Come spiegare la forza di gravità ai bambini

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ogni oggetto nell'universo che ha una massa, esercita una forza di attrazione gravitazionale su ogni altro tipo di massa. La dimensione del tiro dipende dalle masse degli oggetti. Si può esercitare una forza gravitazionale sulle persone, dal momento che le persone non sono molto massicce. Per quanto guarda davvero le grandi masse, come la Terra e la Luna, l'attrazione gravitazionale diventa molto impressionante. La forza gravitazionale tra la Terra e le molecole di gas nell'atmosfera è sufficiente a contenere l'ambiente intorno alla superficie circostante. I pianeti più piccoli, che hanno meno di massa, non possono essere in grado di tenere l'atmosfera. Ovviamente, la gravità è molto importante sulla Terra. L'attrazione gravitazionale del Sole mantiene il nostro pianeta in orbita attorno al Sole. Il movimento della Luna è influenzato dalla gravità del Sole e della Terra. I bambini conoscono pienamente gli effetti che ha la gravità, perciò sanno che quando devono fare un salto non devono salire troppo in alto, altrimenti si faranno male. Molti bambini si rassegnano semplicemente all'idea che "le cose cadono per terra" e il nostro compito è quello di spiegare loro l perché. Ecco come spiegare la forza di gravità ai bambini.

26

Occorrente

  • Un lenzuolo
  • Due arance belle massicce
  • Delle biglie
  • Delle perline per collane o braccialetti
36

Iniziate a parlare ricordandovi di ripetere più volte i soggetti e utilizzando un linguaggio elementare. Non usate tanti congiuntivi, specialmente se i bambini sono piuttosto piccoli; spiegate loro, che la gravità presenta degli effetti che si vedono bene solo quando un oggetto è molto più grande e pesante dell'altro e sono abbastanza vicini tra loro.

46

Fatevi aiutare dai bambini a costruire il vostro campo di simulazione. Spostate i banchi e ponete quattro di essi ai vertici di un quadrato o di rettangolo immaginario (in base alla forma del lenzuolo). Stendete il lenzuolo sopra dei banchi e tenetelo fermo utilizzando, per esempio, qualche libro scolastico. Se non siete a scuola potete utilizzare delle sedie al posto dei banchi, il meccanismo è lo stesso.

Continua la lettura
56

Ponete un'arancia più o meno al centro del lenzuolo e dite che essa rappresenta la Terra. Prendete delle perline e fatele cadere sull'arancia più velocemente delle biglie, spiegate inoltre, che mettendo due arance non troppo vicine tra loro, tendono a restare nella loro posizione o al massimo avvicinarsi molto lentamente.

66

In sostanza un'arancia rappresenta un pianeta, una biglia rappresenta un corpo massiccio che proviene dallo spazio (come un meteorite) e una perlina rappresenta una persona, un animale, un'auto, ecc... In tal modo i bambini capiranno cos'è e come funziona la gravità.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

Come capire i bisogni di un neonato

I primi mesi del neonato sono i più difficili da affrontare. Ovviamente non occorre allettarsi ma cercare di capire i suoi bisogni. Ma non è il caso di cedere all'ansia pensando che il piccolo non stia bene. Infatti, a volte questo è causa di altre...
Bambino

Come gestire il raffreddore nei neonati

I classici sintomi del raffreddore per grandi e piccoli sono il naso chiuso, il muco, gli starnuti e gli occhi arrossati. Bisogna sempre prestare molta attenzione nel proteggere il bimbo dagli eventuali colpi d'aria indesiderati o dall'opportunità di...
Bambino

Come intervenire sulla disgrafia del bambino

La disgrafia può compromettere il normale percorso di apprendimento del bambino. La Legge 170/2010 riconosce questa difficoltà e fornisce gli strumenti per diagnosticarla in età prescolastica. Se si interviene ai primi segnali, si può limitare il...
Bambino

Come organizzare corsi di acquaticità neonatale

Sono sempre più i genitori decidono di far frequentare un corso acquatico ai proprio figli, in quanto, le condizioni che sono presenti all'interno dell'acqua, richiamano particolarmente l'ambiente in cui sono stati per 9 mesi: l'utero materno. I corsi...
Bambino

Come coinvolgere nei giochi i bambini disabili

Il gioco è fondamentale per lo sviluppo psico-fisico nei bambini. I giochi motori aiutano i bambini a sviluppare il senso dell'equilibrio, della gravità e a capire il proprio corpo. Lo scarso movimento potrebbe causare problemi psico-fisici. Questo...
Bambino

Come riconoscere la scoliosi nei bambini

La scoliosi è una deformazione della colonna vertebrale che colpisce soprattutto i bambini intorno ai 10-15 anni e quindi è consigliabile riconoscere la sua presenza nel minor tempo possibile. Questa malattia viene spesso associata alle errate posture...
Bambino

Come fare se i figli rubano

Mettere al mondo un figlio, è risaputo, è una scelta da prendere dopo aver valutato attentamente tutti gli ostacoli che ne derivano. Crescere i figli è un compito molto difficile, che richiede il dispendio di tempo, energie mentali e fisiche; nonostante...
Bambino

5 regole per un rimprovero perfetto

Un rimprovero non fa di certo male, anzi è educativo per una buona crescita. Definire regole perfette non è facile, molto dipende a chi è diretto, la ragione per cui è fatto. Inoltre il carattere è talmente variabile che un genitore e un figlio o...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.