Come scrivere le partecipazioni per la Prima Comunione dei vostri figli

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La Prima Comunione rappresenta una cerimonia molto importante nella vita di ogni individuo e merita di essere organizzata con una grande attenzione ai dettagli. Si tratta di una cerimonia religiosa ma anche della festa del proprio bambino. Per questo motivo, è fondamentale organizzarla nel migliore dei modi. In questa semplice ed esauriente guida vi spiegheremo come scrivere le partecipazioni per la prima comunione dei vostri figli.

27

Le partecipazioni della Comunione del proprio bambino dovrebbero essere inviate per posta almeno otto giorni prima della cerimonia, a tutti coloro che sono in buoni rapporti con la propria famiglia o con il bambino. Quindi, dovrebbero essere spedite a parenti, ad amici e ai compagni di scuola sempre che non siano impegnati con la stessa festa. È buona regola, ovviamente, non inviarli alle persone che non si conoscono molto bene, in quanto potrebbero pensare che sono state invitate soltanto per il regalo. Ai parenti e agli amici più stretti è possibile consegnare l'invito direttamente a mano. Naturalmente, in questo caso è preferibile dare un anticipo di almeno qualche giorno.

37

Una buona idea è quella di scegliere i biglietti preferibilmente fatti da uno o massimo due fogli. Sulla facciata dovrebbero presentare un'illustrazione e sulla parte posteriore la dicitura. Nel caso in cui la partecipazione è costituita da due fogli, l'invito ed il relativo testo devono essere messi all'interno. Per selezionare l'illustrazione, è fondamentale tenere presente che sono preferibili dei temi di riproduzione di opere d'arte a soggetto sacro, come la Cena, il Gesù Bambino, oppure Cristo che accoglie i bambini. È consigliabile, invece, evitare i soggetti religiosi troppo dolorosi, quali le Crocifissioni, il Cristo crocifisso e quant'altro. Questi temi, infatti, sono sicuramente poco consoni al carattere sereno della cerimonia, dal momento che si tratta di una festa di gioia.

47

È necessario tenere alcune partecipazioni in casa, per poi consegnarle a mano a tutti coloro che sono stati invitato a voce alla cerimonia in questione. Si può anche, nel caso in cui si abita in un condominio, lasciarle in portineria, in busta aperta, ricordandosi di invitare per la cortesia anche il portinaio stesso. È buona regola, ovviamente, accertarsi di avere tutti quanti i biglietti in tempo utile, quindi si dovrà procedere ad ordinarli sempre con un largo anticipo.

57

Per quanto riguarda la realizzazione vera e propria, invece, si possono intraprendere due possibilità. La prima strada consiste nell'affidare, ad un professionista per la stampa, la grafica e la carta. In alternativa, il tutto può essere eseguito in totale autonomia. Nel primo caso, un buon tipografo, oppure alcune copisterie o cartolerie specializzate, possono fornire utilissimi consigli sia per la carta da utilizzare che per il l'aspetto grafico e per le parole da utilizzare nella partecipazione.

67

Se invece si privilegia l'arte del fai da te, su internet esistono svariati siti in cui è possibile scaricare degli esempi di bigliettini da stampare e da riutilizzare. È opportuno scegliere una carta grossa, preferibilmente rifinita, per poi verificare che la stampante sia in grado di lavorarla. A tal scopo, occorre eseguire alcune prove su un foglio, prima di procedere con la stampa massiva. Il testo è possibile scriverlo a mano libera, in quanto conferisce quel tocco di classe in più e rappresenta un qualcosa di estremamente apprezzabile.

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tale contributo in nessun caso può costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti