10 cose da non dire mai ai bambini

Tramite: O2O 05/06/2018
Difficoltà: media
111

Introduzione

I bambini hanno una percezione del linguaggio molto differente dalla nostra, ed un vocabolario che si sta formando e non è completo. Molte parole sono per loro incomprensibili, altre invece vengono fraintese e producono danni e traumi nella corretta crescita e sviluppo, anche se sembrano a noi innocue. Ecco la lista delle 10 cose da non dire mai ai bambini.

211

Lasciami in pace!

Probabilmente la peggiore della lista, perché il bambino ha bisogno dei genitori per crescere e sviluppare la sua autostima. Avere una figura di riferimento disponibile sempre è importante perché con la coscienza che qualcuno sta controllando amorevolmente quel che fa, il bambino è più propenso a sperimentare. Chiedere di essere lasciati in pace è forse il peggiore fra i dinieghi. Meglio perdere qualche minuto a sentire qual è la questione che creare un trauma che può radicarsi.

311

Tu non mi vuoi bene

A parte che è falso, perché il bambino vuole sempre bene ai genitori per natura, se questa frase vien detta nel momento sbagliato può determinare un crollo definitivo della sua autostima. Un bambino che si sente accusato di non voler bene a mamma e papà si sente automaticamente fallito e potrebbe cominciare a cercare di recuperare il rapporto con mezzi impropri, spesso autolesionisti.

Continua la lettura
411

Sei un...

Accusare un bambino di essere qualcosa di negativo, come un errore, un fallimento, un farabutto o qualsiasi altra cosa, è fonte di grossi traumi. Il bambino si sentirà accusato sempre e cercherà di guadagnare il rispetto dei suoi con gesti di sottomissione anche molto pericolosi che potrebbero in seguito sfociare in un carattere insicuro e dipendente
.

511

Fai questo!

Gli ordini non vengono percepiti bene dai bambini. Obbligarli a compiere un'azione non spontanea porta solo a scuse inventate e dinieghi. Se il bambino deve effettivamente fare qualcosa, per esempio mettere in ordine la camera, la via più efficace è quella di trasformare l'ordine in un gioco, e di collaborare attivamente per evitare che il bambino entri in cicli che lo portano fuori dall'azione principale.

611

Sbrigati!

Il tempo è una cosa dei grandi, per i bambini invece è tutto molto confuso e sovrapposto. Dire ad un piccolo di sbrigarsi lo manderà in confusione ed è fonte di frustrazione, perché ovviamente nel suo mondo le azioni si stanno svolgendo nell'unico modo possibile. Con tutta probabilità la sua lentezza è legata a funzioni esplorative del cervello che sta acquisendo informazioni necessarie per orientarsi oltre ai modelli delle cose e delle azioni.

711

Non piangere!

Il pianto è uno strumento indispensabile per i bambini perché serve loro per indicare una sensazione di disagio che per qualche motivo potrebbe essersi presentata. Pretendere di obbligarli a non piangere significa interrompere il normale flusso delle cose. La via migliore è condurre il piccolo fuori dalla necessità del pianto, andando ad eliminare la fonte del disagio o semplicemente aspettando che l'emergenza passi da se.

811

Aspetta quando papà/mamma torna a casa!

Mai e poi mai creare una figura antagonista in uno dei due genitori. Questo potrebbe polarizzare il riferimento in maniera irreparabile spingendo il piccolo ad evitare la figura che nella sua mente è diventa del "cattivo" e a venerare letteralmente quella del "buono". Il manifestarsi di uno squilibrio di questo tipo porta anche il piccolo ad un comportamento duale automatico in presenza/assenza di una delle due figure, destabilizzando la sua capacità di relazionarsi con terzi e con autorità come le maestre o i dottori per esempio.

911

Perché non sei come tua sorella?

Mai creare una figura di riferimento in famiglia a cui si deve tendere. La risposta immediata è quella del rifiuto, ma potrebbero esserci casi in cui il bambino cerca disperatamente di imitare i comportamenti della figura, finendo per perdere la via del suo naturale sviluppo. Nulla di peggio di un bambino che fallisce continuamente cercando di imitare qualcuno che è completamente differente.

1011

Smettila o te le do!

A parte che le minacce non servono a gran che con i bambini, perché sono solo in parte percepite come qualcosa di reale, dire una frase come "Smettila o te le do!" può avere conseguenze drammatiche perché si introduce il concetto di punizione dell'azione indipendente. Il bambino deve essere lasciato libero di sbagliare, ed eventualmente si può portarlo a non continuare l'azione proponendo una valida alternativa.

1111

Dai che lo sai fare benissimo!

I bambini non sono pigri ma neanche laboriosi. Se non riescono a compiere una qualche azione non è per una loro volontà di sabotarsi esplicitante, ma probabilmente perché un meccanismo di autodifesa li sta bloccando per qualche motivo. Se siamo sicuri che sappia compiere una data operazione, si dovrà spendere un po' di tempo a metterlo a suo agio in modo tale che la tensione di allenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Le più belle frasi da dire a una neomamma

Diventare mamma e papà è un'esperienza bellissima e sconvolgente... Spesso anche per chi sta accanto ai neo genitori! Non è semplice, infatti, sapere sempre cosa dire o fare di fronte ad un evento così importante. Soprattutto considerando che non...
Bambino

Come dire ai propri figli che si aspetta un bambino dal compagno

Al giorno d'oggi sono sempre più i matrimoni che nascono con quella volontà di durare ma che presto o tardi sono destinati allo sfacelo totale. I motivi sono sempre più disparati, ma la verità è che oggi come oggi non si riesce più a sopportare...
Bambino

10 regole per educare i bambini

Educare i bambini non è mai un compito facile. I neogenitori si ritrovano a fare i conti con un bambino che cresce e ha bisogno di una guida. I figli necessitano anche di alcune attenzioni che li facciano crescere bene. In particolare ci sono delle regole...
Bambino

Come rinforzare i capelli dei bambini

I capelli dei bambini sono spesso causa e fonte di preoccupazione per i genitori ma soprattutto per le mamme più apprensive. La capigliatura dei bambini nella norma non è molto folta come quella degli adulti per cui non c'è bisogno di allarmarsi inutilmente....
Bambino

Tecniche di pittura per bambini della scuola materna

Tra le varie attività creative e ludiche che vengono svolte nelle moderne scuole dell'infanzia ritroviamo sicuramente la pittura. Attraverso di essa i bambini possono sviluppare le loro capacità cognitive e liberare la loro fantasia artistica. Oltretutto...
Bambino

Come gestire i capricci dei bambini

Gestire i capricci dei bambini può essere molto difficile. Oggi i bambini sono attirati da molte cose e in una società in cui i prodotti telematici sembrano prendere il sopravvento, spesso i più piccoli si sentono insoddisfatti e nervosi e questo è...
Bambino

Come spiegare ai figli come nascono i bambini

Tutti i bambini sono curiosi di sapere come sono nati e prima o poi chiederanno spiegazioni ai propri genitori. Meglio mostrarvi sicuri e preparati, privi di imbarazzo. Le parole spesso arrivano da sole quindi non serve pensarci troppo, o dilungarsi...
Bambino

Come spiegare ai bambini la festa del 1 maggio

Ci sono feste facili e feste difficili da spiegare. Sicuramente il 1 maggio non è la più semplice da capire, per i bambini. Non servono giri di parole, ma non ci sono neanche "storie" da raccontare. L'approccio migliore per chiarire anche ai più piccoli...