Come stimolare l'appetito nel bambino

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
16

Introduzione

In questo tutorial di oggi vi proponiamo un argomento sui bambini e più precisamente come stimolare l'appetito nel bambino. Dovrete fargli un'alimentazione che dovrà essere varia ed equilibrata, in modo da garantire l'apporto giusto di sostanze nutritive, facendolo crescere in modo sano. I genitori dovranno trovare l'equilibrio giusto, nella preparazione dei pasti, tra quello che piace al bambino, e quello che è bene che mangi. Continuate la lettura ed imparerete molte cose. Buona lettura!

26

Occorrente

  • cucchiaino atossico, verdure miste, olio extravergine di oliva, parmigiano
36

Durante lo svezzamento del bambino, un problema che capita spesso è quello proprio della mancanza di appetito. Tale fenomeno dovrà essere stimolato dai genitori. Dovrete creare soprattutto subito un'atmosfera tranquilla di gioco, facendogli vivere questo momento del pranzo come un divertimento e non come una forzatura, e quindi come un bel momento. Vi consigliamo di usare stoviglie e piatti disegnati e colorati, fatti con apposito materiale atossico, e che non si rompono se poi dovessero cadere in terra. Dovrete far toccare al bambino il piatto stesso e fate anche prendere a lui il cibo stesso da solo. Fate pezzetti sempre molto piccoli di quello che gli offrite, in questo modo lo faciliterete nella masticare. Cercate anche di inventare nuovi giochi come il classico trenino ed aeroplanino, o magari anche con qualche canzoncina divertente che gli piace.

46

Se non vuole mangiare, non lo dovrete assolutamente forzare arrabbiandovi. Proponeteglielo diverse volte ma sempre con molta tranquillità. Se vedete che non gli piace provate a rendendolo un po' più gradevole, oppure nascondetelo con altro cibo mescolando il tutto. Un classico esempio è quello della verdura: i bambini spesso non amano la verdura, allora una valida soluzione è quella di frullarla, oppure di creare una specie di crema, da utilizzare come condimento per la pasta o la carne. Se avete problemi a fargli mangiare la frutta, un’ottima simpatica è quella di creare dei disegni nel piatto, come una macchinina oppure una faccina, o diversamente formando degli spiedini.

Continua la lettura
56

Vi proponiamo in quest'ultimo passo due ricette utili e semplici, affinché il pranzo del vostro piccolo risulti appetitoso e possa così stimolare il suo appetito.
La prima ricetta è quella della "crema di orzo e lenticchie". Come ingredienti per il brodo vegetale vi servirà: una carota, un cucchiaio di lenticchie secche ed un pezzetto di sedato bianco. Per la pappa invece vi servirà una tazza di brodo vegetale, 2/3 cucchiai di crema di orzo, tutta la verdura frullata, una tazza di brodo vegetale, un cucchiaino di olio extravergine di oliva ed un cucchiaio di parmigiano.
Ora vi spieghiamo il procedimento per fare la vostra crema di lenticchie. Lasciate a bagno le lenticchie per un'ora minimo. Scolatele e preparate il brodo vegetale. Versate il quantitativo di brodo che vi abbiamo consigliato dentro una pentola, stemperatevi a pioggia la crema di orzo e fate cuocere per 5/6 minuti. Ora aggiungete alla pappa la verdura frullata, mescolate gli ingredienti e condite con l'olio e il parmigiano.

Una seconda ricetta è la "zuppa di verdura con parmigiano". Gli ingredienti sono: 4 cucchiai di piselli sgranati, 1 patata, mezzo finocchio, 1 cucchiaio abbondante di parmigiano e 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva. Infine il suo procedimento consiste nel far bollire l'acqua, versate le verdure e fatele cuocere per circa mezz'ora. Ora dovrete scolare, frullare e versare in un piatto. Condite infine la vostra zuppa con l'olio ed il parmigiano.
Buon appetito ai vostri campioni!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Armarsi di tanta pazienza, soprattutto durante i primi giorni.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come stimolare la curiosità del bambino

In questo articolo vi spiegherò come stimolare la curiosità del bambino. La curiosità è presente nel bambino già dalla prima infanzia, e la curiosità è il motore che muove tutte le scoperte e le esperienze. Stimolare la curiosità del bambino si...
Bambino

5 consigli per stimolare il linguaggio dei bambini

All'interno della presente guida andremo a dedicarci ai bambini. Lo faremo, nello specifico, occupandoci del linguaggio dei bambini. Come avrete già letto nel titolo della guida, andremo a dispensare 5 diversi consiglio per riuscire ad andare a stimolare...
Bambino

Come stimolare un neonato pigro

L'allattamento al seno di un piccolo neonato è, di certo, una bellissima esperienza per una giovane mamma. Allattare un bambino è una perfetta occasione di intesa, magica ed irripetibile, tra il neonato e la sua preziosa mamma. Alcuni neonati, però,...
Bambino

Come stimolare un bambino pigro

I bambini non sono tutti uguali: ognuno di loro ha una personalità molto differente e sta ai genitori cercare di capire il figlio mettendo in risalto i suoi lati migliori e minimizzando tutte quelle che possono essere le sue debolezze, in modo da accrescere...
Bambino

5 consigli per stimolare olfatto e gusto nei bambini

L'olfatto e il gusto sono due dei cinque sensi che camminano in coppia. Non è facile separarli specialmente quando si è di fronte ad una bella torta profumata. In questo caso infatti si mette in moto prima l'olfatto, che acquisendo l'odore della torta...
Famiglia

Giochi bebè: 5 attività per stimolare lo sviluppo psicofisico

I primi mesi di vita del piccolo sono scanditi da scoperte, traguardi e nuove acquisizioni che i genitori devono incoraggiare predisponendo opportune attività, così da dare enfasi e stimolare le sue abilità motorie e coordinative insieme alle competenze...
Bambino

Come stimolare il ruttino a un neonato

Impartire una buona alimentazione al bambino già dai primi mesi di vita è fondamentale, in quanto lo farà crescere in salute e lo preserverà da intolleranze e allergie. I neonati non hanno un apparato digerente completamente sviluppato, per cui nei...
Bambino

Come stimolare l’appetito dei figli

I bambini, si sa, tendono a essere più restii a mangiare alcuni tipi di cibi, soprattutto le verdure, e la loro scelta alimentare è orientata solo su determinate pietanze. Spesso infatti bisogna insistere molto per fargli anche solo assaggiare un nuovo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.