10 consigli per far dormire il tuo bambino

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Può capitare a volte che i bambini, soprattutto durante i loro primi mesi di vita, facciano fatica ad addormentarsi o peggio non dormano per tutta la notte o quasi e questo si riflette inevitabilmente anche sui genitori che, al mattino seguente, si sentono stanchi e privi di energia. Per questo motivo, ci sono vari aspetti che aiutano mamma e papà a tranquillizzare il piccolo ed a farlo sentire rilassato in modo tale che possa dormire tutta la notte od almeno il più a lungo possibile. Di seguito vi sono dieci consigli per far dormire il bambino.

211

Calmare le coliche

Una delle prime cose da controllare è che il piccolo non abbia le classiche coliche che provocano fastidio ed il pianto continuato a toni alti. In caso affermativo, è utile provare diverse posizioni per il bimbo fino a quando non si trova quella che riesce a calmarlo perché gli provoca sollievo. La più consigliata è quella che prevede il bambino posizionato a pancia in giù sul proprio avambraccio e la testa appoggiata al palmo della mano. Durante questo momento, è altrettanto d'aiuto massaggiare la schiena per far in modo che i gas accumulati all'interno vengano rilasciati. Ovviamente è sempre consigliabile sentire il parere del pediatra.

311

Dar sollievo alla dentatura

Se il problema, invece, riguarda la dentatura e le gengive, può essere un alleato la camomilla. Certamente non fa miracoli perché il mettere i denti rappresenta un momento abbastanza doloroso per il piccolo, però può dargli un po' di sollievo. Si può prendere un pezzo di stoffa ed intingerlo nella camomilla o con acqua fresca facendoglielo poi avvicinare alle gengive. In alternativa, in farmacia o nei negozi adibiti esistono creme od altro, non medicinali che servono allo scopo.

Continua la lettura
411

Utilizzare un oggetto materno

Un altro ausilio è quello di inserire all'interno della culla o del lettino un oggetto, meglio se una maglietta od un pezzo di stoffa che appartenga alla mamma. Lo si può mettere vicino al cuscino così che il bimbo possa sentirne l'odore materno; in questo modo si sentirà più protetto e tranquillo e questo lo aiuterà a calmarsi.

511

Non rispondere ad ogni minimo richiamo

Questo sicuramente rappresenta il passaggio più duro da mettere in pratica e probabilmente non tutti i genitori saranno d'accordo e ci saranno diverse linee di pensiero, ma è importante che il bimbo non associ il suo pianto, anche ed in particolar modo minimo, ad un'azione della mamma. Questo significa non che il bambino debba piangere ininterrottamente e disperatamente, ma che debba imparare che un mugolio od un piccolo pianto non corrisponde alla mamma che sempre si alza e lo prende in braccio. Ciò è fondamentale anche e soprattutto per l'indipendenza del bimbo che imparerà a consolarsi anche da solo e/o con il proprio cuccio.

611

Mantenere il più possibile orari fissi

Un altro aspetto che conta per un bambino è la regolarità della sua vita; è importante, infatti, cercare di mantenere il più possibile degli orari fissi sia per la pappa sia per la nanna e per tutta la sua routine. In questa maniera non avrà grossi sbalzi e non si sentirà spaesato.

711

Avere un ambiente rilassato

Anche l'ambiente rappresenta un punto necessario per il rilassamento. È consigliabile che la stanza sia ben arieggiata e che non presenti distrazioni o rumori che possano in qualche modo sviare il piccolo dalla nanna e dal sonno. Per quanto riguarda la luce, si può utilizzare una lampadina tenue che proponga eventualmente i toni del giallo così da ottenere un luogo rilassante.

811

Abituarlo al proprio lettino

È consigliabile fin da subito abituarlo a dormire e riposare nella propria culla o nel proprio lettino. Questo aspetto è fondamentale non solo per il benessere dei genitori, ma anche del piccolo stesso che imparerà qual è il suo posto e starà decisamente più comodo riuscendo così a riposare nel migliore dei modi sapendo sempre e comunque che la sua mamma ed il suo papà sono accanto a lui.

