Come realizzare un libro tattile per bambini

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La guida che state leggendo si occuperà di libri e di bambini, una tematica che potrebbe interessarvi. Come abbiamo già provveduto a indicare nel titolo della guida stessa, il nostro focus si concentrerà nell'andarvi a spiegare come riuscire a realizzare un libro tattile per bambini. Possiamo incominciare subito a valutare tutti i passaggi necessari per la realizzazione di questo interessante progetto.
Scegliere il libro adatto per un bambino molto piccolo, dai 3 ai 12 mesi, può diventare difficoltoso, in certi casi addirittura un'impresa, soprattutto data l'eta del vostro piccino. Alcuni libri possono risultare troppo pesanti, altri con pagine troppo appuntite. Per questo motivo, ho pensato di proporvi di crearne uno con le vostre mani.
Vediamo come realizzarlo ricco di colori, suoni, stimoli sensoriali ma soprattutto ricco di attività divertenti che accompagneranno i vostri bambini nella fase primaria.

28

Occorrente

  • Feltro
  • Stoffe di vario genere e colore
  • Ago e Filo o Macchina da cucire
  • Giornali datati che non utilizzate più
38

Il ritaglio delle forme

Il primo aspetto che dovrete andare a prendere in considerazione sarà tagliare tutte quelle forme che dovrete successivamente dedicarvi a posizionare dentro il libro. Utilizzate, per farlo, dei giornali che non utilizzate più, tagliando ad esempio un'arcobaleno, dei pesciolini, un'orsetto e così via. Se sentite la vostra vena creativa pulsare con forza e decidete di fare le cose per bene, create voi le forme: il divertimento raddoppierà, questo è poco ma sicuro!

48

Il ritaglio delle pagine

Proseguite successivamente andando a ritagliare dal feltro quelle pagine che utilizzerete per il vostro libro. Potrete scegliere a vostra discrezionalità il numero delle pagine da realizzare, ma vi consiglio di non esagerare, in quanto un numero eccessivo di pagine renderà il libro troppo pesante.
Inoltre, il formato adatto per le pagine è quello del foglio da quaderno o da stampante, ossia un normale foglio A4. L'ultima cosa che desiderate è spendere pomeriggi interi a realizzare questo tipo di libri e poi accorgervi che il bimbo non riesce neppure a tenerlo in mano data la sua grandezza!

Continua la lettura
58

L'assemblamento del libro

Il terzo passaggio per la realizzazione del libro tattile, sarà sicuramente la parte più interessante, e quindi divertente, del lavoro. Dovrete cimentarvi nell'assemblamento completo del libro, andando a incollare le varie figure che avete tagliato in precedenza. Dovrete assicurarvi che esse vengano incollate nella maniera migliore possibile, in quanto le manine del vostro bimbo staccheranno facilmente i pezzi incollati male. Per compiere questo passaggio, potete servirvi della colla a caldo, della macchina da cucire o semplicemente di ago e filo. Dopodiché, assemblate le varie pagine, inserendo i diversi pezzi di stoffe e, se ne avete la possibilità, parti mobili che si muovono grazie a fili.

68

L'inserimento della carta

Come quarto e ultimo passaggio di questa procedura, andremo a suggerirvi un trucco davvero interessante. Andate a inserire all'interno della carta, come potrebbe essere quella dell'uovo di pasqua, che genererà del rumore al contatto con le mani del bambino. Quando il bambino andrà a toccare le varie forme, avrà come risultato i rumori e anche le sensazioni tattili. Ecco fatto! Se seguirete tutti i passaggi correttamente o, ancora meglio, se lo andrete a personalizzare aggiungendo il vostro tocco personale, il risultato sarà unanime e meraviglioso: il sorriso del vostro bimbo che si estenderà da un orecchio all'altro!
Eccovi un link utile: https://www.greenme.it/vivere/arte-e-cultura/libri/19213-libri-tattili-bambini-fai-da-te.

78

Guarda il video

88

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bambino

10 attività per apprendere giocando

Se avete dei figli, oppure dei nipoti, sapete quanto è importante per un bambino giocare. Questa fondamentale attività permette ad un ragazzino di apprendere e scoprire il mondo che lo circonda. Dovremmo quindi assistere il bimbo ed aiutarlo in questo...
Bambino

Come insegnare al bambino a gattonare

L’atto del gattonare è un momento di svolta nel bambino, in quanto rappresenta il suo primo traguardo che lo porterà al completo movimento autonomo, cioè al camminare. Quando un bambino inizia la fase carponi, è di fondamentale importanza che venga...
Bambino

I migliori libri per un bimbo dislessico

Un bimbo dislessico si ritrova ad affrontare una problematica particolarmente delicata che rende molto difficoltosa la lettura dei testi, creando spesso un forte disagio psicologico, soprattutto a causa del confronto con gli altri bambini, privi di questa...
Bambino

Come gestire un bimbo al mare

L'arrivo di un figlio stravolge le abitudini di tutta la famiglia. Molto spesso al momento di programmare le vacanze sorgono incertezze.Sarà possibile gestire la situazione in tutta tranquillità? Il mare, senza le dovute precauzioni, può rivelarsi...
Bambino

Frasi da non dire mai a un bimbo sovrappeso

Nella società odierna, la percentuale dei bimbi sovrappeso sembra essere in costante aumento. Moltissimi bambini presentano una condizione fisica in cui il peso corporeo supera, talvolta anche in modo evidente, il peso medio consigliato da medici, pediatri...
Bambino

Come capire se il bimbo ha fame

La giornata di un bambino molto piccolo è scandita da tre momenti fondamentali per la sua crescita. La nanna, la pappa e i bisogni fisiologici, importanti indicatori della salute del piccolo. Si capisce facilmente se il bambino ha sonno o se deve essere...
Bambino

Consigli per il primo viaggio in treno del bimbo

Qualunque sia l'età del vostro bimbo, se deve viaggiare in treno ha bisogno di qualche attenzione in più. Ci sono cose che non si devono assolutamente scordare quando si viaggia in treno con un bimbo, altrimenti si rischia di fare un grosso errore....
Bambino

Come augurare la buonanotte ad un bimbo

Alcuni bimbi si addormentano senza troppe storie, riposando tranquillamente per parecchie ore. Altri invece non vogliono proprio saperne. In genere, tutti i bambini, prima o poi, attraversano periodi di particolare irrequietezza. Può dipendere da una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. ATTENZIONE: tali contributi in nessun caso possono costituire la prescrizione di un trattamento o sostituire la visita specialistica o il rapporto diretto con il proprio medico curante. È pertanto necessario consultare SEMPRE il proprio medico curante e/o specialisti. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.