I migliori sport per bambini maschi

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

È noto a tutti che lo sport "faccia bene", soprattutto ai nostri bambini: un organismo in evoluzione continua necessita di attenzione e cure, per cui l'attività fisica è un elemento fondamentale dello sviluppo di un corpo sano. Nei maschi, questo aspetto aspetto è anche di maggior rilievo rispetto alle coetanee. La scelta dell'attività fisica dei nostri piccoli deve essere pensata con lo scopo di giovare al corpo, ma non solo: innanzitutto è necessario tenere conto delle ambizioni del piccolo e delle sue attitudini, senza prevaricarle con i nostri desideri ed è altrettanto importante assicurarsi che cresca in un ambiente sano, privo di eccessive pressioni ed a contatto con i suoi coetanei. Fissare un obiettivo e sforzarsi per raggiungerlo è una scuola di vita fondamentale, ma non bruciamo le tappe e prestiamo sempre grande attenzione alle esigenze del bambino, per quanto possa costare fatica e sforzi aggravare il carico di responsabilità in età infantile sarà solo controproducente. Curiamo quindi il comportamento degli istruttori, che devono accompagnare i piccoli nell'apprendimento senza soffocarli perché non riescono. Premesso questo, vediamo le migliori soluzioni per gli atleti in erba.

26

Il rugby

È uno sport inadatto ai figli di adulti iperprotettivi, perché prevede grande contatto fisico e, se il vostro bimbo non è dotato di una struttura possente, potrebbe avere la peggio nei contrasti. Poco male: esistono vari ruoli e gli istruttori saranno in grado di scegliere quello più adatto per le doti naturali del bimbo. Non ci sarà poi da preoccuparsi per qualche piccolo livido, l'abitudine a ricevere colpi svilupperà i riflessi del bambino che, nella vita, potrà evitare traumi accidentali assai più dannosi di quelli che potrà ricevere, sotto lo stretto controllo di adulti, per finalità sportive. I fattori positivi sono però molteplici: si parte da una cultura di rispetto dei compagni e degli avversari totale, che può dare un'educazione esemplare ai piccoli atleti; per passare ad una grande quantità di corsa e attività preparatoria in grado di far crescere sani e forti i nostri bimbi.

36

Il nuoto

Nel nuoto più che in ogni altro sport sono evidenti le differenze tra la pratica agonistica e quella amatoriale. Fin dalla più tenera età, un nuotatore che pratica agonisticamente è sottoposto ad elevatissimi ritmi per poi, crescendo, rischiare di dedicare la propria vita all'attività cancellando (o quasi) la propria vita sociale. Attenzione, quindi: prima di avviare un bambino al nuoto agonistico è fondamentale avere la totale certezza che davvero rifletta la sua massima ambizione. La pratica amatoriale è invece quanto di più adatto possa esistere per la crescita del corpo e non preclude di coltivare rapporti interpersonali con i coetanei, anche se manca il fattore fondamentale del gioco di squadra. Il nuoto è anche in grado di sviluppare la coordinazione nel piccolo, quindi è adatto per bimbi e ragazzini che manifestano problemi in questo ambito. È uno sport completo, allenante per l'intero apparato muscolare, ma conferisce a questo uno sviluppo di potenza e, molto meno, di elasticità: se il bambino nuota per anni, molto probabilmente avrà serie difficoltà nelle attività che richiedono la corsa.

Continua la lettura
46

Il calcio

Il rischio principale è l'eccessivo coinvolgimento degli adulti: essendo lo sport nazionale in molti paesi, la quota di incompetenti è elevatissima ed è quindi concreto il rischio di farsi trascinare nelle vicende sportive del piccolo utilizzando parametri di giudizio professionistici, del tutto inadeguati ad educare un calciatore alle prime armi. Sviluppa quindi caratterialmente il bambino in un contesto di squadra, fornendogli gli strumenti sociali per sapersi muovere nel mondo; vive lo spogliatoio e riceve un'educazione orientata alla collaborazione. Essendo lo sport più giocato in tutti i contesti, il bambino che frequenta la scuola calcio emergerà in contesti diversi, ad esempio a scuola: è importante che sappia gestire la propria superiorità sportiva senza umiliare i coetanei meno capaci di lui, ma l'inserimento in un gruppo sarà facilitato anche da questo. L'attività fisica è piuttosto completa: fondo, velocità e potenza sono le caratteristiche, in dosaggi diversi, per tutti i ruoli del calcio escluso il portiere. Come per il rugby, non c'è da preoccuparsi per i piccoli infortuni che possono capitare ai bimbi.

