Montessori: 10 giochi per sviluppare l'intelligenza dei bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Il metodo Montessori pure essendo datato oramai è sempre valido: grazie a dei piccoli e semplici giochi i bambini riescono a sviluppare l'intelligenza. Si tratta di giochi che possono essere fatti in casa oltre a quelli già esistenti. Qui di seguito ne vengono elencati 10 di quelli facili da fare così da poter risparmiare anche qualche euro.

211

Imparare i colori con le mollette da bucato

Per aiutare i bambini ad imparare i colori si possono utilizzare delle mollette da bucato e le si fanno applicare su mobili o su abiti dello stesso colore dicendo loro di dire il nome. Questo aiuta non solo a distinguere i colori ma anche ad applicare le mollette nel corretto modo.

311

Imparare le grandezze con la piramide di cubi

Costruire dei cubi di cartone di varie dimensioni e farle posizionare dal più piccolo al più grande e viceversa: con questo gioco i bambini riusciranno a capire le differenze tra le dimensioni e a capire fin quando la piramide starà in equilibrio.

Continua la lettura
411

Imparare le lettere e lo spazio con la scatola di lettere

Con un cartone costruire una scatola con vari scompartimenti dove disegnare delle sagome delle lettere e di punteggiatura, su del cartoncino fare delle sagome identiche alle precedenti e ritagliarle. I bambini dovranno metterli in ordine e esattamente sulla sagoma, così facendo impareranno a conoscere lettere e punteggiatura e anche la posizione degli oggetti.

511

Imparare le lettere e riconoscere gli animali

Su dei cartoncini disegnare degli animali e su un cartone abbastanza grande disegnare le lettere dell'alfabeto: il gioco consiste nell'andare ad incollare l'immagine dell'animale sulla lettere corrispondente all'iniziale. Si possono utilizzare biadesivo o puntine se i bambini sono abbastanza grandi.

611

Imparare i colori con la tavolozza

Disegnare su un cartone circolare un numero di spicchi pari al numero di colori di mollette che si possiedono e colorare tali spicchi quanto più possibile simili alle mollette da bucato: i bambini dovranno mettere la molletta corrispondente allo spicchio dello stesso colore.

711

Imparare i colori con i Lego

Prendere 6 pezzi di lego di diverso colore e disegnarne altrettanti su un foglio di carta in due colonne da 3 righe: i bambini devono ripetere quella formazione seguendo il foglietto. Nell'immagine accanto c'è un esempio di tale gioco fatto con una scatola di uova.

811

Imparare a riconoscere forme e colori con dei bastoncini

Su due o più bastoncini di gelato andare a disegnare delle forme (come si vede nell'immagine): i bambini dovranno ricomporre il grafico in base a forme e colori. Il prezzo di questo gioco è veramente ridotto ma stimola mente e manualità nel bambino stesso, due caratteristiche importanti del metodo Montessori.

911

Imparare i numeri con le monete

In un foglio disegnare un certo numero di colonne (preferibilmente da 10) e scrivere i numeri corrispondenti: i bambini dovranno posizionare nella corretta posizione il numero esatto di monete (si possono usare anche sassolini) segnato nella colonna.

1011

Imparare le lettere con le forme

Su di un foglio disegnare numeri, forme e/o lettere tali da poter essere ricalcati dai bambini che si vogliono istruire con il metodo Montessori. Ciò aiuta la vista, la mente e la manualità che nei bambini si sviluppano grazie a tanti divertenti giochi.

1111

Imparare a colorare

Disegnare oggetti comuni e farli colorare del colore esatto come frutta, alberi, fiori, sole, volti, sedie e tanto altro. I bambini andranno a colorare tali oggetti quanto più similmente possibile alla realtà, è bene chiedere loro di ripetere i colori che stanno utilizzando.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come fare i travasi con i bambini

I travasi con i bambini sono un'attività molto comune e per questo motivo meritano un'attenzione maggiore, in quanto è un esercizio fondamentale per lo sviluppo senso-motorio dei bambini che sono nelle primissime fasi dello sviluppo. Seguendo i principi...
Bambino

Come insegnare ai bambini a leggere e scrivere

Il primo impatto con la scuola non è mai semplice per i bambini perché segna sia la lontananza dai genitori che un reale cambiamento nelle abitudini quotidiane. Il primo passo da compiere è sicuramente imparare a leggere e a scrivere. A tal proposito,...
Bambino

Come stimolare l'autonomia dei bambini

Un adulto che da bambino ha ricevuto la giusta considerazione, da grande si adatta meglio ai cambiamenti della vita. È in grado di fare le sue scelte. Se gli altri non lo approvano non si sente in colpa. È un meccanismo del tutto naturale. L'affetto...
Bambino

10 idee per creare il cestino dei tesori dei bambini

Il cestino dei tesori è un gioco assolutamente creativo per i bambini più piccoli. Questa attività ludica è stata ideata e realizzata tanti anni fa e richiama il metodo Montessori nell'educazione dei propri figli. Questa attività fu ideata da una...
Bambino

Come decorare la camera dei gemelli

Quando si è in attesa di un figlio, intorno al settimo mese di gravidanza, solitamente si inizia a pensare alla cameretta del nascituro. Quando si attendono due o più gemelli però, l'organizzazione diventa più impegnativa e bisogna pensare a tutto...
Bambino

Come stimolare l'intelligenza del tuo bambino

Nonostante si ritenga che l'intelligenza del bambino sia collegata esclusivamente a fattori di tipo genetico e non agli stimoli forniti giorno dopo giorno dai genitori, uno studio è riuscito a smentire questa ipotesi. Lo studio afferma, infatti, l'importanza...
Bambino

Come sviluppare l'intelligenza emotiva nei bambini

Le emozioni sono un fenomeno di fondamentale importanza nella nostra vita. Il mondo delle emozioni è molto complesso e vario; conoscerlo e saperlo governare aiuta in modo notevole la gestione della nostra vita, i rapporti con gli altri, ma anche e sopratutto...
Famiglia

10 regole d'oro per genitori separati

Essere genitori separati non è mai facile. Condizione dolorosa e che spesso è in grado di causare molti problemi. Soprattutto per ciò che riguarda i comportamenti più idonei da attuare. E non solo nel rapporto fra genitori, ma anche nella relazione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.