Cosa fare quando il bambino ha la varicella

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i genitori, che sono alle prese con una delle varie malattie esantematiche che possono colpire i propri figli.
Nello specifico, vogliamo far capire come e cosa fare quando il bambino ha preso la varicella. La varicella, è una malattia esantematica ed infettiva derivante dal virus denominato Varicella Zoster, (in grado di contagiare con il semplice contatto salivare). Il suo periodo d'incubazione è di circa 2 settimane, (dopo quest'arco di tempo, i sintomi tipici della varicella cominciano a manifestarsi). Questi, sono costituiti generalmente da macchie cutanee rosse (pustolose), molto fastidiose a causa del prurito incessante. Maggiormente la malattia, colpisce i bambini (ma anche gli adulti seppure in modo meno frequente), durante un determinato periodo dell'anno (da gennaio ad aprile-maggio, secondo le statistiche). Seguite questa guida per scoprire come fare quando un bambino si ammala di varicella.

26

Occorrente

  • Talco mentolato e crema idratante da acquistare in farmacia.
36

Le macchie

Le vistose macchie sulla pelle appena accennate, non sono in realtà l'unico sintomo della malattia in questione. Ai caratteristici punti rossi infatti, si accompagnano febbre e stato di malessere generale.
È bene sapere, che la varicella è contagiosa almeno fino alla comparsa delle "croste" sulle macchie rosse. Queste ultime fin dal primo momento della comparsa, ma sopratutto con il passare dei giorni, acquistano un particolare aspetto gonfio con siero chiaro al suo interno (vescicole).
Evitare assolutamente di grattare le vescicole è molto importante, per non graffiarle e aggravare così maggiormente la situazione. Nonostante il prurito sia fastidioso, è bene avvisare il bambino di non grattarsi.

46

Il rimedio

Un rimedio efficace contro il prurito, è costituito dall'uso di talco mentolato e antistaminici. Quest'ultimo, dovrà essere somministrato solo su consultazione del pediatra, evitando di prendere iniziative autonome. Un medico comunque, somministrerà generalmente antifebbrili e farmaci specifici per la varicella (da valutare in ogni singolo caso).
Oltre l'uso di talco, costituisce ottimo rimedio l'utilizzo di crema idratante e di amido di riso. Utilizzate pertanto sui bambini questi prodotti quotidianamente ma senza eccedere, evitando di sfregare e graffiare le vescicole.

Continua la lettura
56

La durata

La malattia generalmente, ha una durata di circa dieci-quindici giorni (con complicazioni in casi molto rari). Durante il periodo comunque, si consiglia di tenere il più possibile a riposo il bambino, isolandolo ovviamente dagli ambienti pubblici (in considerazione della facilità di contagio anche attraverso semplici goccioline derivanti da starnuti o tosse).

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Consultare il pediatra evitando di prendere iniziative autonome.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Consigli per la dermatite atopica nel bambino

I bambini, si sa, capita che siano spesso sottoposti a fastidiose problematiche, come ad esempio i virus, legate principalmente al solo fatto di essere a contatto con altri bimbi.Una delle tipologie di fastidi piuttosto comuni a cui i piccoli possono...
Bambino

Come curare i vermi nei bambini

I vermi dei bambini, che vengono chiamati scientificamente ossiuri, sono parassiti facilmente trasmettibili quando si frequentano scuole, ma si possono contrarre anche in ambienti frequentati da altre persone e colpiscono anche gli adulti. Non sono indice...
Bambino

Come calmare singhiozzo nei neonati

Tutti sanno che i bambini hanno bisogno di molte cure ed attenzioni per vivere bene ed in salute. Quando si tratta però di bambini appena nati bisogna stare sicuramente ancora più attenti in quanto ogni piccolo problema potrebbe nascondere qualcosa...
Bambino

Come capire se il neonato non digerisce il latte

Tutte le neomamme cercano di capire se il loro piccolo digerisce o meno il latte, molte si preoccupano se il neonato dopo la poppata non fa il ruttino, oppure se rigurgita o addirittura si allarmano se notano che è un po' agitato o ha il singhiozzo....
Bambino

Come aiutare un figlio dislessico

La dislessia è un disturbo specifico nell'apprendimento che si riscontra solamente nell'ambito scolastico, non è una malattia perché i bambini dislessici hanno normali funzioni delle aree intellettive. Si tratta solo di un semplice disturbo nella capacità...
Bambino

Come gestire un bambino che piange dal dottore

Lattanti e bambini più o meno grandi possono piangere per svariati motivi. Il pianto, infatti, è uno dei primi mezzi di comunicazione che un bambino adotta per comunicare con il mondo circostante. I bambini, soprattutto i più piccoli, sanno bene, infatti,...
Bambino

Come riconoscere la scoliosi nei bambini

La scoliosi è una deformazione della colonna vertebrale che colpisce soprattutto i bambini intorno ai 10-15 anni e quindi è consigliabile riconoscere la sua presenza nel minor tempo possibile. Questa malattia viene spesso associata alle errate posture...
Bambino

Come intrattenere un bambino malato

I bambini si ammalano spesso, questo è un concetto che ogni genitore o persona adulta che entra a stretto contatto con i più piccoli impara subito. Ciò è dovuto essenzialmente ad un sistema immunitario ancora immaturo, ed è proprio attraverso l'incontro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.