10 consigli per scegliere i giochi a Natale

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Il Natale è il periodo dell'anno nel quale si dedica molto tempo allo shopping. Si va in cerca dell'oggetto più adatto, a prezzo accessibile, da regalare ai propri cari.
Se scegliere un regalo per un adulto, però, può rappresentare una vera sfida, trovarne di adatti per i bambini non è certo più semplice: vi sono molti parametri che chi compra deve tenere in considerazione.
Ecco quindi 10 utilissimi consigli per scegliere al meglio i giochi a natale.

211

Prestare attenzione alla fascia d'età o al pegi espresso sulla confezione

La prima cosa da ricercare, sulla scatola di un gioco che si desidera acquistare, è lo specifico simbolo che identifica la fascia d'età alla quale lo stesso oggetto è destinato. Questo simbolo è presente anche sui videogiochi, dove assume il nome di "pegi". Facciamo un piccolo esempio: se uno scatolo presenta il numero 3 e accanto ad esso il simbolo "più", allora vorrà dire che il gioco sarà adatto a bambini dai 3 anni in su. Se sulla confezione di un videogioco vi è un 4 su sfondo verde, il videogioco è adatto a tutti, ma a partire dai quattro anni di età. I pegi 3, 4, 7 e 6 sono tutti identificabili come numeri bianchi su sfondo verde. Quelli 12, 16 sono identificabili come numeri bianchi su sfondo giallo. Il pegi 18, invece, indica un gioco adatto solo ad un pubblico adulto ed è rappresentato da un 18 bianco su sfondo rosso.

311

Considerare il rapporto tra qualità, prezzo ed innovazione

Quando si acquista una qualsiasi merce, il rapporto tra la qualità ed il prezzo deve essere bilanciato. In linea di massima, i giochi tecnologici hanno prezzi ragionevolmente elevati.
Anche i giochi innovativi sono altrettanto costosi, questo perché le aziende, per sponsorizzarli, hanno investito molto in termini di pubblicità. Non sempre, quindi, il prezzo è determinato dalla sola qualità ma anche dal fattore "novità".

Continua la lettura
411

Cercare sui siti di e-commerce i prodotti maggiormente acquistati

Come si possono conoscere i desideri dei bambini? In molti modi ma uno è certamente quello di cercare sui vari siti di e-commerce, i prodotti maggiormente acquistati. Tali siti contengono informazioni sul gioco, spesso anche recensioni dei clienti e foto scattate da questi ultimi, indici di apprezzamento e consigli su altri prodotti che offre eventualmente il mercato.

511

Fare attenzione al marchio CE

Qualsiasi gioco si compri, questo deve essere prodotto secondo standard si sicurezza validi. I giochi che possono mantenere tale promessa, sono contrassegnati dal marchio CE, il quale indica la conformità dell'oggetto alla commercializzazione.

611

Osservare il bambino e scegliere ciò che stimola meglio la sua creatività

La fantasia di un bambino non ha limiti ma gli oggetti che quest'ultimo usa per le sue piccole opere d'arte possono non essere così vari. Ci sono bambini maggiormente attratti dai pennarelli, altri dalle tempere, altri ancora dalle paste morbide e poi ci sono i patiti delle costruzioni. Osservare un bambino mentre gioca può aiutarci a scegliere un oggetto che non solo gli piacerà più di un altro ma che stimolerà certamente lo specifico tipo di creatività del quale è dotato.

711

Non lasciarsi ingannare dall'aspetto cromatico delle confezioni

Il marketing ha le sue regole e queste come tali vanno seguite in maniera ferrea dalle aziende. Si sa che l'acquisto di un oggetto dipende moltissimo dal suo aspetto estetico. Una bella confezione può dare enorme pregio ad un prodotto così come può rendere più incisiva un'idea. Non stupisce se un set di perline per creare collane è contenuto all'interno di confezioni fucsia o viola, poiché questi colori stimolano la creatività. Non stupiscono neppure le costruzioni indicate da uno scatolo rosso, poiché questo colore dona un senso di eccitazione all'osservatore. Tuttavia, tolta la scatola, ciò che in essa si cela viene allo scoperto. Badare più al contenuto che al contenitore è imperativo.

