Come vestire un neonato: rapporto caldo freddo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

All'interno della presente guida, andremo a occuparci di neonati. Nello specifico, come avete già avuto l'opportunità di cogliere attraverso la lettura del titolo della stessa, ci concentreremo su Come Vestire Un Neonato: Rapporto Caldo Freddo. Esso è un aspetto decisamente importante per il piccolo, per questo è fondamentale sapere come vestire il bambino, riuscendo a trovare l'equilibrio giusto tra quantità di vestiti e rapporto caldo freddo. Poiché il sistema termoregolatore di un bimbo appena nato non è ancora perfettamente in grado di autogestirsi. Ecco perché un infante va protetto dagli sbalzi di temperatura più di un bambino già grande, poiché, anche se è in grado di produrre calore, non è ancora in grado di mantenerlo a lungo. Ma, a maggior ragione, coprirlo troppo è comunque sbagliato perché così come un bimbo non può difendersi dal freddo, anche l'eccessivo caldo può rappresentare un problema per il neonato che non riesce a far evaporare il sudore.

26

Occorrente

  • indumenti leggeri e a strati
  • cappello di cotone e/o di lana
36

Come abbiamo appena scoperto all'interno del passo d'introduzione di questa breve guida, andremo a concentrarci su come si debba vestire un neonato, con specifica attenzione al rapporto tra il caldo e il freddo. L'eccesso sia di caldo e sia di freddo, possono portare a problematiche pericolose per la nostra salute, figuriamoci per le difese di un neonato. L'ideale sarebbe vestire il neonato con i classici "strati" in modo che con il variare della temperatura in un ambiente si possano con facilità togliere o aggiungere gli indumenti per mantenere il suo termometro costante. Tieni sempre presente che in casa non sono mai consigliabili plaid o abiti particolarmente isolanti, poiché questi non permettono la dispersione del calore e creerebbero un effetto forno al loro interno.

46

Fai particolare attenzione alla testa del tuo bambino che, essendo molto grande rispetto al corpo, assorbe la maggior parte del calore o del freddo. In più, essendo anche protetta da una capigliatura ancora incerta e rada, va tenuta d'occhio con più cura. Se credi, quindi, che ci sia troppo fresco coprila per prima con un cappello adeguato. Nella stagione invernale, il cappello dovrà essere di lana, mentre d'estate esso dovrà essere di cotone, in modo che possa proteggerlo dal sole, senza accaldarlo eccessivamente. Dentro casa, non copritegli la testa, in modo che non esista possibilità di avere sbalzi di temperatura, che potrebbero essere dannosi per l'autodifesa immunitaria.

Continua la lettura
56

Il momento della nanna è quello in cui il bambino è più sensibile alla temperatura. Quando dorme è più soggetto a sentire il freddo o il caldo, quindi tieni presente che se in una stanza c'è aria fresca, per lui diventerà fredda, mentre se nell'aria c'è calore, per lui potrebbe essere ancora peggio. Quindi appena si addormenta ricordati di coprirlo o scoprirlo prima che il suo corpo si raffreddi o si riscaldi troppo. Anche il momento di uscire è piuttosto delicato. Quando stai varcando la soglia di casa fai attenzione che non ci sia vento o troppo sole. Specie nelle prime settimane di vita del bimbo, è fondamentale prestare attenzione a queste due condizioni che agirebbero come uno shock sul suo equilibrio.
In ultima analisi, vi vorrei consigliare la lettura di altri articoli, che sviluppano la medesima tematica che abbiamo toccato all'interno di questi tre passi della nostra guida. Avrete l'opportunità di confrontare più informazioni, e crearvi un'idea della tematica più oggettiva possibile. Eccovi un link molto interessante: http://www.nostrofiglio.it/neonato/cura-e-salute/labbigliamento-del-neonato.
Spero che questa guida su Come Vestire Un Neonato: Rapporto Caldo Freddo possa esservi utile.

66

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come vestire il neonato in estate

Quando arriva il caldo, tutti cerchiamo di affrontarlo meglio vestendoci in maniera adeguata. Lo stesso discorso vale anche per i neonati, infatti una delle domande più frequenti che si pongono le neomamme è: "come vestire un neonato durante l'estate?"....
Bambino

Come vestire un neonato quando fa caldo

Quando si è genitori, soprattutto per la prima volta, sono tantissime le preoccupazioni che assalgono i neo genitori. Una tra le domande più comuni che spesso ci si pone risulta essere esattamente quella di come vestire il neonato in caso di freddo...
Bambino

Motivi per cui un neonato piange

Poiché tutti i bambini non hanno ancora l'uso della parola, l'unico metodo di comunicazione che ha un neonato per farsi capire dai genitori o da chi gli sta intorno è il pianto. Ogni qual volta che sente il bisogno di comunicare qualcosa infatti l'unico...
Bambino

Come preparare il corredino per il neonato

Prima ancora che il bimbo possa nascere, si sogna e si fantastica ad occhi aperti su come saranno i momenti che vivrete insieme. Tra le cose meravigliose che fanno essere felice la futura mamma, è presente anche il corredino fatidico che, potrà sembrare...
Bambino

Come organizzare l'armadio del neonato

Organizzare l'armadio di un neonato è forse una delle cose più divertenti per una mamma. Soprattutto se si è alla prima esperienza, all'inizio può sembrare un'impresa difficile. In realtà, come in tutte le cose, basta solo un po' di organizzazione....
Bambino

Come preparare la camera per il neonato

È nato! È nato il tuo bambino. Ti guarda con quegli occhietti e già non vedi l'ora di tornare a casa con lui, per dargli tutto l'amore che merita. Durante la gravidanza hai immaginato il momento del ritorno con il tuo piccolo. Ci hai pensato bene?...
Bambino

5 modi per coccolare il neonato

Il contatto fisico per un neonato è estremamente importante e non bisogna pensare che un bambino appena nato voglia stare sempre in braccio semplicemente per un suo capriccio. Del resto, dopo nove mesi trascorsi nel grembo materno è normale che abbia...
Bambino

Come relazionarsi con un neonato

Dopo nove mesi di attesa, finalmente è arrivato il momento della nascita di vostro figlio e tante sono le emozioni che suscita. Da una parte c'è gioia, sollievo e stupore nei confronti di una nuova vita che viene alla luce, dall'altra però si può...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.