10 cose che i papà devono sapere sulle neo-mamme

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

La gioia più grande per una coppia è quella di allargare la famiglia, diventando genitori.
Un evento lieto ma che, inevitabilmente, finisce con lo stravolgere equilibri e dinamiche di coppia ben consolidate.  Non solo: avviene un vera e propria metamorfosi che, se per entrambi i genitori è di mentalità, per la donna investe anche il suo corpo e la sua fisicità.
Ecco perché ti sveleremo oggi 10 cose che i papà devono sapere sulle neo-mamme, al fine da gestire al meglio le situazioni.

211

il rapporto col proprio fisico

Una donna che ha appena compiuto il miracolo di procreare una nuova vita, è consapevole e appagata dall'immensità del suo gesto; pur tuttavia, vive un iniziale rapporto conflittuale con il proprio corpo. Si vede cambiata, stenta a rientrare nei suoi vecchi vestiti, e non sempre si piace e accetta serenamente questo mutamento fisico. Per questo, cari papà, il vostro compito è sostenerla e incoraggiarla. Evita le prese in giro, anche quelli affettuosi e bonari che facevano parte della vostra antica complicità di coppia; ricordatele semmai, costantemente, quant'è bella e unica per voi. Fatela sempre sentire importante, anche semplicemente donandole una rosa.

311

Non essere geloso

Le neo-mamme vivono un innamoramento esclusivo, quasi adolescenziale, con la loro creatura. È possibile, e anche molto frequente, per un certo periodo che il marito venga relegato in secondo piano, quasi trascurato dalla moglie.
Caro papà, non corrucciarti pe questo, non prenderla come un qualcosa di personale: è un fatto assolutamente naturale, non significa che tua moglie non ti ami più; molto presto tornerà a coccolare pure te ma, al momento, è la vostra creaturina il centro del suo mondo. Prova a compensare la temporanea carenza d'affetto che il suo atteggiamento può provocarvi, dedicandoti anche tu anima e corpo al vostro bambino.

Continua la lettura
411

Condividi le sue paure

Un neonato è una creatura difficilissima da gestire, specialmente quando si tratta del primo figlio.
Tante volte al cospetto delle crisi di pianto improvvise del bebè, delle coliche che non vogliono saperne di dar tregua al piccolino, la neo-mamma finisce col farsi sopraffare dall'ansia, sentendosi inadeguata. Ha il timore che tutto ciò che ha letto e appreso dai libri durante la gravidanza possa essere solo inutile aria fritta.
Anche in questo caso, il compito del papà è quello di starle vicino in maniera complice: rassicurarla, documentarsi insieme a lei, lenire la sua stanchezza dandole il cambio nei compiti più gravosi quali, ad esempio, passeggiare il bambino la notte se piange e non vuol dormire, oppure cambiargli il pannolino sporco.

511

Sopporta i suoi sbalzi d'umore

Malgrado la tua presenza rassicurante tua moglie è sempre nervosa e irritabile? Un vulcano di ormoni impazziti? Anche questo è un passaggio inevitabile delle dinamiche post-parto, che si esaurirà molto resto. Sopporta pazientemente il tutto, in silenzio ed evitando lo scontro; magari se ne hai bisogno parlane con un amico, sfogarti fa bene anche a te. Poi, se proprio vedi che tua moglie fatica a gestire da sola il neonato, suggeriscile amorevolmente (senza ferire il suo orgoglio) di farsi supportare da un'ostetrica.

611

Sii ben disposto a far da... pungiball

Una neo-mamma è una polveriera di frustrazioni: dorme poco e male, e questo la prova; anche se si fa un paio di docce al giorno sente sempre addosso il fastidioso odore di rigurgito di bebè. Ha bisogno di sfogarsi, ma è ben consapevole che non può prendersela col suo incolpevole piccolino.  È inevitabile che finirai col diventare la sua valvola di sfogo: per quanto tu sia altrettanto incolpevole quanto il vostro bambino, hai spalle ben più forti e robuste; fatti trovare pronto e reattivo per sorreggere il peso dei suoi sfoghi.

711

Proteggi la tua donna

La neo-mamma è una creatura fragile che ha bisogno d'essere protetta. A dispetto della sua iperattività e voglia di fare, ha bisogno che il suo uomo la rassicuri e la sgravi dalle incombenze più faticose. Aiutala a comprendere che non è wonder woman, che non può fare tutto lei; esortala a riposarsi e, se lo gradisce, coccolala anche con un bel massaggio.

811

Portala a fare shopping

Una delle cause maggiori che avvilisce una neo-mamma è non sapere cosa indossare. I vestiti della gravidanza sono ormai troppo larghi, quelli che indossava prima di restare incinta non le entrano ancora.
Convincila a prendersi un pomeriggio tutto per lei: lasciate il bebè un paio d'ore con i nonni, saranno perfettamente in grado di accudirlo, e andate a fare shopping. Rinnovare il guardaroba restituirà il buonumore a tua moglie.

