Come svezzare un neonato

Difficoltà: facile
Come svezzare un neonato
pianetamamma.it
17

Introduzione

Nella vita del bambino, lo svezzamento assume fondamentale importanza, da un punto di vista nutrizionale, psico-emotivo e sensoriale. Si tratta, infatti, di passare da un'alimentazione esclusivamente lattea alla sperimentazione di inedite sensazioni olfattive e gustative, nonché all'acquisizione di nuove attitudini e modalità diverse dalla suzione. Intorno al sesto mese di vita, si fa strada nel bambino l'esigenza, legata al progressivo aumento del fabbisogno energetico, di integrare la propria dieta con altri alimenti diversi dal latte. Il bimbo, in quella che è stata definita alimentazione complementare, si troverà, insomma, a gestire la deglutizione di alimenti densi. Nella presente guida, verranno indicati dei pratici suggerimenti su come svezzare un neonato, aprendo le porte all'acquisizione dell'autonomia e a un ottimale sviluppo psicomotorio.

27

Va precisato che il percorso che condurrà ad un'alimentazione diversificata è lento e graduale. Dovrete armarvi di una buona dose di pazienza, poiché il vostro bimbo potrebbe mostrare un certo grado di diffidenza di fronte a un alimento mai ingerito prima, prediligendo, come alimento esclusivo, il latte dolce e rassicurante. Se dovesse manifestare delle ostilità dinanzi ad uno specifico alimento, non insistete ma provate nei giorni successivi. Lasciate che il bimbo prenda familiarità con il nuovo alimento, magari consentendogli di immergervi le mani e di impiastricciarsi.

37

Dovrete proporre una dieta bilanciata che comprenda proteine, vitamine, sali minerali, zuccheri e grassi, un'alimentazione quindi che possa garantire al vostro piccolo gli apporti nutritivi necessari. In tale impresa potrete avvalervi dei numerosi prodotti specifici presenti in commercio, impegnandovi nel reperimento e nella selezione di quelli qualitativamente adeguati. Ricordate di somministrare piccole porzioni e di non aggiungere sale al fine di rendere più appetibili gli alimenti. Il bambino abituato alla dolcezza del latte, farà fatica a gradire nell'immediato una certa sapidità.

47

Guarda il video

57

La base della prima pappa è il brodo vegetale. Preparatelo mettendo in un pentolino dell'acqua e aggiungendo patate e carote come prime verdure. Con il passare del tempo aggiungete zucchine, fagiolini e via dicendo, rispettando la stagionalità degli ingredienti. Evitate verdure dal sapore amaro o poco gradevole come cipolle e cavoli. Introducete pomodori e legumi non prima del nono mese a causa delle eccessive fibre e della probabilità di allergie.

67

Per quanto riguarda la pappa, la prima da poter introdurre è certamente quella di riso perché ha meno possibilità di allergia ed è la più digeribile. Gradualmente aggiungete l'omogeneizzato di carne, iniziando con quello di tacchino e passando poi al vitello e al manzo. Completate il tutto con un filo di olio extravergine d'oliva. Dopo la pappa potete dare al vostro bimbo della frutta. Iniziate con la mela o la pera. Scegliete frutti maturi, lavateli per bene e grattugiateli. Vedrete che gradirà molto.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per agevolare lo svezzamento, provate a dare al bimbo del latte per saziarlo un po' prima di procedere con la pappa.
  • Attenetevi scrupolosamente alle prescrizioni del pediatra.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità delle nostre guide