un altro animale che sia, tale articolo vi vuole spiegare come aiutare un bambino a superare questo trauma. Sempre più spesso gli animali...
Bambino

Il neonato nel primo mese di vita

Quando si diventa genitori, ci si trova difronte a mille nuove situazioni e sensazioni che, soprattutto all'inizio, in qualche modo possono stordirci. Anche il neonato, di contro, avendo passato la sua prima fase di sviluppo (nello stato embrionale) protetto...
Bambino

Come insegnare al proprio figlio ad essere responsabile

La principale causa di incomprensione tra genitori e figli viene solitamente dovuta a le continue insistenze di responsabilizzarsi. È davvero fondamentale insegnare al proprio figlio ad essere responsabile. Infatti, dando il buon esempio, questo si...
Famiglia

Come affrontare una discussione con i genitori

Il rapporto tra genitori e figli incide enormemente sullo sviluppo dei ragazzi e sullo stato dell'intera famiglia. Spesso si ritiene - talvolta sbagliando - che tali relazioni siano sempre prive di attrito e incomprensioni, almeno nelle prime fasi della...
Bambino

Come calmare la collera del tuo bimbo

Iniziamo col dire che tutti siamo stati dei bambini, e che adesso in età adulta, ripensando con i nostri genitori ai non pochi "problemi"che qualche volta gli abbiamo arrecato, un sorriso ci scappa sempre, attimi di collera non mancano nemmeno per noi...
Bambino

Come favorire la concentrazione nei bambini

L'attenzione, la memoria e la concentrazione sono tre degli elementi cruciali nello sviluppo intellettivo di un bambino. Spesso, vengono sottolineati anche all'ingresso della scuola primaria, quando il carico di lavoro e d'impegno aumenta notevolmente....
Bambino

5 risposte efficaci al pianto di un bambino

Il pianto è il mezzo di comunicazione con cui un bambino, specie in tenerissima età, esprime le proprie sensazioni verso determinati stimoli. Considerate che mediamente, almeno nei primi mesi di vita, un bebè piange da due a tre ore al giorno. Se il...
Bambino

Come far riordinare i giocattoli al bambino

Avere figli, si sa, non è un compito facile. Superata la fase della prima infanzia, infatti, bisogna insegnare ai bambini alcune regole, per fare in modo che apprendano come comportarsi, in casa e a scuola. Un'abitudine che è importante insegnare è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.