5 comportamenti che minano l'autostima del tuo bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'autostima è un aspetto importantissimo del benessere psicologico della persona, una variabile che sicuramente ha le radici nell'infanzia. Avere un buon grado di autostima influenza la nostra vita aumentando le emozioni positive provate, dandoci fiducia nell'esprimere le nostre potenzialità e rendendo più sicure e piacevoli le relazioni con gli altri. Nei bambini la stima di sè si forma attraverso il rapporto con i genitori, nell'ambito scolastico e nella relazione con i coetanei.
È importante favorire l'emergere nei bambini di un adeguato sentimento d'autostima per il loro equilibrio e benessere presente e futuro. Ecco dunque 5 comportamenti che i genitori dovrebbero evitare per non minare lo sviluppo di questo aspetto fondamentale nei loro figli.

26

Trascurare i suoi bisogni

Un aspetto che immediatamente possiamo identificare come nocivo per l'autostima dei bambini, è senza dubbio la trascuratezza dei loro bisogni fisici, di affetto, di spensieratezza e gioco. Molti genitori a volte non riescono a soddisfare tutte le esigenze dei propri figli, per via del loro lavoro o per delle predisposizioni dei bambini che richiedono molte attenzioni. La cosa importante però, è che il bambino non subisca gravi mancanze e che se dovrà fare qualche sforzo e rinunciare a qualcosa, percepisca che i suoi genitori lo amano e che ciò accade perché ci sono altre necessità più impellenti.

36

Evidenziarne gli errori e le difficoltà

Un comportamento da evitare nel rapporto con i bambini è quello di evidenziare e assolutizzare i loro errori, i loro comportamenti sbagliati, le difficoltà nel fare qualcosa o nel rendimento scolastico. Il dire "sbagli sempre" o rimproveri di eccessiva intensità e frequenza, possono far sorgere infatti nel bambino costanti sensi di colpa e una sfiducia nelle sue capacità e nel suo farsi apprezzare dagli altri.

Continua la lettura
46

Rifiutare la condivisione di interessi

Molto spesso i bambini amano condividere con i genitori i disegni che hanno fatto, qualcosa che è successo loro a scuola, un personaggio che adorano. Mostrarsi indifferenti o annoiati di fronte a questi loro modi di esprimersi e non essere partecipi delle loro emozioni di gioia e orgoglio per qualcosa, può essere un errore per un genitore attento alla loro autostima.

56

Giudicarlo eccessivamente

I bambini assorbono tantissimo i giudizi e le impressioni che gli altri hanno nei loro confronti, dunque delle affermazioni negative o delle critiche sul loro aspetto o i loro risultati a scuola e nello sport devono essere valutate bene prima di essere espresse. Inoltre, alcuni bimbi hanno una particolare sensibilità e possono percepire in maniera amplificata un giudizio non proprio positivo e magari generalizzarlo a tutto ciò che fanno.

66

Essere indifferenti alle sue emozioni

Un ultimo elemento fondamentale per la costruzione di una buona autostima nel bambino è sicuramente il riconoscimento da parte dei genitori delle sue emozioni, positive e negative, e l'essere trattato in modo congruente ad esse. Senza l'affetto caloroso e le emozioni positive dei genitori e senza un clima familiare sereno, infine, è senza dubbio più difficile che un bambino sviluppi una buona stima di se stesso.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come non minare l'autostima dei bambini

È fondamentale per i genitori educare i propri figli a essere sicuri: la fiducia in se stessi è la via del successo. L'autostima consiste nel credere nelle proprie capacità e riuscire a padroneggiare il proprio corpo, il proprio comportamento e tutto...
Bambino

Psicologia dello sport nei bambini: aumento dell'autostima

È nella prima infanzia che si gettano le basi dello sviluppo dell'autostima. Essa si fortifica attraverso l'esecuzione dei piccoli gesti quotidiani, dai più piccoli ai più grandi. Giorno dopo giorno nell'emulazione delle azioni, il bambino acquisisce...
Bambino

Come rafforzare l'autostima nei bambini

Essere genitori è una grande responsabilità. Ad ogni passo, si ha paura di veder cadere i propri figli e tendiamo a chiuderli in una palla di cristallo per tenerli lontani da ogni pericolo ma ahimè, che ci piaccia o no, cresceranno e rafforzare l'autostima...
Bambino

Come aiutare un bambino a non essere aggressivo

Durante la fase di formazione del carattere, alcuni bambini tendono ad assumere diversi atteggiamenti che possono risultare amplificati. Ciò è normale, in quanto il bambino impara e sperimenta comportamenti diversi per riuscire a trovare i tratti caratteriali...
Bambino

Svezzamento: comportamenti da evitare

Il periodo dello svezzamento è di fondamentale importanza per quanto riguarda la salute del bambino e vi sono una serie di cibi che, quantomeno nei primi 12 mesi di vita del bebè, devono essere completamente evitati. Tra raccomandazioni delle suocere...
Bambino

Come fare se il bambino non vuole andare all'asilo

I bambini, specie se sono ancora molto piccoli, non riescono ad esprimere in maniera chiara le proprie emozioni, le proprie sensazioni, i propri disagi interiori, le proprie angoscie. Il compito di ogni genitore dunque, è fondamentale: essi devono cercare...
Bambino

Come ottenere l’attenzione di un bambino

Il dialogo fra adulti e bambini avviene secondo modalità diverse dal dialogo fra soli adulti. Infatti fra grandi e piccoli esiste una forte discrepanza di lingua, di conoscenza del mondo e di aspettative. Per superare gli ostacoli nell'interazione, è...
Bambino

Come interpretare l'aggressività del bambino

Quando il bambino entra in contatto con gli altri suoi coetanei può manifestare comportamenti aggressivi nei loro confronti, ma anche in quelli di chi cerca di capirne le cause e cercare una soluzione, come genitori e insegnanti. Come interpretare l'aggressività?...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.