Come tenere in braccio i bambini senza viziarli troppo

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Quando i bambini nascono, i genitori credono che tenerli continuamente in braccio è il metodo più giusto. Tanto è vero che in questo modo si sentono più sicuri. Tuttavia ci sono momenti in cui è strettamente necessario coccolarli! Ma l'ideale è quello di abituarli a mantenere il distacco. Infatti, se una mamma abitua il suo bambino a tenerlo continuamente in braccio con il tempo si manifesterà questa suo vizio. Pertanto a volte si ci trova a doverli tenere in braccio spesso. La maniera per tenerli in braccio senza viziarli troppo esiste. Ma bisogna applicare delle soluzioni adeguate. Nella seguente guida spiego come tenere in braccio i bambini senza viziarli troppo.

27

Occorrente

  • Astuzia
  • Pazienza
  • Buon senso
37

L'età dove i bambini tendono a volere stare in braccio intercorre tra i dodici mesi ai tre anni. Un periodo in cui sentono il bisogno di stare a stretto contatto con i genitori. A volte per paura, ma nella maggior parte dei casi perché è diventato un vizio. La prima cosa da fare quindi è quella di capire i loro veri bisogni. Cercando di accontentarli con parsimonia.

47

Fin dall'inizio bisogna evitare di rispondere ai richiami del bambino in modo stereotipato. Anziché prenderlo sempre in braccio si può, ad esempio, accarezzarlo o rassicurarlo con la voce. Se il bimbo è troppo insistente non bisogna mostrarsi insofferenti. Bensì cercare di comprendere altrimenti il bambino diventerà sempre più caparbio. Se il piccolo appare spaventato non esitare a prenderlo in braccio. A questo proposito il rimedio giusto è quello di dargli coraggio e conforto. Cerca di far comprendere a tuo figlio i momenti in cui non puoi prenderlo. Questo lo aiuterà a diventare più sicuro ed autonomo.

Continua la lettura
57

Se il bambino è grandicello cerca di fargli capire che i bimbi più grandi non stanno in braccio a mamma e papà. Puoi anche fare l'esempio con bimbi più grandi che il tuo piccolo conosce. Puoi anche dirgli ad esempio, che non puoi prenderlo in braccio quando sei al telefono o quando hai le mani bagnate. In due circostanze almeno è assolutamente da evitare di prenderlo in braccio. L'altra circostanza si ripete quando la richiesta viene dettata dalla pigrizia. In questo caso ponigli dei limiti, facendogli capire quando è possibile! Digli ad esempio di arrivare "fino alla macchina rossa" o "fino al bimbo con il passeggino". In modo modo che il bambino imparerà a prefiggersi degli obiettivi.

67

Ultimo consiglio ma assolutamente il più prezioso, non ascoltare le opinioni di parenti ed amici. Ogni bambino è unico e se un metodo funziona con un bambino non significa che andrà bene con tutti. Di solito una madre sa sempre cosa è meglio per il suo bambino. Quindi in certi momenti puoi farlo con tranquillità. Ecco come tenere in braccio i bambini senza viziarli troppo.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ascoltare i bambini è un ottimo metodo per capire i loro bisogni
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Metodi per placare il pianto isterico del bimbo

il pianto è l'unico strumento a disposizione che un neonato ha per poter comunicare con i suoi genitori. Ogni volta che necessita di qualcosa il bambino piange per segnalare che non sta bene oppure per far capire a chi gli sta intorno che ha bisogno...
Bambino

Come far smettere di piangere un bambino

I bambini finché non imparano ad esprimersi attraverso il linguaggio, manifestano le loro necessità attraverso il pianto; fino a circa 18 mesi è l'unico mezzo che hanno per comunicare. Alcune volte, piangono perché si sentono soli e vogliono essere...
Bambino

Asilo nido: come gestire il distacco dalla mamma

Come nel regno animale anche per noi umani arriva il momento in cui dobbiamo distaccarci dall'amore materno. Il primo passo viene effettuato quando il bimbo inizia l'asilo nido. Infatti dopo le coccole e l'amore materno il bambino, andando all'asilo nido,...
Bambino

Come coccolare un bimbo dopo la poppata

Essere mamma costituisce senza dubbio una delle esperienze più in assoluto che una donna può vivere. I bambini però necessitano di numerose cure ed attenzioni per poter stare in salute e in totale benessere. Durante i primi mesi di vita il bambino...
Bambino

Come insegnare al bimbo a non fare più la pipì a letto

A volte potrebbe capitare, che quando il nostro bimbo è più nervoso del solito, oppure quando beve troppa acqua, che durante la notte faccia la pip' a letto. Sicuramente si tratta di un contrattempo abbastanza seccante, ma dietro questa semplice azione,...
Bambino

Come abituare un bimbo ad addormentarsi da solo

Molti genitori trascorrono notti insonni quando per le prime volte tentano di far addormentare il proprio figlio nella sua stanzetta, cercando di farlo abituare a dormire da solo ma invano. La maggior parte delle volte il bambino esaspera i propri genitori...
Bambino

Come abituare un bambino a dormire da solo

La nascita di un bambino all'interno di una coppia porta con se molta felicità e amore. Sfortunatamente non sono tutte rose e fiori. Crescere ed educare un bambino sono compiti di grande responsabilità, che necessitano di grande impegno. Svegliarsi...
Bambino

Come affrontare i risvegli notturni

Nei primi mesi di vita tutti i bambini sono soggetti a frequenti passaggi tra le fasi di sonno leggero e di sonno pesante. Questa situazione può provocare una diminuzione della qualità del sonno, con possibili manifestazioni di pianto o momenti di lamento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.