L'inserimento alla scuola materna

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La scuola materna è il momento in cui il nostro bambino inizia ad uscire dalla famiglia per imparare a convivere con i coetanei e gli insegnanti: si tratta di un evento importante e fondamentale per la sua crescita, in quanto è da qui che comincerà a creare i primi legami con persone estranee, oltre che imparare nuove cose attraverso il gioco e la convivenza. Affrontare con lui questo momento delicato è fondamentale per costruire la sua sicurezza e per sviluppare la sua voglia di esplorare e di conoscere il mondo esterno. Con i passaggi che seguono vi daremo alcuni consigli pratici per vivere nel modo migliore L'inserimento alla scuola materna.

25

Descrivere la scuola

Coma abbiamo detto, l'inserimento alla scuola materna è un passo molto importante per i nostri figli: risulta quindi fondamentale prepararli nel migliore dei modi, in maniera tale da evitare il disagio del distacco e da renderla un'esperienza positiva e piacevole. Per prima cosa dovremo fare attenzione al nostro stato d'animo: se ci mostriamo apprensivi e preoccupati trasmetteremo questo senso di insicurezza anche nel bambino, che percepirà le nostre emozioni negative anche se tentiamo di nasconderle. Descriviamo la scuola come un luogo sicuro, in cui svolgere attività divertenti e conoscere nuovi amici, in questo modo inizieremo a creare in lui una immagine mentale positiva e stimolante, sviluppando la sua voglia di iniziare questa nuova avventura.

35

Tranquillizzare il bambino

La sincerità è essenziale nel rapporto con i figli, per cui evitiamo di raccontare bugie quando stiamo per lasciarlo alla scuola, o di sparire senza preavviso: questo, infatti, provocherebbe sicuramente una reazione negativa e danneggerebbe il rapporto di fiducia reciproca, facendo sviluppare nel bambino la sensazione di essere abbandonato. Anche instillare dei sensi di colpa e fare dei paragoni con altri bambini è poco costruttivo e crea le basi per sentimenti di ansia e paura. Allo stesso tempo dobbiamo però mostrarci decisi nelle nostre posizioni: una volta fatto il possibile per tranquillizzare il bambino allontaniamoci senza dare eccessiva importanza alle sue proteste. Agire in questo modo potrebbe creare un circolo vizioso, per cui il pianto diventerà un modo per evitare le situazioni che non vuole affrontare. Dopo pochi giorni dall'inserimento, la scuola materna sarà un'abitudine e un luogo piacevole e stimolante dove trascorrere le giornate.

Continua la lettura
45

Affrontare il distacco

È bene comunque sapere che il primo giorno di scuola materna può essere un momento difficile, soprattutto per i bambini che non hanno frequentato il nido o che sono poco abituati a stare lontano dalla propria famiglia. Ognuno reagisce diversamente alle nuove esperienze, alcuni non vedono l'ora di iniziare, mentre altri sono più timorosi e impauriti. Parlare con le educatrici può essere utile per avere dei consigli su come affrontare la situazione: in alcuni casi è possibile restare con il proprio figlio per alcuni giorni, fino a quando ha raggiunto la serenità necessaria per restare da solo. Cerchiamo di ascoltarlo per capire le sue ragioni, mostrando di comprendere il suo disagio e dandogli delle risposte adeguate, che provino l'infondatezza delle sue paure. Mostriamoci sinceramente dispiaciuti per il distacco, ma cerchiamo di comunicare sicurezza e tranquillità con le espressioni, i gesti e le parole, ma senza sembrare tristi o preoccupati, in quanto l'esperienza che andrà a vivere è comunque positiva e stimolante per la sua crescita: si tratta solamente di qualche ora di gioco con altri bambini.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Crea una immagine positiva della scuola materna in modo da evitare ansie e paure

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Lavoretti di Natale per la Scuola Materna

Realizzare Lavoretti di Natale per la Scuola Materna è un'attività molto divertente per i bambini. Già dai primi anni di vita percepiscono l'atmosfera natalizia, e la preparazione di oggettini li conduce a questo particolare periodo dell'anno. Anche...
Bambino

Motivi per cui mandare i bimbi alla scuola materna

Un attaccamento sano alla mamma è estremamente importante per il bambino che ha bisogno di costruire le proprie sicurezze proprio sul rapporto con la mamma. La frenesia e le esigenze dei nostri tempi hanno molto cambiato le abitudini famigliari e molto...
Bambino

Come preparare il corredino per il nido

Prendersi cura dei propri figli è sempre una gioia e un'esperienza impareggiabile. A un certo punto, però, bisogna tornare a lavoro e per il bimbo arriva il momento di andare al nido. Questa soluzione si adotta generalmente quando non si possono lasciare...
Bambino

Come risparmiare sull’asilo e sui nidi

L'asilo nido e la scuola materna sono due tappe importantissime nella vita di ogni bambino. Il primo, lo aiuta a fare i primi passi senza la sua mamma, mentre, nella scuola materna, il bimbo si prepara a incominciare la sua avventura scolastica. Lo stato...
Bambino

10 modi per consolare un bambino che piange

Il bambino, in genere, non conosce molti mezzi espressivi, specialmente se neonato e incapace di comunicare a parole. Pertanto, un veicolo di comunicazione efficace è rappresentato dal pianto, con cui il bambino tenta di far comprendere i propri bisogni,...
Bambino

Come affrontare il primo distacco dal bebè

Affrontare il primo distacco dal bebé è un passaggio delicato nella vita di una mamma e, se non realizzato secondo i giusti principi e rispettando alcune semplici regole, può tramutarsi da evento naturale a momento assolutamente traumantico e stressante....
Bambino

Come fare se il bambino non vuole andare all'asilo

I bambini, specie se sono ancora molto piccoli, non riescono ad esprimere in maniera chiara le proprie emozioni, le proprie sensazioni, i propri disagi interiori, le proprie angoscie. Il compito di ogni genitore dunque, è fondamentale: essi devono cercare...
Bambino

Come gestire l'ansia da separazione

Uno dei problemi più comuni per le mamme è quello di trovarsi ad affrontare il distacco dal proprio bambino. Solitamente questo problema si manifesta quando la mamma, dopo aver vissuto i primi mesi di vita di vita del bambino, a suo stretto contatto,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.