911

Utilizzare la musica

Uno strumento che può essere d'ausilio è la musica. In commercio esistono giochi, sonagli, cd e quant'altro che propongono musiche e ninne nanne utili allo scopo. Ovviamente non per tutti i bimbi va bene perché alcuni preferiscono addormentarsi senza rumori od in altro modo, quindi bisogna provare le prime volte per capire quali sono le sue preferenze.

1011

Eliminare o limitare al minimo alcune bevande

Questo consiglio riguarda soprattutto i bambini più grandi a cui si può dare da bere delle bevande gassate o con presenza di caffeina o teina. Dato che la caffeina o la teina sono stimolanti, è preferibile limitare al minimo o quanto meno darle duranti orari giornalieri e non serali, in particolar modo a cena o prima di andare a dormire.

1111

Limitare gli apparecchi elettronici e la televisione

Un ultimo consiglio riguarda gli apparecchi elettronici e la televisione. Quest'ultima deve essere limitata allo stretto necessario per poter permettere al bambino di esprimere la propria voglia di giocare e scatenare la sua fantasia e deve essere vista non prima della messa a letto, ma nel pomeriggio o durante la mattina.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come tranquillizzare un bambino che piange

Quando si ha a che fare con un bambino piccolo, molti genitori vanno in crisi quando lo sentono piangere, perché non sanno come comportarsi o calmare il loro piccolino. Di solito quando si tratta di un neonato, è difficile capire cosa provochi tale...
Bambino

Come superare i risvegli notturni

Nei primi tre anni di vita, il bambino attraversa una fase comune a tutti gli infanti: i risvegli notturni. In genere, i piccoli si svegliano notte dopo notte con un pianto inconsolabile. Si tratta di una situazione passeggera, non allarmante. Tuttavia,...
Bambino

Consigli per gestire il pianto del bebè durante la notte

Le prime settimane di vita di un neonato sono un periodo piuttosto difficile da affrontare, in particolare quando si tratta del primo figlio ed i genitori non sono del tutto preparati a questo grande cambiamento. Un neonato non ha orari, può dormire...
Bambino

Come stare tranquilli quando il vostro bimbo dorme

Non sentirsi sicuri quando il proprio bambino dorme solo nella sua stanza è normale, soprattutto se si è neogenitori e si ha poca esperienza. Preoccuparsi dell'idea che possa farsi male senza che noi ce ne accorgiamo è naturale. Ancora di più è la...
Bambino

Come alleviare le coliche dei neonati

Prendersi cura dei propri piccoli è un dovere di ogni genitore, ma per farlo come si deve bisogna essere molto attenti ai piccoli segnali che i pargoli trasmettono per indicare malesseri, disagi o altro. Tra i problemi frequenti che ogni neonato affronta,...
Bambino

Come scegliere il riduttore per il lettino

Un figlio sta per arrivare e questo è il periodo in cui si inizia a programmare tutto ciò che andrà comprato per rendere i primi mesi di vita del nascituro sereni e senza pensieri. Tutti i genitori sono ansiosi e in particolare se aspettano il primo...
Bambino

Come insegnare al bambino a dormire nel proprio letto

Al giorno d'oggi è diventata un'abitudine molto diffusa, quella di consentire ai propri figli di dormire nel "lettone" dei genitori. Tutto questo si verifica perché non si riesce a dire di "no", oppure si ha il desiderio di farli sentire più protetti...
Bambino

Come Utilizzare Il Metodo Easy Di Tracy Hogg

Non tutti conoscono il nome di Tracy Hogg. Si tratta di un'infermiera proveniente dall'Inghilterra che ha dedicato la sua vita ad occuparsi della cura e lo sviluppo dei bambini sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista psicologico. A questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.