Come scoprire se il bambino ha problemi alla vista

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I problemi alla vista sono molto frequenti specie nei primi anni di vita ma con una tempestiva diagnosi e una altrettanta tempestiva cura si possono rilevare guarigioni totali. In questa guida vedremo come scoprire se il bambino ha problemi di vista. È sempre bene ricordare che un neonato presenta la capacità di vedere, nel primo mese, alla distanza tra la sua testa e gli occhi della madre che lo allatta, praticamente 1/20 i diottria che aumenta nel primo anno fino a 4/10, andando sempre affinandosi poi. Una corretta prevenzione con visite ogni quattro mesi per i primi due anni di vita, consente all'apparato visivo di svilupparsi correttamente evitando l'innescarsi di circoli viziosi per cui, non arrivando immagini nitide al cervello, il bambino arrivi a presentare disturbi psicomotori, cognitivi e visivi, di conseguenza. Ma quali sono i principali difetti visivi nel bambino e quali i campanelli d'allarme?

25

"Occhio Pigro" (un occhio meno potente dell'altro, curabile bendando l'occhio sano per stimolare il meno potente), astigmatismo (occhi fuori asse che causano immagini poco nitide e sfocate), miopia, strabismo. Tutti problemi risolvibili ma se trascurati che possono portare, al momento dell'asilo e soprattutto della scuola, scarsa resa, stanchezza, casi di dislessia, deconcentrazione e difficoltà di comprensione.

35

Al di là dell'osservazione diretta degli iridi che devono sempre essere omogenei e regolari in forma e colore, e della corretta asse di sguardo per notare principi di strabismo, sono a considerarsi campanelli d'allarme: bruciore, rossore, lacrimazione eccessiva, escrezione abbondante di cispa, stanchezza e mal di testa frequenti, necessità di strizzare e stropicciare gli occhi per concentrarsi, palpebra pesante, occhi troppo grandi i troppo piccoli. Naturalmente nel caso di un neonato, difficilmente si possono rilevare piccoli problemi di vista, dato che il bambino non parla e non è soggetto a stimoli come la lettura. È per questo che una repentina visita di controllo entro i primi mesi può essere illuminante su eventuali problematiche. Prestate attenzione alle fotografie: se il riflesso del flash negli occhi è bianco anziché rosso, occorre recarsi dall'oculista.

Continua la lettura
45

Spesso i problemi ala vista sono dovuti a un eccessivo livello di insulina. In tal caso una corretta dieta che limiti glutine e cibi zuccherati può senza dubbio favorire un netto miglioramento, senza ricorrere subito a occhiali e lenti correttive. Genitori, "occhio" agli occhi dei vostri figli. La vista è un senso fondamentale dal quale dipendono concentrazione, lucidità ed efficienza, tutte qualità indispensabili per una vita vissuta al massimo.

55

Consigli

Non dimenticare mai:
  • vivita oculistica una volta ogni 4 mesi per il primo anno e mezzo. Se non ci sono problemi una volta all'alnno

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

L'occhio pigro nel bambino

L'occhio pigro nel bambino, propriamente "ambliopia", è una disfunzione che comporta il calo della vista da uno o entrambi gli occhi ed è, spesso, accompagnata da un lieve strabismo. Dal momento che questa patologia colpisce soprattutto soggetti in...
Bambino

Come capire se il neonato non digerisce il latte

Tutte le neomamme cercano di capire se il loro piccolo digerisce o meno il latte, molte si preoccupano se il neonato dopo la poppata non fa il ruttino, oppure se rigurgita o addirittura si allarmano se notano che è un po' agitato o ha il singhiozzo....
Bambino

Come riconoscere la scoliosi nei bambini

La scoliosi è una deformazione della colonna vertebrale che colpisce soprattutto i bambini intorno ai 10-15 anni e quindi è consigliabile riconoscere la sua presenza nel minor tempo possibile. Questa malattia viene spesso associata alle errate posture...
Famiglia

5 segnali di depressione post partum

La nascita di un bambino è un momento unico, di solito molto atteso. Aspettative, stanchezza data dalla gravidanza, sbalzi ormonali, mutamento del corpo però possono influire sullo stato d'animo della puerpera che si ritrova in una condizione del tutto...
Bambino

10 idee per la cameretta di un neonato

La nascita di un bambino è, indubbiamente, una delle gioie più grandi della vita. La quotidianità cambia radicalmente, così come cambiano le abitudini, i ritmi e anche l'organizzazione dell'ambiente domestico. Una delle cose più importanti da fare...
Bambino

5 modi per provare a calmare un neonato che piange

Il pianto di un neonato può essere provocato da diversi fattori quali ad esempio stanchezza, fame, coliche, pannolino sporco, sete, temperatura troppo bassa oppure eccessivamente elevata e molti altri ancora. Il compito, non sempre facile, di chi si...
Bambino

Come e quanto deve dormire un neonato

Le fasi di crescita di un neonato preoccupano sempre i neo-genitori. In particolare, il sonno rappresenta una delle questioni più interessanti. Come tutti, vi chiederete quali siano gli orari più idonei per il bambino, quale sia la durata minima e massima...
Bambino

Come riconoscere i segni del disagio nel neonato

Con il passare dei mesi il bambino cresce e cambia modo di esprimersi, infatti oltre al pianto inserisce dei piccoli gesti, delle espressioni del viso e anche una postura del corpo che, associati ai diversi tipi di pianto, ci fanno capire i suoi bisogni...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.