I cognomi italiani più strani

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

L'Italia è una terra molto particolare, ricca di cultura e di tradizioni. Gli abitanti italiani hanno una storia molto travagliata, dato che l'Italia è stata divisa per tantissimi secoli e quindi ha subito le influenze straniere. Per questo gli abitanti italiani hanno molti cognomi diversi, alcuni rari ed altri anche molto particolari. Fare una lista dei cognomi italiani è pressochè impossibile, ma è comunque possibile elencare quelli più strani ed originali. Questa guida si propone appunto di spiegarvi i cognomi italiani più strani.

24

La definizione

Il cognome rappresenta quella parte del nominativo che individua la famiglia d'appartenenza e, in lingua italiana corretta, va scritto dopo il nome (tranne ovviamente negli elenchi telefonici). I figli nati all'interno di un matrimonio, acquisiscono il cognome del padre, ma la donna continuerà ad essere identificata ai fini legali con il proprio cognome di nascita (sia sul Codice Fiscale sia in ogni altro documento d'identità), benché sposandosi aggiunga anch'ella il cognome del marito. Pertanto, quando si tratta di un cognome strano, non è assolutamente facile cambiarlo poiché sarebbe necessario intraprendere una pratica burocratica dall'esito incerto.

34

La derivazione storica

A partire dalla caduta dell'Impero Romano, le persone venivano individuate da un unico nominativo che veniva poi declinato in vezzeggiativi in ambito familiare: spesso, essi si potevano ricondurre a caratteristiche della persona, alla provenienza oppure al padre. Nei secoli, però, la crescita demografica rendeva complicato identificare l'individuo con soltanto un nome personale. In passato, la registrazione in municipio avveniva fornendo il nome e la provenienza (quindi, si spiegava il proliferare di cognomi come "Montanaro" o "Dal Bosco"), il nominativo e un pregio o difetto (così nacquero i "Gobbo", i "Bianchi" e i "Mancino") oppure il nome ed il mestiere (così si diffusero i "Ferraro", i "Marangon" ed i "Vacca"). Se il soggetto non veniva riportato al feudo entro 12 mesi, poteva condurre libero la propria vita e creare la sua discendenza come tale.

Continua la lettura
44

La diffusione

Sicuramente, l'ispirazione maggiormente diffusa era quella riferita ai tratti somatici (infatti, in Italia, i "Rossi" sono veramente molteplici e, presumibilmente, nacquero da un incarnato rubicondo oppure dai capelli rossi). I cognomi come "Milanese", "Fiorentini" o "Napolitano" potrebbero essere stati ispirati dalla provenienza, mentre quelli come "Di Francesco" o "Di Leo" potrebbero individuare il nome del padre. L'utilizzo dei cognomi era una prerogativa delle famiglie più nobili e venne diffusa anche alle "classi operaie" verso il 1300. Prima del 1600, per evitare i matrimoni tra consanguinei, alla Chiesa fu reso obbligatorio tenere un registro dei battezzati con il nome ed il cognome.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come scegliere il nome del bambino

Ognuno di noi porta il nome che i nostri genitori hanno scelto, per vari motivi. Perché gli piaceva, perché aveva un bel suono, perché era un nome insolito ecc... Insomma i motivi sono tanti. Anche noi prima o poi dovremo compiere questa scelta quando...
Bambino

Come scegliere gli occhiali da vista per i bambini

Sono molti i bambini che necessitano di indossare gli occhiali da vista; specialmente negli ultimi periodi, lo stare sempre davanti a un computer o alla playstation non fa altro che peggiorare la vista. In giovane età, quando non se ne comprende ancora...
Bambino

Fratellino in arrivo: 10 consigli utili

La cicogna è in arrivo. 10 consigli che sono stati utili per me e mio figlio alla preparazione e all'arrivo del mio secondogenito. Nove mesi sembrano lunghi, ma le cose da fare sono tante e soprattutto preparare e spiegare al primogenito che il fratellino...
Bambino

Come scegliere il nome giusto per il tuo bambino

Scegliere il nome del proprio bambino non sempre può risultare una cosa semplice: c'è chi ha le idee chiare sin dall'inizio, scegliendo il nome sia se si tratta di un maschietto sia che si tratti di una femminuccia, oppure chi possiede l'usanza, o meglio...
Bambino

Il linguaggio dei segni con i bambini

Prima che i bambini imparino a parlare, dai 18 ai 24 mesi se si escludono le prime vocalizzazioni e le associazioni consonante-vocale, è possibile comunicare con loro tramite un linguaggio dei segni di cui negli Stati Uniti sin dagli anni Ottanta si...
Bambino

Come far superare ai bambini la paura del dottore

Molto spesso i bambini presentano una paura che si definirebbe quasi innata verso il pediatra: talvolta è solo un po' di timore, ma in alcuni casi può diventare un problema vera, emte serio per le madri. Vediamo quindi insieme, attraverso questa semplicissima...
Bambino

Come persuadere il bimbo a indossare il grembiule per l'asilo

Ancora oggi molte scuole materne esigono che i loro allievi indossino il grembiule. A molti sembrerà una regola arcaica, ma in realtà il grembiule ha le sue grosse utilità in primo luogo per le famiglie. Evita infatti la scelta quotidiana di vestiti...
Bambino

Cosa fare se un neonato batte la testa

All'interno di questa specifico articolo, andremo a occuparci di bambini. Più nello specifico, come avrete notato semplicemente leggendovi il titolo che contraddistingue questa guida, ora cercheremo di informarvi su Cosa fare se un neonato batte la testa....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.