56

La pallacanestro

Ha il vantaggio di essere uno sport in via di sviluppo, ma ancora di nicchia, così i campi sono frequentati perlopiù da persone competenti e con la cultura sportiva che serve per far crescere un bimbo in un ambiente sano. È certamente più adatto a bambini di alta statura, ma anche i più piccoli possono cimentarsi in ruoli che richiedano l'agilità e la velocità più che il salto. Ci si gioca in cinque, ma la partecipazione dei piccoli seduti in panchina è comunque attiva in quanto in qualsiasi momento possono essere chiamati in causa. Dal punto di vista dello sviluppo del fisico è adatto a rinforzare le articolazioni e l'elasticità muscolare, a scapito della potenza. Più che in altri sport è fondamentale la tecnica di base, quindi il bimbo potrebbe faticare ad emergere se non è dotato naturalmente per la pratica di questo sport. Sono frequenti piccoli infortuni ossei.

66

L'atletica leggera

È alla base di tutti gli sport, in quanto nelle sue specialità è in grado di sviluppare una tecnica di base utile per le attività fisiche che il bimbo potrebbe decidere di praticare crescendo. Lo sviluppo è tra i più completi, tarando le caratteristiche in evoluzione rispetto alla specialità scelta sviluppa la muscolatura in modo totale. È in generale uno sport individuale, ma gli allenamenti vengono svolti in grandi gruppi: il piccolo può così responsabilizzarsi rispetto al proprio risultato crescendo insieme agli altri in un clima di competizione. Resta quindi necessario verificare la qualità dell'ambiente in cui matura il piccolo atleta, verificando che cerchi sì di superare il risultato conseguito dall'amico ma che, al tempo stesso, sia in grado di gestire vittorie e sconfitte. La qualità del preparatore atletico è determinante, in quanto allenamenti mal calibrati possono facilmente provocare infortuni muscolari anche rilevanti.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Frasi da non dire mai a un bimbo sovrappeso

Nella società odierna, la percentuale dei bimbi sovrappeso sembra essere in costante aumento. Moltissimi bambini presentano una condizione fisica in cui il peso corporeo supera, talvolta anche in modo evidente, il peso medio consigliato da medici, pediatri...
Bambino

Le 10 frasi da non dire alla mamma di figli maschi

Quando una madre ha solo figli maschi ci sono alcune frasi che possono suscitare dell'emozioni negative quindi onde evitare di andare a deturpare la sensibilità di queste donne, abbiamo deciso di stilare una classifica. In essa saranno contenute le 10...
Bambino

Sport per bambini: ginnastica artistica

Lo sport è un’attività fondamentale per far crescere i bambini sani e forti. Abituarli fin da piccoli a svolgere esercizi fisici, consente a migliorare il loro sistema immunitario, sviluppare in modo corretto l’apparato osseo, controllare il peso,...
Bambino

Accessori necessari per il bimbo che va in piscina

Il nuoto rappresenta sicuramente uno degli sport più completi praticabili a tutte le età. Si adatta, per questo motivo, anche ai bambini in quanto dà un contributo prezioso allo sviluppo del sistema muscolare-scheletrico e permette loro di poter interagire...
Bambino

Come insegnare al proprio bambino a nuotare

Tra le tante cose da insegnare al proprio figlio c'è sicuramente il nuoto. Le occasioni non mancano, soprattutto d'estate quando c'è la possibilità di portarlo al mare. La migliore cosa però è cominciare fin da piccolo ad abituarlo all'acqua quindi...
Bambino

Come aiutare un bambino timido

Come è possibile riuscire ad aiutare efficacemente un qualsiasi bambino timido? Qualora il vostro piccolo soffra di timidezza, è necessario cercare di incoraggiarlo a reagire, in modo che si possa inserire bene all'interno di un gruppo di persone coetanee,...
Bambino

Come vestire i bambini per una cerimonia

Per molte mamme potrebbe essere quasi un incubo, per altre un'occasione per sbizzarrire la fantasia. In entrambi i casi cercate di fermarvi un secondo e ragionare. Se anche ci dovessero essere delle patacche sul vestitino nuovo pazienza! Ricordate soprattutto...
Bambino

Come stimolare lo sviluppo sociale del bambino

I bambini nascono con un carattere personale e un indole più o meno favorevole alla socializzazione: ad esempio, ci saranno dei piccoli maggiormente estroversi, socievoli e gioiosi.Questo non toglie che, le esperienze maturate durante i primi anni di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.