Giochi per bambini: la scatola dei tesori

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

Nella crescita di un bambino, il periodo compreso fra i 6 mesi ed un anno e mezzo circa, è estremamente importante per la sua formazione, e con ciò si intende quella mentale. In tale periodo, noto come apertura celestiale, i bambini esplorano il mondo circostante, recependo tutti gli stimoli che gli vengono offerti: sensazioni tattili, olfattive, del gusto e sonore. Una famosa tecnica ludica di Elinor Goldshmied nota come "La scatola dei tesori", offre ai bambini la possibilità di esaurire la curiosità e la voglia di sperimentare proprio attraverso il tatto, la vista, l'udito ed il movimento; il tutto all'interno di un piccolo spazio sicuro e circoscritto in casa propria. Esso consiste in un cestino contenente all'incirca un centinaio di oggetti e giochi naturali, realizzati per mezzo di vari materiali naturali. Mosso dalla sua inesauribile curiosità, il bambino vi interagisce, sviluppando una buona dose di esperienze sensoriali differenti. Nella seguente guida vediamo come preparare la scatola dei tesori.

26

Occorrente

  • Cestino di vimini, oppure di legno, di metallo o di cartone avente lato pari ad almeno 35 cm ed alto almeno 15 cm.
  • Stoffa per foderare l'interno della scatola ed i bordi.
  • Oggetti di varia natura per forma e materiale di costituzione.
36

La preparazione del gioco può essere condotta indistintamente da uno dei due genitori, anche se è preferibile che sia preparato da entrambi, magari durante il periodo di attesa della nascita del bambino, in modo da poter variarne al meglio il contenuto. Partiamo ovviamente dal contenitore. Un cesto di vimini senza manico e rivestito di stoffa è l'ideale. Il rivestimento assolve al compito di proteggere i bambini dai pezzetti di legno che potrebbero staccarsi e con i quali potrebbero ferirsi o addirittura ingerirli. L'assenza del manico aiuta il bambino a frugarne l'interno. Se non disponete di un cestino di vimini e magari non avete intenzione di acquistarlo, potete pur sempre utilizzare una scatola qualsiasi. Preferite una scatola in legno liscio, di forma rotonda o quadrata, di lato pari ad almeno 30 centimetri ed alta circa 15 centimetri. In alternativa potete usare una scatola in metallo o cartone. In ogni caso, prendete un quadrato di stoffa di dimensioni maggiori della scatola e foderatela. L'eccesso di stoffa può essere tagliato o semplicemente ripiegato all'interno.

46

Riempite completamente la vostra scatola dei tesori di oggetti, che potrete sceglierete con cura fra la vasta scelta di seguito elencata. Gli oggetti, tutti naturali, permettono ai bambini di usare tutti i cinque sensi. Conseguenza di ciò, è preferibile non utilizzare materiali sintetici. Fra gli oggetti naturali, potete scegliere piccole conchiglie e sassolini, castagne, frutta dal guscio duro come le noci o limoni. Usate oggetti in osso o in lana, pennelli da trucco e da barba, spazzole e pon-pon. Gli oggetti in legno sono più numerosi: sonagli, scatoline, nacchere, cubi colorati, tamburi, fischietti, piccole ciotole, dadi e mestolini da cucina. Potete aggiungere ancora cucchiai di metallo, un'armonica, peluches o palline da tennis.

Continua la lettura
56

Crete infine lo spazio-giochi del bambino. La scatola dei tesori va disposta al centro di un tappeto morbido, cosparso lateralmente da cuscini, ove il bambino può sedere senza rischi. Afferrerà gli oggetti e comincerà a giocare spontaneamente, mosso dalla sua sete di curiosità. Stabilite un momento della giornata da dedicare a questa attività, preferibilmente al pomeriggio. Questo aiuterà il piccolo a ricordare le attività svolte nei vari momenti della giornata. In tutto ciò, il ruolo dell'adulto è sicuramente molto importante. Egli deve essere una presenza amorevole e costante, ma non attiva durante le fasi del gioco. Infatti, in quel momento i bambini sono liberi di scatenare la loro fantasia. La presenza adulta, seppur incoraggiante, può essere di disturbo. Il bambino condividerà spontaneamente la sua esperienza e, la presenza attenta del genitore, assicurerà il giusto sostegno emotivo. Concludendo, si consiglia vivamente di variare periodicamente il materiale della cesta per stimolare sempre più l'interesse del bambino.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Accompagnate il bambino nel momento del gioco ma senza intervenire direttamente.
  • Coinvolgete il vostro partner nella realizzazione della scatola o nel momento del gioco.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Famiglia

Come far mangiare la frutta al tuo bimbo con un gioco di prestigio

Solitamente la maggior parte dei pediatri indica, come periodo ottimo per cominciare a far assaggiare ai nostri bambini della frutta, l'età che va dai 5 ai 6 mesi. In questa eta' spesso il piccolo divora la frutta perché incuriosito da sapori nuovi....
Bambino

Come giocare con i bambini in un giorno di pioggia

Scostando le tende alle finestre vi siete accorti che piove e l'uscita al parco con i bambini è compromessa. Questo vuol dire una sola cosa: restare in casa! Dover rimanere al chiuso però, non vuol dire parcheggiare i propri figli davanti al televisore....
Bambino

5 attività da fare con un bambino di 1 anno

L'attività è importante per un bambino, prima di tutto per conoscere se stesso ed in seguito per conoscere il mondo che lo circonda. Non sono necessari giocattoli molto costosi, in quanto ogni minimo oggetto se usato bene può regalargli una grande...
Bambino

Consigli per il primo viaggio in nave del bimbo

Le prime uscite impegnative con il proprio figlio rappresentano motivo di apprensione per la maggior parte dei genitori. Ci si chiede se il bambino sia pronto, se sia giusto fargli affrontare un viaggio di una certa durata su un mezzo che non conosce,...
Bambino

Come far cicatrizzare l'ombelico del neonato

Avere un bambino è una delle gioie più grandi e destabilizzanti che ci troviamo ad affrontare nel corso della nostra vita. Pochi altri eventi riescono a scombussolare la vita come una nuova nascita. Assieme alle tante emozioni che si provano arrivano...
Bambino

Come stimolare il ruttino a un neonato

Alimentare il bambino in modo corretto è fondamentale, a partire dai primi mesi di vita. Questo farà in modo di farlo crescere in salute e lo preserverà da intolleranze e allergie. I neonati non hanno un apparato digerente completamente sviluppato,...
Bambino

Come nutrire il bambino con la poppata artificiale

Il latte migliore per i neonati è senza dubbio quello materno, che possiede tutti quanti i nutrienti e gli anticorpi necessari ad una perfetta crescita del bambino. Infatti, il latte materno apporta circa 700 calorie al litro. Ma non sempre, purtroppo...
Bambino

Come fare un album del primo anno del neonato

La nascita di un bambino rappresenta un magnifico sconvolgimento nella vita di una coppia. Anche se non è il primo figlio, ogni bimbo è unico e irripetibile. Ogni progresso e ogni sorriso rimane impresso nella mente dei genitori. La crescita del primo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.