811

Evitare di regalare giochi che non possono subito essere usati

A volte, una grande svendita può essere cattiva consigliera. Quando si sceglie di fare un dono ad un bambino, ci si deve assicurare che tale oggetto si possa sfruttare sin da subito o sarà inevitabile la frustrazione. Comprare un set superaccessoriato per il mare e metterlo sotto l'albero il 25 Dicembre, ed esempio, è una scelta azzardata.

911

Acquistare da rivenditori di fiducia o siti attendibili

Che si voglia fare shopping alla vecchia maniera, girando per i negozi, o che si scelga l'acquisto online, fa poca differenza: ci si deve rivolgere a professionisti del settore, rivenditori di fiducia e siti attendibili. Le compravendite tra semplici utenti che vendono i propri oggetti non sono certo sconsigliabili del tutto, ma il rischio di non essere pienamente soddisfatti è più elevato.

1011

Acquistare giochi che possono aiutare ad apprendere più lingue

Conoscere una lingua straniera è essenziale e già alle elementari i bambini imparano ad usarne almeno una tramite giochi didattici. Perché dunque non acquistare ninnoli che favoriscano l'apprendimento di inglese, francese, tedesco? Ne esistono di varie tipologie e conciliano perfettamente l'utile col dilettevole. Possono presentarsi come pupazzi parlanti, libri interattivi, software e quant'altro. Sono molto facili da reperire, hanno prezzi adatti a tutte le età e a tutte le tasche. Dulcis in fundo, sono regali graditi e divertenti.

1111

Leggere la letterina a Babbo Natale

La via più breve paga sempre. Se si ha accesso alla letterina scritta dal bambino per Babbo Natale, si deve considerare l'ipotesi di realizzare i desideri espressi nero su bianco. I bambini sanno quello che vogliono, sono più decisi degli adulti e se hanno in mente una tipologia di gioco, lo indicano con precisione. Attenzione, quindi a non comprare oggetti vagamente simili perché possono far sentire insoddisfatti i piccoli.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come aiutare un bambino a non essere aggressivo

Durante la fase di formazione del carattere, alcuni bambini tendono ad assumere diversi atteggiamenti che possono risultare amplificati. Ciò è normale, in quanto il bambino impara e sperimenta comportamenti diversi per riuscire a trovare i tratti caratteriali...
Bambino

Come far mangiare di tutto al tuo bambino

L'alimentazione è importante per ognuno di noi ma si rivela fondamentale nell'infanzia. Purtroppo, nutrire bene il tuo bambino può essere un compito difficile, ma fortunatamente non impossibile! Ecco alcuni consigli che possono tornare utili per abituarlo...
Bambino

I migliori giochi educativi per bambini

Il gioco, costituisce per i bambini una fonte di apprendimento e crescita sia fisica che psichica. Giocando, il bambino sperimenta lo spazio e gli oggetti, supera problemi di natura psicologica, tipici dell'età ed impara molto. Per questo motivo i giochi...
Bambino

I migliori tablet per bambini

La diffusione capillare di tablet, smartphone, notebook e console ha fatto si che, negli ultimi anni, quasi tutte le famiglie si siano procurate questi apparecchi di ultima tecnologia. Come accade in ogni epoca, sono soprattutto i più giovani a familiarizzare...
Bambino

10 motivi per non dare uno smartphone ai bambini

Al giorno d'oggi, ognuno di noi possiede almeno uno smartphone (i cosiddetti telefonini intelligenti). Esiste una app ormai per tutto: dal meteo al fitness, allo sport e naturalmente intrattenimento e giochi. Oggi si parla di generazione 2.0: i nostri...
Bambino

Come ottenere l’attenzione di un bambino

Il dialogo fra adulti e bambini avviene secondo modalità diverse dal dialogo fra soli adulti. Infatti fra grandi e piccoli esiste una forte discrepanza di lingua, di conoscenza del mondo e di aspettative. Per superare gli ostacoli nell'interazione, è...
Bambino

5 modi per tenere impegnati dei bambini di 4 anni

Essere genitori, è un compito piuttosto difficile, ma che può dare anche tante soddisfazioni. Se ci piace e possiamo permettercelo, cerchiamo di trascorrere molto tempo in compagnia del nostro bimbo, avremo così modo di insegnargli, giocando, proprio...
Bambino

5 frasi da non dire mai ai bambini

Quando ci si rapporta con un bambino, bisogna fare attenzione alle parole che si utilizzano, alle affermazioni che si fanno e alle cose che si negano.Il bambino ha una personalità in via di sviluppo per cui un qualunque urto alla sua persona, può interferire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.