Come svezzare un neonato

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Nella vita del bambino, lo svezzamento assume fondamentale importanza, da un punto di vista nutrizionale, psico-emotivo e sensoriale. Si tratta, infatti, di passare da un'alimentazione esclusivamente lattea alla sperimentazione di inedite sensazioni olfattive e gustative, nonché all'acquisizione di nuove attitudini e modalità diverse dalla suzione. Intorno al sesto mese di vita, si fa strada nel bambino l'esigenza, legata al progressivo aumento del fabbisogno energetico, di integrare la propria dieta con altri alimenti diversi dal latte. Il bimbo, in quella che è stata definita alimentazione complementare, si troverà, insomma, a gestire la deglutizione di alimenti densi. Nella presente guida, verranno indicati dei pratici suggerimenti su come svezzare un neonato, aprendo le porte all'acquisizione dell'autonomia e a un ottimale sviluppo psicomotorio.

27

Va precisato che il percorso che condurrà ad un'alimentazione diversificata è lento e graduale. Dovrete armarvi di una buona dose di pazienza, poiché il vostro bimbo potrebbe mostrare un certo grado di diffidenza di fronte a un alimento mai ingerito prima, prediligendo, come alimento esclusivo, il latte dolce e rassicurante. Se dovesse manifestare delle ostilità dinanzi ad uno specifico alimento, non insistete ma provate nei giorni successivi. Lasciate che il bimbo prenda familiarità con il nuovo alimento, magari consentendogli di immergervi le mani e di impiastricciarsi.

37

Dovrete proporre una dieta bilanciata che comprenda proteine, vitamine, sali minerali, zuccheri e grassi, un'alimentazione quindi che possa garantire al vostro piccolo gli apporti nutritivi necessari. In tale impresa potrete avvalervi dei numerosi prodotti specifici presenti in commercio, impegnandovi nel reperimento e nella selezione di quelli qualitativamente adeguati. Ricordate di somministrare piccole porzioni e di non aggiungere sale al fine di rendere più appetibili gli alimenti. Il bambino abituato alla dolcezza del latte, farà fatica a gradire nell'immediato una certa sapidità.

47

Guarda il video

Continua la lettura
57

La base della prima pappa è il brodo vegetale. Preparatelo mettendo in un pentolino dell'acqua e aggiungendo patate e carote come prime verdure. Con il passare del tempo aggiungete zucchine, fagiolini e via dicendo, rispettando la stagionalità degli ingredienti. Evitate verdure dal sapore amaro o poco gradevole come cipolle e cavoli. Introducete pomodori e legumi non prima del nono mese a causa delle eccessive fibre e della probabilità di allergie.

67

Per quanto riguarda la pappa, la prima da poter introdurre è certamente quella di riso perché ha meno possibilità di allergia ed è la più digeribile. Gradualmente aggiungete l'omogeneizzato di carne, iniziando con quello di tacchino e passando poi al vitello e al manzo. Completate il tutto con un filo di olio extravergine d'oliva. Dopo la pappa potete dare al vostro bimbo della frutta. Iniziate con la mela o la pera. Scegliete frutti maturi, lavateli per bene e grattugiateli. Vedrete che gradirà molto.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per agevolare lo svezzamento, provate a dare al bimbo del latte per saziarlo un po' prima di procedere con la pappa.
  • Attenetevi scrupolosamente alle prescrizioni del pediatra.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Svezzamento: gli errori da evitare

Lo svezzamento è un periodo molto delicato, in quanto il bambino passa da un'alimentazione prevalentemente lattea ad una alimentazione mista, nella quale sono aggiunti ...
Bambino

5 errori da non fare al momento della pappa

Lo svezzamento rappresenta sempre una novità sia per il bambino che per la mamma, poiché il piccolo deve passare dall'alimentazione totalmente lattea all'assunzione ...
Bambino

Svezzamento: come introdurre la pappa serale

L'arrivo di un neonato è fonte di gioia e felicità in ogni famiglia. Insieme a questi sentimenti si accompagna anche un po' di ansia ...
Bambino

10 consigli per uno svezzamento sereno

Lo svezzamento del neonato può iniziare già verso il quinto mese di vita. In genere, il periodo ideale per introdurre la nuova alimentazione è compreso ...
Bambino

Tutto sullo svezzamento

Secondo il parere del pediatra, generalmente all'età di cinque mesi, il bambino affronta le prime fasi che riguardano lo svezzamento. Ciò non significa che ...
Bambino

Ricette per lo svezzamento vegano

Quello della salute è un problema che sta riguardando sempre più persone. Ormai moltissime persone sono passati ad un'alimentazione a base di verdure e ...
Bambino

Svezzamento: quando introdurre il pomodoro

Il pomodoro, come tutte le verdure, è un elemento davvero importante per una corretta alimentazione del bambino, poiché contiene numerose sostanze indispensabili ad un sano ...
Bambino

Come pianificare le poppate

Esiste un preciso istante in cui realizzi d'essere diventata mamma di una piccola meraviglia. Il primo momento in cui il tuo bambino ti viene ...
Bambino

Svezzamento vegetariano: come procedere

Per chi sceglie di svolgere una dieta vegetariana tende a farla svolgere anche ai componenti del nucleo familiare. È chiaro che quando si tratta dei ...
Bambino

Come portare la pappa in viaggio

Con la crescita il bambino acquisisce nuove capacità digestive, aumentando i suoi fabbisogni nutritivi: la sua dieta diventa necessariamente sempre più ampia e completa. Quando ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.