10 regole per l'addio al pannolino

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

L'addio al pannolino è un momento vissuto con timore sia dai genitori che dai bambini. Le cause di quest'angoscia risiedono spesso nei ripetuti fallimenti di quest'impresa che portano i genitori ad arrendersi ai primi ostacoli. Molte volte, la causa di ciò risiede proprio nell'impazienza dei genitori a risolvere la questione. Sopratutto quando si riserva questo processo nelle due settimane di ferie dal lavoro. Il bambino percepisce lo stress del genitore e la sua fretta di concludere la questione, e ciò potrebbe rallentare il suo percorso. Ma vi sono almeno 10 regole per l'addio al pannolino, che potrebbero aiutarvi.

212

Aspettare almeno il 2° anno di vita

Fondamentale per l'addio al pannolino è aspettare il momento giusto. I bambini riescono a controllare gli sfinteri a partire dal 2° anno di vita. Per alcuni il controllo si può verificare un po' prima, per altri dopo. Ma è bene non forzare il bambino prima di questa fascia d'età, per evitare inutili aspettative.

312

Prediligere il periodo estivo

L'estate è la stagione più adatta per l'addio al pannolino. Le motivazioni sono diverse. Innanzitutto è più semplice per le mamme lavare e stendere mutande e vestitini. Inoltre l'abbigliamento estivo è più facile da essere sostituito, anche fuori casa.

Continua la lettura
412

Fare scorta di indumenti

Anche se in estate è più facile, è comunque consigliabile fare scorta di slip e vestititi come calzoncini e gonnelline. Li dovrete lavare spesso nel primi giorni ed è meglio essere organizzati. Comprate scarpe che si possono lavare ed evitate l'uso di calzini.

512

Far familiarizzare il bimbo con il vasino

Naturalmente per dire addio al pannolino è necessario avere a disposizioni alcuni strumenti come il vasino e il riduttore wc. Affichè il bambino si abitui a questa novità più facilmente, lasciate che familiarizzi con questi strumenti, magari facendo scegliere a lui quello che desidera.

612

Avere pazienza

L'addio al pannolino è un percorso che può durare da pochi giorni, nei casi fortunati, ad alcuni mesi. Ciò non dovrebbe essere un problema, perché ogni bambino ha i suoi tempi per metabolizzare la situazione. Per cui è necessario che i genitori abbiano pazienza.

712

Lasciare il pannolino per la notte

Nel primo periodo in cui toglierete il pannolino al bimbo, fatelo solo durante il giorno. Mettetelo invece durante la notte e per il riposino pomeridiano. In questo modo lui riposerà serenamente e voi eviterete stress inutili, dovuti dal cambio di lenzuola e coperte. In ogni caso munitevi di traverse che assorbono la pipì.

812

Stare fuori casa senza pannolino

Quando siete fuori casa non indossate il pannolino al bimbo. Fategli fare la pipì prima di uscire di casa. Quindi munitevi di un piccolo vasino o di un riduttore portatile, in modo che possa fare pipì o cacca quando necessario. In ogni caso portate con voi diversi cambi.

912

Portare avanti l'obiettivo senza demordere

Nel primo periodo in cui togliete il pannolino al bimbo potreste dover affrontare giorni duri. In cui vi sfiorerà l'idea di rimettere il pannolino e di riprovare in un altro periodo. Non fatelo, darete al bambino un'idea confusa, l'idea che ha vinto lui. Non arrendetevi e portate avanti il vostro obiettivo.

1012

Fare la cacca nel vasino è più difficile

Purtroppo, in molti casi può succedere che la cacca richieda più tempo per essere evacuata nel vasino. Questo perché viene vista dal bimbo come qualcosa che appartiene al suo corpo e da cui non vuole liberarsi. Molti bimbi chiedono infatti il pannolino per fare la cacca. Se è anche il vostro caso, accontentatelo e vedrete che con il tempo imparerà.

1112

Elogiare il bambino

Con l'andar dei giorni arriveranno i primi risultati. Il bimbo riuscirà a fare la pipì e la cacca nel vasino e sarà una gran festa. Elogiatelo in modo smisurato, battete le mani e chiamate a racconta tutti i parenti. Il bambino apprezzerà e la gratificazione ricevuta lo porterà a ripetere il gesto. Ma non umiliatelo mai quando invece sbaglia. Fategli capire che la prossima volta dovrà avvisare.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come passare dal pannolino al vasino

Imparare a fare i propri bisogni nel vasino è certamente un grande passo verso l'indipendenza per un bambino. Solitamente, dopo i due anni si può cominciare a pensare di togliere il pannolino (rigorosamente durante il giorno, per la notte sarà necessario...
Bambino

Come capire se il bambino è pronto a togliere il pannolino

Capire se è il caso di togliere il pannolino al proprio bambino non è mai una cosa molto semplice. Ci sono genitori che si basano sull'età, ma, in realtà, la cosa migliore da fare sarebbe quella di basarsi su determinati segnali che vi dà vostro...
Bambino

Come capire quando è il momento giusto per togliere il pannolino

Ogni mamma sa che il momento di togliere il pannolino al piccolo non è semplice. Prepariamoci psicologicamente ai primi problemi, cerchiamo di non obbligarlo con rimproveri o punizioni, questa fase per il bambino non è facile. Per instradare il bambino...
Bambino

10 consigli per capire quando è il momento giusto per togliere il pannolino

Quello del pannolino è il primo vero scoglio da affrontare per mamma, papà e il loro bimbo. Solitamente il periodo del "passaggio" è quello in età compresa tra i 18 e i 30 mesi, periodo in qui inizia a prendere coscienza di sè stesso e inizia a capire...
Bambino

Come cambiare il pannolino ad un bimbo irrequieto

Oggi i bambini sono sempre più vivaci e irrequieti, probabilmente anche a causa dei genitori alle prese con la vita frenetica. Anche cambiare il pannolino al bimbo può quindi risultare un'impresa quasi impossibile: ecco quindi che si rende necessario...
Bambino

Come togliere il pannolino in 5 mosse

Per tutti i genitori arriva l'inevitabile momento di dover eliminare il pannolino, che implica un impegno quotidiano da svolgersi in un modo rapido e corretto. Diversi sono gli inconvenienti legati a questa fase, che possono mettere a dura prova la pazienza...
Bambino

Metodi efficaci per togliere il pannolino in una settimana

Togliere il pannolino ad un bambino non è la cosa più semplice da fare. Bisogna armarsi di tempo e pazienza, occorre che il bambino abbia raggiunto almeno i 18 mesi di età, infatti questo è il tempo giusto per provare ad eliminare il pannolino. Fondamentale...
Bambino

Come togliere il pannolino di notte al tuo bimbo

Riuscire a individuare il momento giusto durante il quale possiamo togliere il pannolino della notte al nostro bimbo è qualcosa di molto delicato. Si tratta, infatti, dell'atto conclusivo di una serie di abitudini che ha già fatto sue da tempo. Quando...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.