Giochi con la palla per bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il gioco della palla ha caratterizzato anche il medioevo ed il rinascimento, dove vi erano vere e proprie partite di calcio che spesso si concludevano, come avviene non troppo diversamente dai nostri tempi, in azzuffate. Vediamo ora qualche altra curiosità su questa semplice guida giochi con la palla per bambini.

26

Occorrente

  • Una palla, qualsiasi!
36

Le intramontabile attività

Giocare con la palla rappresenta un intramontabile attività per trascorrere del tempo, dentro o fuori casa, all'insegna del divertimento e della salute. Anche nei tempi moderni, così impregnati di tecnologia, computers e smartphones, la palla riesce ancora (e fortunatamente) a trovare il suo posto nella vita dei nostri bambini. Ricordiamo di quanto il gioco con la palla sia anche il più antico: nell'antica Roma i bambini si dilettavano con biglie o palle improvvisate realizzate con terracotta o con lana e semi di girasole avvolti da cuoio, dal nome di "orpesta"; a conferma di questo abbiamo non solo ritrovamenti ma anche alcune righe dell'Odissea stessa, dove si narra di Nausicaa, la quale era solita giocare a palla con le sue ancelle. A seconda dell'età e del numero dei partecipanti è possibile scegliere il gioco più adatto. Se si è in un bel gruppo (almeno dieci elmenti), si può impiegare la palla per il gioco "la patata bollente": ci si posiziona creando una circonferenza e ci si passa a vicenda la palla per una durata di 15 secondi o fino allo stop della musica; alla scadenza, la palla divene per così dire "bollente"e chi se la ritrova in mano viene eliminato.

46

Trasporto a coppia

In caso di due soli giocatori, da non perdere è il "trasporto a coppia". In questo gioco i due bambini si posizionano uno di fronte all'altro mettendo la palla incastrata tra di loro ad altezza petto; in questa posizione dovranno raggiungere un traguardo senza far cadere il pallone e in mancanza dell' ausilio di braccia e mani, le quale saranno rigorosamente poste dietro la schiena. Niente al mondo è meglio di passare un pomeriggio nel verde a giocare in compagnia: ciò che oggi può sembrare solo divertente, domani sarà un dolce ricordo d'infanzia. Un'alternativa, sempre per bambini in gruppi numerosi, è il "passa e scappa"; in questo caso ci si posiziona a gambe larghe in tre file parallele, dove i tre capofila terranno la palla. Dato il via, ciascun giocatore dovrà far passare la palla sotto le gambe del compagno retrostante fino ad arrivare all'ultimo.

Continua la lettura
56

Ruolo motorio

Giocare con la palla ha un importante ruolo sia motorio che educativo: rafforza la muscolatura, la coordinazione motoria, e non per ultimo di importanza, insegna al giovane il rispetto delle regole, il gioco di squadra ed il modo giusto con cui vivere lo sport. Permette inoltre di potenziare e rifinire il senso dello spazio e del ritmo, giovando in particolare ai bambini con difficoltà nell'apprendimento della matematica. Il gioco con la palla, sia esso ai fini dell'esercizio o del solo divertimento, è completo: può coinvolgere gli arti superiori, inferiori o addirittura entrambi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il divertimento aumenta proporzionalmente al numero di partecipanti. Più si è meglio è!

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.