10 buoni motivi per avere un secondo figlio

Tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

La nascita di un figlio è il momento più felice nella vita di ognuno di noi, quell'attimo meraviglioso del primo pianto e la gioia condivisa con il partner. Se si parla di figli le emozioni sono inevitabilmente forti, e tra le cose che si possono fare per un bambino la più importante è sicuramente dargli un fratello. Vediamo di seguito perché, ecco i 10 buoni motivi per avere un secondo figlio.

212

La gioia della maternità e della paternità

Non si vive certo per lasciarsi trasportare dalle amarezze della vita, e ciò che fanno i bambini è proprio addolcire i malesseri: hanno quella capacità incredibile di strapparci un sorriso con un semplice gesto o con un semplice sorriso, oltre all'esplosività del momento gioioso della nascita. E non è mai troppa, la felicità: fare un secondo figlio sarà in grado di raddoppiare quella che già ci viene procurata dal primo.

312

La stabilità della coppia

La nascita di un figlio sconvolge gli equilibri famigliari, tanto quanto il periodo della gravidanza turba inevitabilmente (nel bene e nel male) la mamma. Ma in fondo, il risultato non è che la condivisione di una grande gioia: ne gioverà anche il rapporto di coppia, grazie ai momenti splendidi da vivere in due, in tre ed in quattro.

Continua la lettura
412

La felicità del primo figlio

Gelosie e paure del bambino sono facilmente superabili, dando anche al primo figlio le attenzioni che merita pure dopo la nascita del fratellino. Sta all'abilità dei genitori, ma istintivamente anche il figlio maggiore amerà il nuovo arrivato ed alla lunga -pur senza uscire dall'infanzia- sarà felice di avere un fratellino.

512

Responsabilizzazione del fratello maggiore

Quello del fratello maggiore è un ruolo da saper giocare e, lato genitori, da saper far giocare. Affidare al figlio maggiore dei compiti inerenti alla crescita del piccolo di casa (solo se ne ha voglia, è pur sempre anche lui un figlio) aiuterà l'accettazione facendo sentire il grande più vicino ai genitori e limitando così la gelosia. Insegnandogli, oltretutto, cosa significhi Responsabilità!

612

Un nuovo compagno di giochi

Non certo nel primo periodo, ma con la crescita dei figli, se la distanza di età non è enorme, il maggiore si renderà conto di aver trovato nel fratello un compagno di giochi con cui condividere i gioiosi momenti in casa: oltre a spingere entrambi verso attività più salutari dei videogiochi e della TV, questo li aiuterà a crescere insieme e ne trarranno reciproco giovamento sociale.

712

La vita combattuta in due

Quando i primi bulli se la prenderanno con uno dei figli, l'altro interverrà, statene per certi. E così succederà per tutti gli schiaffi ricevuti dalla vita, ciascuno dei figli saprà di poter contare sul fratello facendosi così forza e riuscendo a superare le difficoltà.

812

Imparare a condividere

Volenti o nolenti, la vita costringerà i nostri figli a condividere qualcosa con qualcuno. Si comincia con il banco di scuola, per terminare con la scrivania al lavoro: condividere significa convivere, e prima imparano meglio è. La nascita del fratellino imporrà al maggiore la condivisione dei giocattoli, degli spazi e soprattutto dei genitori: quanto lavoro già fatto, che a vent'anni si troverà in tasca...

912

Condivisione nel male... e nel bene!

La nascita di un secondogenito libererà il primogenito da tutte quelle responsabilità che inevitabilmente sentirà a proprio carico per far felici i genitori: certamente dovrà soddisfare le loro aspettative, sentirà di doverlo fare (sempre secondo le sue attitudini!) ma sarà "riparato" dalla presenza di un fratello che potrà colmare i vuoti che inevitabilmente lascerà.

1012

...E poi si invecchia...

Non è certo un ragionamento alla base del ruolo del genitore, ma si può mettere in conto di aver bisogno dei propri figli un domani. O, ribaltando il discorso, che i propri figli siano costretti a dover provvedere ai genitori anche solo sotto il profilo economico. Un figlio unico affronta da solo tutte queste difficoltà, con il sostegno di un fratello cambia tutto.

1112

Più siamo, meglio è!

Frase tipica quando si organizza una festa, vero? Bene, impariamo a trattare come una festa la vita di tutti i giorni, ogni pranzo ed ogni cena, ed essere in quattro sarà comunque sempre meglio che essere in tre! L'allegria che portano due bambini è aritmeticamente doppia rispetto a quella portata da uno... Benvenuto al secondo piccolino!!!

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

5 consigli per crescere al meglio un figlio

Sicuramente la nascita di un figlio rappresenta una gioia e un completamento della propria vita. Ma avere un figlio comporta anche responsabilità. Ogni genitore ha infatti la grande "missione" di saperlo crescere nel migliore dei modi. Quelli che seguono...
Bambino

Come capire se tuo figlio finge di studiare

Vuoi capire se tuo figlio finge di studiare? Quante volte hai sentito dire che si può fare qualunque corso per imparare qualsiasi cosa tranne come fare i genitori? Probabilmente, tante volte così come tante volte provi a ripeterlo davanti allo specchio...
Bambino

Come trasmettere sicurezza al proprio figlio

Essere genitori è una delle esperienze più importanti e gratificanti nella vita di un adulto. Tuttavia crescere un figlio non è un compito semplice. Talvolta, in quanto nostro ruolo "naturale", sottovalutiamo le difficoltà che potrebbero presentarsi....
Bambino

Come Insegnare A Camminare Al Proprio Figlio

Se avete un bambino molto piccolo e desiderate avere dei consigli su come insegnare a camminare al proprio figlio, questa guida fa proprio al caso vostro. Leggete con attenzione e vedrete che insegnare a camminare al vostro bambino sarà una tra le esperienze...
Bambino

Come aiutare il figlio a scegliere le amicizie giuste

Una delle preoccupazioni di tutti i genitori è che i propri figli inizino a frequentare "cattive compagnie". Vorremmo poter allontanare i nostri ragazzi da quelle amicizie poco raccomandabili, poiché non rispecchiano ciò che noi desideriamo per loro....
Bambino

Come ricevere in affidamento un figlio neonato

Chi vuole chiedere in affidamento un minore ed in particolare un neonato, solitamente lo fa per puro spirito altruistico sapendo che si tratta di una situazione solo temporanea. Chiedere in affidamento un neonato non è infatti la strada da seguire se...
Bambino

Come convincere un figlio a fare sport

Al giorno d'oggi, difficilmente i ragazzi intraprendono un'attività sportiva. Siamo in una società caratterizzata dai dispositivi elettronici, come computer e console sempre più all'avanguardia. I giovanissimi vivono in un mondo tutto loro e non mancano...
Bambino

Cosa fare se tuo figlio chiede un fratellino

Tutti i bambini soprattutto se primogeniti, arrivano a circa a due o tre anni di vita, a sentire la necessità di avere un fratellino. Nella maggior parte dei casi i maschietti chiedono un fratellino e le femminucce una sorellina. Non è sempre facile...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.