Come scoprire di essere incinta

di Priscilla Carminati difficoltà: media

Come scoprire di essere incinta Scoprire di essere incinta è per qualsiasi donna motivo di novità, sorpresa e curiosità per tutto quello che ci aspetta, per i cambiamenti del nostro corpo e per i futuri cambiamenti della nostra vita. La ricerca di un figlio non è sempre facile ed immediata e spesso si cerca sempre di individuare i primi sintomi per fugare i possibili dubbi e festeggiare la lieta notizia, quanto meno con le persone più intime in quanto viene spesso consigliato di dare l'annuncio non prima del terzo mese.

1 Tra i sintomi che contraddistinguono una gravidanza, il più immediato e riconoscibile è l'amenorrea e cioè l'assenza del ciclo. Tale sintomo è estremamente indicativo soprattutto nelle donne che hanno un ciclo molto puntuale mentre per coloro che hanno un ciclo non sempre regolare è buona cosa attendere che il ritardo superi almeno una settimana prima di cominciare a pensare a una gravidanza in corso.

2 Un altro sintomo riguarda il seno: la tensione al seno è infatti ricorrente già da qualche settimana dopo il concepimento; incomincia ad ingrossarsi e dare qualche piccolo dolore. Inoltre le areole dei capezzoli si scuriscono.

Continua la lettura

3 Come scoprire di essere incinta Terzo sintomo è la stanchezza: spesso la stanchezza, la spossatezza e il sonno la fanno da padrona già dal primo mese di gravidanza.  Sentirete spesso la necessità di sdraiarvi, soprattutto a fine giornata e le ore piccole che facevate fino a poco tempo fa saranno solo un ricordo.. 

4 La nausea è un sintomo molto temuto e può manifestarsi già dalle prime settimane. Fortunatamente, al contrario degli altri sintomi che sono oggettivi e dovuti ai cambiamenti dell'organismo, la nausea è un sintomo soggettivo e varia da donna a donna ma anche da gravidanza a gravidanza e per questo motivo non sempre è presente.

5 Come scoprire di essere incinta Per toglierci qualsiasi dubbio la cosa migliore da fare è il test di gravidanza, il metodo più immediato per scoprire se siamo in dolce attesa; i test in commercio sono ormai decisamente affidabili, possono essere effettuati già dai primi giorni del mancato ciclo e alcuni indicano inoltre da quante settimane si è incinta. L'utilizzo del test è estremamente facile: si deve bagnare lo stick con il getto di urina (sia direttamente che raccogliendola in un bicchiere sterile e immergendo lo stick) per almeno dieci secondi e nella finestra del risultato delle lineette, esse vi confermeranno o meno il vostro stato. Generalmente ci sono due lineette: una di controllo che deve essere sempre visibile (pena la non validità del test) e una che diventa visibile solo in caso di attesa. Il consiglio è di leggere molo bene le istruzioni dei test perché potrebbero variare da marca a marca.

6 Un ultimo metodo, ancora più veritiero ed affidabile del test di gravidanza, è l'esame del sangue: con un prelievo e l'analisi dei valori di HGC (Gonadotropina Corionica Umana) si può stabilire se siamo o meno in dolce attesa. L'HCG è infatti un ormone che viene prodotto circa 7 giorni dopo la fecondazione dell'ovulo. Il vantaggio dell'analisi del sangue consiste nel dare una data ancora più certa del concepimento (e conseguentemente del parto) in quanto il livello di HCG varia di settimana in settimana durante la gravidanza.

Guida ai test di gravidanza Guida alla gravidanza: il primo trimestre Gravidanza: i sintomi precoci Come sapere se sei incinta

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili