10 consigli per uno svezzamento sereno

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

Lo svezzamento del neonato può iniziare già verso il quinto mese di vita. In genere, il periodo ideale per introdurre la nuova alimentazione è compreso tra i quattro e i sei mesi di vita. Ma ogni bambino è diverso da un altro, quindi è sempre meglio chiedere al pediatra e decidere insieme quando iniziare lo svezzamento e quali alimenti introdurre nella nuova dieta. Oggi vi propongo utili suggerimenti per affrontare questa fase delicata nella vita di un neonato. In questa lista troverai 10 consigli per uno svezzamento sereno.

212

Il momento giusto

Il primo consiglio è quello di iniziare lo svezzamento in un periodo tranquillo per il neonato. Scegliere il momento giusto è già un passo in avanti. Evitare di introdurre nuovi alimenti quando il bambino è malato o quando ci sono altri cambiamenti. Iniziare lo svezzamento durante l'inserimento al nido o durante una vacanza è sbagliato. Scegli di preparare la sua prima pappa in un periodo in cui il neonato è in buona salute e di conseguenza più sereno e propenso ad accettare nuovi alimenti.

312

Atteggiamento positivo

Prepara la pappa al tuo bambino in anticipo. Non farlo aspettare per evitare di irritarlo. Non trasmettere ansia a tuo figlio. I bambini avvertono l'ansia e le paure della madre. Ciò comporta il non avere fiducia nella nuova alimentazione e ad avere un rapporto difficile con il cibo. Trasmetti fiducia durante la pappa e non distrarlo con televisione e giochi.

Continua la lettura
412

Scelta del cucchiaino

Per la sua prima pappa scegli il cucchiaino giusto! Meglio iniziare con un cucchiaino in silicone. Il bambino accetterà la novità più facilmente perché i cucchiaini in silicone sono molto più morbidi. Unico svantaggio è che il silicone si rovina con il tempo. Assorbono il colore e il sapore della pappa.

512

Iniziare con la frutta

Un'altro consiglio per rendere lo svezzamento meno critico è quello di iniziare ad inserire dapprima la frutta nell'alimentazione del bambino. Il neonato è abituato al latte materno e quindi ai sapori più dolci, e non avrà problemi ad accettare un nuovo alimento diverso dal latte come la frutta.

612

Consistenza della pappa

Importante è scegliere la consistenza della pappa. Preferire una consistenza più liquida che densa, anche se ogni bambino ha dei suoi gusti personali che possono variare. Puoi fare diverse prove per capire la consistenza preferita dal neonato. Durante la preparazione della pappa evita la formazione di grumi che possono infastidire il bambino.

712

Temperatura della pappa

Cerca di mantenere la giusta temperatura della pappa. Nelle prime pappe, l'aggiunta di farina tende a raffreddare il brodo. Per evitare questo inconveniente, esistono dei piatti particolari con un serbatoio per inserire l'acqua calda. Con questo sistema la pappa resterà calda, anche se il bambino è lento a mangiare.

812

Evitare sale e zucchero

Durante lo svezzamento e quindi nelle prime pappe meglio evitare l'aggiunta di sale o di zucchero. Per insaporire le pappe è preferibile l'aggiunta di aromi quali prezzemolo e aglio. Alle prime pappe si può aggiungere un cucchiaino di olio e un cucchiaino di parmigiano per dare maggiore sapore.

912

Contenitori monodose

Un ottimo consiglio per rendere il momento dello svezzamento sereno è l'utilizzo di contenitori monodose per conservare il brodo. Se si ha a disposizione un microonde, meglio scegliere dei contenitori adatti a riscaldare il brodo. In questo modo si avranno meno cose da lavare dopo le pappe, e più tempo da dedicare al momento del pranzo.

1012

Evitare di forzare il bambino

L'errore più grande che si possa fare è quello di forzare il bambino. Se il neonato non vuole mangiare e inizia a piangere, meglio evitare di forzarlo. Tranquillizzare il bambino e riprovare in un secondo momento. Cerca di capire quali sono i motivi del suo rifiuto, per non ripetere gli stessi errori alla prossima pappa.

1112

Introdurre un alimento alla volta

Per abituare il bambino alla nuova dieta, Iniziare lo svezzamento con una pappa di latte e farina. Introdurre poi, un alimento alla volta per farlo abituare ai nuovi sapori. Aggiungere alla pappa diversi alimenti insieme è un errore. Il neonato ha bisogno di assaporare gli alimenti nuovi e di abituarsi gradualmente. Seguendo questi semplici consigli lo svezzamento sarà un momento piacevole e sereno.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Cibi da evitare durante i primi mesi di svezzamento

Lo svezzamento è un periodo molto delicato nella vita del bambino, siccome che il latte materno o quello artificiale, ossia dall'alimentazione liquida, si passa in modo graduale all'alimentazione solida. Prendersi cura del proprio piccolo e crescerlo...
Bambino

Ricette per lo svezzamento da 6 a 9 mesi

Prendersi cura di un bambino non è per nulla semplice, soprattutto se si è dei novelli genitori e non si sa ancora bene come procedere. La fase dello svezzamento poi risulta essere una delle fasi più complicate, per questo è bene sapere come procedere....
Bambino

Svezzamento: come introdurre il pesce fresco

Ricco di nutrienti e fonte principale di omega tre e fosforo, il pesce è un alimento indispensabile nell'alimentazione di grandi e piccini. Per questo diventa molto importante introdurlo fin da subito nella dieta dei bambini, meglio ancora se già a...
Bambino

Come preparare la pappa per lo svezzamento

Il bambino deve iniziare lo svezzamento dal sesto mese in poi, quasi tutti i pediatri sono di questo parere. È preferibile, nel periodo estivo aspettare un mese in più, ma non iniziare quando fa troppo caldo. Il processo dello svezzamento è una...
Bambino

Svezzamento: come introdurre la pappa serale

L'arrivo di un neonato è fonte di gioia e felicità in ogni famiglia. Insieme a questi sentimenti si accompagna anche un po' di ansia e paura. Sono molti i dubbi su come gestire un bambino, soprattutto se è il primo. Uno dei compiti più difficili per...
Bambino

Come procedere con lo svezzamento

L'allattamento al seno o artificiale semplifica il momento della pappa. L'alimento è sempre lo stesso e il bambino lo gradisce di sicuro. Questa forma di nutrimento favorisce il contatto fisico madre-bambino. Il piccolo si sente sicuro e tranquillo...
Bambino

5 ricette per lo svezzamento

Lo svezzamento è una fase importante e delicata nella vita dei neonati e dei loro genitori. I bimbi devono fare i conti con gusti e consistenze diverse da quelle del latte. A volte non è facile far abituare i propri figli a tutto questo, compreso il...
Bambino

Come preparare le prime pappe nello svezzamento

Avere un bambino è sempre un lietissimo evento per ogni coppia, ma prendersene cura non è mai facile. È necessario capire i passi necessari da seguire affinché il neonato possa crescere sano e in forma. Tra le fasi più delicate c'è sicuramente lo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.