Rigurgito neonato: cause e rimedi

di V. F. difficoltà: media

Rigurgito neonato: cause e rimediLeggi Il rigurgito del neonato, anche detto reflusso, è uno dei fenomeni che più preoccupa i genitori nei primi mesi di vita dei loro bambini. Pur trattandosi di un disturbo assai comune che soltanto in rari casi può sfociare in una vera e propria patologia, la sua frequenza tende tuttavia a renderlo preoccupante agli occhi dei genitori. Spesso infatti questo fenomeno si ripete diverse volte durante la giornata e ciò finisce per creare nervosismo se non addirittura ansia nelle mamme. Vediamo dunque quali sono le principali cause del reflusso nel neonato e quali rimedi si possono utilizzare per alleviare questo disturbo.

1 Rigurgito neonato: cause e rimediLeggi La gran parte dei bambini, nei primi mesi di vita, soffre di reflusso: sembra che la metà dei neonati rigurgiti almeno due volte al giorno. Questo ci fa capire quanto questo fenomeno sia diffuso. Il reflusso, infatti, è un fenomeno naturale per il quale dopo la poppata, una quantità di latte (più o meno a seconda dei casi) ritorna alla bocca del neonato, provocandone la fuoriuscita. L'apparato digerente dei neonati, infatti, non essendo ancora completamente maturo, provoca la risalita di latte o saliva dallo stomaco verso l'esofago.
La frequenza del disturbo è molto soggettiva, così come la reazione del neonato: alcuni bambini non provano alcun fastidio, mentre altri si mostrano estremamente infastiditi fino ad arrivare a vere e proprie crisi di pianto conseguenti ai frequenti rigurgiti. In questi casi, come spesso accade con i neonati, la prima cosa da fare è armarsi di pazienza e utilizzare poi qualche piccolo accorgimento che aiuti ad alleviare i fastidi nel piccolo.

2 Rigurgito neonato: cause e rimediLeggi Come prima cosa, è bene porre particolare attenzione alla postura del neonato. Per i bambini che soffrono di rigurgito, infatti, è consigliabile evitare la posizione orizzontale, soprattutto dopo la poppata. Sia nella carrozzina che nel lettino, è dunque preferibile mettere il neonato leggermente inclinato. Ponendo dei rialzi alla base del lettino, per esempio, sarete sicuri di evitare la posizione orizzontale e di non far scivolare verso il basso il bambino. Per i neonati che vengono allattati al seno, inoltre, ci sono dei piccoli accorgimenti relativi proprio al momento dell'allattamento, che possono aiutare a diminuire la frequenza del rigurgito e ad alleviarne i fastidi. In questo caso diventa fondamentale la posizione assunta dalla mamma durante la poppata. Particolarmente consigliata è la posizione sdraiata, con il bambino sopra il proprio gomito (dunque leggermente inclinato) oppure l'utilizzo di una sedia a sdraio, dove la mamma può allattare il neonato stando semi-sdraiata.

Continua la lettura

3 Come già detto, il rigurgito è un fatto fisiologico nei neonati, che nella maggior parte dei casi tende a scomparire intorno all'anno di vita.  Esistono tuttavia dei rari casi (circa il 5%) in cui questo disturbo può connotarsi come patologico.  Approfondimento Come capire se il neonato non digerisce il latte (clicca qui) I casi di reflusso si considerano di entità più importante quando la frequenza dei rigurgiti inizia a superare le 9/15 volte al dì e quando si aggiungono ad essi dei casi ripetuti di vomito vero e proprio.  Il reflusso patologico provoca inoltre un'infiammazione dell'esofago, di cui uno dei primi campanelli d'allarme può essere la perdita di peso.. 

Come evitare il rigurgito del bambino Come calmare singhiozzo nei neonati Allattamento al seno: guida ai comuni problemi Pianto del neonato: 5 consigli per calmarlo

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili