Come tranquillizzare un bambino che piange

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Quando si ha a che fare con un bambino piccolo, molti genitori vanno in crisi quando lo sentono piangere, perché non sanno come comportarsi o calmare il loro piccolino. Di solito quando si tratta di un neonato, è difficile capire cosa provochi tale disagio, ma sicuramente ci sarà un motivo e lui riesce a comunicarlo solo con il pianto. In questa guida spiegherò come tranquillizzare un bambino che piange e rendere i genitori più sereni per affrontare tale problema.

25

Massaggiare il pancino

Molto spesso un neonato piange quando ha fame o è irrequieto per via del sonno. Se ha appena mangiato, potrebbe darsi che i suoi strilli siano dovuti all'aria che si è creata nel suo pancino infatti i neonati soffrono sovente di aereofagia e quando puntano le gambe e piangono irrefrenabilmente, è proprio questo inconveniente la causa del loro pianto convulso. Mettilo in posizione prona facendo in modo che il suo capo posi delicatamente sul proprio braccio sinistro e massaggiagli la pancia, con movimenti rotatori della mano. In questo modo, il piccolo dovrebbe espellere tutta l'aria e tranquillizzarsi.

35

Ascoltare la musica

Se il bimbo è più grandicello sicuramente saprà indicarti cosa lo rende nervoso. Se ama la musica o i cartoni animati, accendere il televisore e restando un po' con lui sicuramente lo tranquillizzerà. Se invece il bimbo si addormenta con il dondolio dell'auto, si potrà provare a fare il giro dell'isolato. Occorre non perdere mai la calma perché il bimbo avverte il timore e la preoccupazione. Anche agli adulti può capitare di essere nervosi e forse il piccolo, è solo stressato o troppo stanco e si dovrà impiegare tutta la pazienza che si possiede anche se il compito si presenta arduo e difficoltoso.

Continua la lettura
45

Preparare un bagnetto

Il pianto è lo strumento che il bambino utilizza per far capire il suo disagio, quindi finché non si capirà cosa lo renda nervoso e irrequieto continuerà a piangere. In questo caso prendere il piccolo e metterlo nella sua culla o lettino, togliere il pannolino e lasciare che sgambetti liberamente, mettere in funzione il gioco delle api e lasciare che si tranquillizzi con il suono del suo giocattolo preferito. Preparare una camomilla potrebbe essere un buon sistema, ma anche cantare una ninna nanna lo renderà più sereno; molte volte la voce della mamma compie miracoli. Se il bimbo riesce a calmarsi, fare un bagnetto rilassante e permettendogli di restare un po' di più del solito, l'acqua tiepida lo renderà molto più tranquillo e si addormenterà molto più facilmente.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non urlare mai, ma parla con dolcezza

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Metodi per placare il pianto isterico del bimbo

il pianto è l'unico strumento a disposizione che un neonato ha per poter comunicare con i suoi genitori. Ogni volta che necessita di qualcosa il bambino piange per segnalare che non sta bene oppure per far capire a chi gli sta intorno che ha bisogno...
Bambino

Come calmare un bimbo che piange

Ciò che contraddistingue un buon genitore e la sua presunta bontà nel saper crescere i propri figli è sopratutto la capacità di comprendere questi ultimi e i segnali che mandano in modo tacito durante le diverse fasi della loro crescita, fino alla...
Bambino

Come calmare un neonato che piange

Avere a che fare con un neonato è una delle gioie più grandi che una mamma possa desiderare di provare, anche perché si tratta di un periodo relativamente breve. Molto spesso, però, questa felicità si può trasformare in un incubo anche per i genitori...
Bambino

Metodi efficaci per calmare un bimbo che piange

I neonati sono sempre una grande gioia per tutti, coccolarli e farli sentire protetti è la priorità per tutte le mamme del mondo, ma cosa fare per calmare il bambino che non ne vuole sapere di smettere di piangere? Le cause per il quale il piccolo piange...
Bambino

5 trucchi per calmare il neonato che piange spesso

Ogni neonato è diverso dall'altro. C'è il bimbo che non piange quasi mai, e quello che, invece, lo fa spesso! Ciò che accomuna tutti, però, è lo scopo del pianto, ovvero: comunicare. Il neonato, infatti, non ha altro modo per far capire che qualcosa...
Bambino

Come consolare un bambino che piange

Il pianto è un'espressione naturale adottata da ogni essere vivente tramite il quale si riesce ad esprimere determinate sensazioni. Per il bambino, soprattutto durante i primi mesi di vita, rappresenta l'unico modo per esternare un malessere. Infatti,...
Bambino

10 modi per consolare un bambino che piange

Il bambino, in genere, non conosce molti mezzi espressivi, specialmente se neonato e incapace di comunicare a parole. Pertanto, un veicolo di comunicazione efficace è rappresentato dal pianto, con cui il bambino tenta di far comprendere i propri bisogni,...
Bambino

Come comportarsi quando un neonato piange

Piccoli, indifesi e teneramente meravigliosi! Eppure i piccoli appena nati non sono solamente dei teneri "cuccioli" d'uomo da vezzeggiare, ma hanno specifiche necessità che vanno rispettate. Il pianto nei neonati è il primissimo contatto utilizzato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.