911

Esortala ad andare in palestra

Se tua moglie era una donna attiva e dinamica, e soffre nel vedersi in sovrappeso e non poter fare più sport, vienile incontro. Incoraggiala: dille che per un paio d'ore al pomeriggio ti prenderai tu cura del piccolino, mentre lei si allena. Questo l'aiuterà a scaricare lo stress, rimettendosi rapidamente anche in forma. Esistono poi, addirittura, palestre che organizzano corsi specifici per neo-mamme col pargolo al seguito.
Importantissimo: devi incoraggiarla, ma la proposta non deve mai partire da te; potrebbe venire fraintesa e ferirla, come se tu la stessi esortando implicitamente a dimagrire perché così non ti piace più.

1011

Dille di ascoltare il suo cuore

Una mamma è spesso bombardata dai consigli, soprattutto da quelli di altre donne: sua made, tua madre, sua sorella, tua sorella, la sua migliore amica... Tutte coloro che hanno avuto un figlio prima di lei, si sentono quasi in diritto di spiegarle come si fa a diventare mamma.
È chiaro che spesso tutto ciò avviene in buona fede, ma alla lunga è pur sempre fastidioso. Aiutala a capire che quello materno è un istinto innato: ascoltare i consigli va benissimo, ma ascoltare il cuore ancor di più. Ogni donna sa già, in cuor suo, come si diventa mamme.

1111

Coltiva la tua autostima

Caro papà, l'ultimo consiglio è tutto per te. Dicevamo già all'inizio che tua moglie pur essendo presa dal vostro bambino, non ha certo smesso di amarti. Aggiungiamo adesso che, anzi, adesso ti ama in una veste nuova e più profonda: ora non sei più "solo" il suo uomo, ma anche il padre di vostro figlio; colui che si prenderà cura di entrambi, e che l'aiuterà nel compito di allevare ed educare il bimbo fino a far di lui un uomo (o una donna) a sua volta. Tutto ciò deve inorgoglirti e spronarti ad essere sempre fiero del tuo ruolo d padre e marito. Ricordalo.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

10 regali utili per neo-mamme

Diventare mamma è sicuramente l'emozione più bella che una donna possa provare durante il corso della sua vita, dopo quel momento tutto cambia e tutte le attenzioni si spostano verso i propri figli. Ma quanto è facile fare un regalo ad una neo-mamma?...
Famiglia

5 consigli per i neo papà

Non si diventa genitori quando nasce un bambino. L'uomo e la donna che hanno deciso di intraprendere questa meravigliosa avventura, infatti, sono già una mamma e un papà da quando il piccolo viene concepito. Le aspettative verso il futuro, i primi contatti...
Famiglia

Come dire al neo-papà che aspettate un bambino

Uno dei momenti più belli per la vita di una famiglia è sicuramente l'arrivo di un bambino, ma molto spesso i genitori non sempre reagiscono bene a questa notizia, perché crescere un bambino porta con se molte responsabilità e spesso si ha paura di...
Famiglia

Le migliori apps per le mamme

La tecnologia è ormai di tutti. Chi ormai al giorno d'oggi, non possiede uno smartphone o un tablet? E grazie a questi mezzi tecnologici abbiamo sviluppato un linguaggio formato da neologismi che sono all'ordine del giorno. Termini come apps una volta...
Famiglia

Consigli di letture per neo genitori

È naturale che i neo genitori si sentano ancora un po' impreparati all'arrivo di un bimbo che necessita, ogni giorno, di cure complesse ed adeguate. Tutti i neo genitori, per quanto pronti ad affrontare con gioia ed amore la nuova genitorialità, hanno...
Famiglia

Le 10 frasi più dette dalle mamme

Le mamme sono sempre piuttosto apprensive nei riguardi dei figli. Con tutto l'amore che le contraddistingue, sono solite pronunciare molto spesso alcune frasi. In questa guida vi indico quali, tra quelle sono le 10 frasi più dette dalle mamme quando...
Famiglia

Neo mamma: come gestire le ansie

L'ansia purtroppo è un malessere psicologico, che porta anche alla depressione; quando si diventa neo mamme soprattutto del primo figlio, molte ansie ingombrano la mente, come ad esempio se si è in grado di poter tutelare il bambino; cosa potrebbe avere...
Famiglia

Guida ai diritti delle mamme lavoratrici

Molte donne che avranno presto la gioia di diventare mamme si interrogano sui diritti che gli spettano una volta che avranno raggiunto il limite massimo per poter lavorare essendo in stato di gravidanza. Quindi iniziano a pensare e cercare di capire termini...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.