Le migliori tisane per favorire la produzione di latte

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La produzione di latte materno è importantissima per la crescita del neonato, in particolar modo nei primi mesi di vita, dove la dieta alimentare è basata esclusivamente di latte. Purtroppo, non tutte le mamme riescono a produrlo dal proprio seno e spesso, lo scoraggiamento arriva quasi subito: nelle prime settimane dopo il parto. Ed è proprio in questo momento che l’assunzione di determinate tisane può favorire la neomamma a stimolare o aumentare la produzione del latte per il proprio piccolo. Tra le migliori tisane si annoverano certamente quelle prodotte con le piante di anice verde, cardo mariano e galega. Tutte specie che sono ricchissime di bioflavonoidi, principi attivi che vanno a stimolare gli ormoni femminili responsabili della montata lattea. Inoltre, le foglie di queste piante sono in grado di regolare la circolazione del sangue delle ghiandole mammarie.

26

Occorrente

  • Un pentolino contenente acqua bollente; una tazza; un cucchiaio di anice verde, cardo mariano, galega.
36

Ma vediamo le caratteristiche di ognuna. L’anice verde si caratterizza per avere la proprietà di favorire la produzione di latte anche quando si è completamente perso. Inoltre conferisce al latte un sapore particolarmente dolce che piace molto a tutti i bebè. Oltre alle foglie anche i frutti di anice verde hanno le medesime proprietà e si consiglia la sua assunzione dopo i pasti in quanto ha anche proprietà digestive. Il cardo mariano, invece è una pianta dai fiori violacei vistosi e oltre a stimolare la produzione di latte nelle neomamme ha anche proprietà diuretiche. La galega è tra le piante più efficaci per la secrezione lattea ed è anche quella più utilizzata. Per realizzare la tisana si devono estrarre le sommità fiorite.

46

Ma come si fa una tisana? E’ semplicissimo. Ogni mamma può prepararsela comodamente da casa. Basta aver acquistato un mix idoneo di parti selezionate di piante in una qualsiasi erboristeria o in un negozio autorizzato alla vendita di questi prodotti. Si scalda, in un pentolino, un bicchiere abbondante di acqua fino a portarlo a bollore. In un secondo momento si immergono le erbe scelte (circa un cucchiaio all’interno di un filtro) nell’acqua calda per circa 5-8 minuti. A questo punto si potrà versare la tisana nella tazza. Affinché la bevanda possa svolgere la sua azione benefica si deve bere subito.

Continua la lettura
56

Ovviamente, le tisane da sole non possono risolvere la mancanza di montata lattea. Ma possono essere un valido aiuto. Queste bevande infatti devono essere accompagnate da una corretta alimentazione, ricca di verdure e frutta, nonchè di un adeguato apporto idrico.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si consiglia un cucchiaino di zucchero per ogni tazza

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come stimolare gli ormoni per la produzione di latte materno

Una delle cose più naturali che la vita può riservare ad una donna è l'allattamento al seno. Questo oltre a nutrire il bambino, consente di creare con lui un rapporto speciale fatto di contatto, amore e nutrimento. Significa alimentarlo in ogni senso,...
Bambino

10 idee per aiutare i bambini a bere più acqua

Il corpo umano è composto per oltre il 60% di acqua. Nel neonato questa percentuale supera il 75%. L'acqua, sia intra che extracellulare, ha un ruolo fondamentale nel mantenere l'omeostasi dell'organismo e nel determinare il buon funzionamento degli...
Bambino

Come eliminare la crosta lattea

La crosta lattea, che è conosciuta anche dermatite seborroica, è un disturbo che colpisce facilmente i bambini già a partire dalle prime settimane di vita. È così chiamata proprio per il fatto che interessa i bambini nell'età in cui si nutrono esclusivamente...
Bambino

Come elimare la crosta lattea

Essere buoni genitori significa saper accogliere il proprio piccolo/a nel miglior dei modi, fin dai suoi primi giorni, con tanto amore dando tutte le attenzioni che necessita nonostante, spesso sembra impossibile o difficile perché non si sa come viverle...
Bambino

Cosa fare se il bambino non beve il latte

Il latte è da sempre considerato l’alimento numero uno per la crescita e lo sviluppo dei bambini, soprattutto per quelli più piccoli. Infatti, quando ci si trova di fronte ad un bimbo che non lo beve, ecco che s'insinua il panico. Nei passi seguenti...
Bambino

Sonno leggero nei bambini: come gestirlo

Dormire come un angioletto: un bimbo placidamente addormentato è il simbolo classico del sonno e del riposo. In realtà, come molti modi di dire, anche questo è più mitologico che vero! Spesso i bambini hanno problemi ad addormentarsi o un sonno leggero,...
Bambino

Come evitare il rigurgito del bambino

Durante i primi mesi, subito dopo la poppata o alcune ore dopo, il neonato può avere un piccolo rigurgito di latte; si tratta di un fenomeno estremamente comune nel bambino, che può essere considerato fisiologico, cio non è detto. Ecco una semplicissima...
Bambino

Come fare se il bambino ha la gola infiammata

Come curare il mal di gola e riconoscerne la causa per poterla trattare in modo adeguato? La soluzione migliore è senza dubbio quella di rivolgersi al proprio medico di fiducia, che possa visitare voi o vostro figlio e prescrivere la giusta terapia....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.